ULTIMA - 16/1/19 - OGGI JUVENTUS E MILAN SI CONTENDONO LA SUPERCOPPA ITALIANA

Juventus e Milan, oggi alle ore 18.30 si contenderanno a Gedda, in Arabia Saudita, la Supercoppa Italiana. Sia i rossoneri che i bianconeri hanno già vinto sette volte il trofeo e stasera sperano di conquistare l'ottavo successo. I due allenatori adotteranno stasera un modulo molto offensivo con il chiaro intento di portare a
...[leggi]

PRIMA PAGINA

13/2/17
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. D) – 21^ GIORNATA

PIOGGIA DI RETI: NE BENEFICIANO ASPARETTO CEREASUD, SUSTINENZA, GIPS SALIZZOLE E CADEGLIOPPI, MENTRE REAL VIGASIO E BOVOLONE SPARTISCONO LA POSTA IN PALIO. E COSI’ IL POZZO AFFIANCA I “MOBILIERI”, DOPO AVER BATTUTO L’ATLETICO S.VITO CEREA. IL RALDONATE GAROFOLO ENTRA E ABBATTE IL VILLABARTOLOMEA. IMPRESA CORIANESE IN CASA DEL CASTELDAZZANO, MACCACARESI… ARRESI A CA’ DEGLI OPPI
 
Più scorrono le giornate di questo combattutissimo ed equilibratissimo – sia in testa che in coda – girone “D” di Seconda categoria è davvero bravo! Ogni volta un’alternanza di risultati, un’altalena di emozioni che sono il sale, dai!, di questo raggruppamento della Bassa veronese. Ciò non bastasse, alè, una bella pioggia di reti: ben 33 quelle segnate ieri.

Altro aggancio in vetta: l’A.C. Pozzo del presidente ed allenatore, il geometra Roberto Praga, supera al “Nicola Pasetto” il difficilissimo test d’ingresso (alla Bocconi di Milano?), al vertice della graduatoria, battendo per 2 a 1 il molto quotato Atletico San Vito Cerea di mister Gian Luca Corso. In vantaggio, gli atletici del mite presidente Doriano Franzoni, grazie a “Carletto” Nicola Muraro, ma, poi, prima raggiunti dallo spietato mancino Gigi Onofrio, ed, infine, superati da Matteo Gulmini, conferma del giovane classe 1998 salito alla ribalta l’anno scorso tra i pozzani.

A.C. Pozzo ora che raggiunge in vetta l’ACD Bovolone di mister Devis Padovani a quota 42 punti, con i “mobilieri” impegnati a rimontare il 3 a 1 con cui il Real Vigasio di mister Luca Bortoletto, in casa sua, era passato in vantaggio. In apertura di marcature, si segnala il gol del bovolonese Schiavo, poi, la grande, poderosa rimonta dei real-vigasiani grazie ai colpi sferrati da Walter Garofoli, dal difensore 1995 Giulio Gandini e da Melotto. Infine, sono Damiano Grezzan e Denis Zanini (che pialla anche una clamorosa traversa nel finale di partita) a fare pace e patta.
 
L’Atletico San Vito Cerea scivola così al 3° posto restando fermo alla boa dei 40 punti. Al 4° posto sale l’Asparetto Cerea Sud, ora a 35, ma con il bonus dei 3 punti in caso di vittoria nel recupero che gli resta da giocare. Ebbene, non c’è stata storia, già al termine del primo round, tra Asparetto e Concamarise. I “tartari rosso e neri” di mister “Conte” Davide Peroni, eh, siamo chiari, ci hanno messo del loro per complicarsi la vita (soprattutto in fase difensiva) oltre a facilitare la manovra offensiva degli avversari. Apparsi più tranquilli e sulla carta decisamente più quotati.

Già sul 3 a 0 al termine dei primi 45 minuti, nel 5 a 1 globale del derby tra due paesi che distanziano tra di loro soltanto 3 km. Prima esulta Manuel Vicentini (per la gioia del padre carrozziere, che poi scappa a portare… un altro bel 3 a 0 finale a Isola Rizza, dove gioca l’altro figlio Mattia, classe 1994), poi, c’è il raddoppio su un rigore letteralmente inventato dal signor Gabrieli di Este per punire un intervento tutt’altro che scorretto di Simone Gasparini, fresco del suo 29 universitario a Lingue, rigore trasformato da Alessandro Pasotto, e che il primo cittadino factotum concamarisano, lo “sceriffo” (perché in abito con su appuntata in pieno petto una stella: siamo a Carnevale, ma, è il simbolo, la stella, del vestito che va di  moda oggigiorno!) Cristiano Zuliani, avrebbe volentieri arrestato dalla tribuna il direttore di gara per troppa magnanimità.

Poi, il terzo gol – su cui ha chiamato il fuori gioco la parte lesa rosso e nera – realizzato dal biondino ex Legnago Salus,classe 1996, Matteo Ghisi (col numero 2 sulle spalle), bravo a raccogliere un triangolo partito dalla punizione calciata a limiti dell’area e portata avanti da un traversone scodellato all’altezza dell’area piccola da Pasotto. Poi, nella ripresa, tracima l’AsparettoCereaSud di mister Pippo Crivellente (impossibile non rintracciarlo per il berretto fosforescente!), con in rete ancora Alessandro Pasotto e l’ex Scaligera “Hubner” Andrea Gazzieri, una punta vecchio stampo, difficile da marcare.

Matteo Gianello, nel tentativo di rinviare la palla, incappa in una zolla di terra così pesante, che sembra un pezzo della crosta terrestre, e involontariamente scaglia la palla proprio dalle parti di Matteo Bedoni. L’ex Legnago Salus non si fa ripetere l’invito e manda la palla in fondo al sacco. I 7 cartellini gialli comminati ai concamarisani a fronte dei 3 sventolati ai vincitori testimoniano sia il nervosismo che la non felice giornata del direttore di gara, sonoramente fischiato dai fan rosso e neri ospiti, quando ha urlato “Fischio io!”. Ha ricevuto, in quel momento, più applausi (ironici) lui che il vincitore del Festival di San Remo 2017. Infatti, a fine gara, è stato bello assistere ad una sorta di pacifico e davvero leale terzo tempo rugbistico consumatosi al bar attiguo agli impianti sportivi tra molti componenti delle due squadre appena combattutesi.

Colpaccio del Coriano di mister Manuel Cuccu: i “granata mulinari” vanno a imporsi per 1 a 2 in casa del del rinato Casteldazzano di mister Riccardo Adami. Marco Covassin e “Mascalzone latino”, al secolo Diego Fochesato, sono le morse di una tenaglia che imbragano il goleador castellano Daniele Zambelli, ex Olimpica Dossobuono già in gol 8 volte dal suo arrivo a dicembre.

Il Cà degli Oppi di mister Daniele Dalla Vecchia infligge la terza sconfitta consecutiva ai Boys Gazzo di mister Matteo Gobbetti: 3 a 2, con reti per i biancazzurri di Marzio Olivieri - segretario cadeglioppino e mobiliere a Isola Rizza – di Remo Chiavegato, Luca Vaccari (su rigore) e di Di Santo. Per i maccacaresi del diesse Doriano Guandalini, hanno esultato Cristian Morelato ed Edoardo Franzini.
 
L’ex alba-borgo-romano Simone Garofolo, classe 1994, regala con un suo tiro da tre punti un’altra strenna all’A.C. Raldon di mister Silvio Donadello. Succede a Villabartolomea, dove i bianco-neri di mister Giovanni Ziviani ultimamente non possono più contare sul fattore campo amico.

Altra vittoria per il Gips Salizzole di mister Giuliano “Gemma” Spadini: 3 a 1 a spese dell’assetato, del molto assetato di punti, GSP Vigo 1944 del presidente, l’avvilito, quasi sconsolato presidente Raimondo De Angeli. Per i “rosso e blu del castello”, vigilati dall’ex sindaco, il geometra Angelo Campi (ex portiere), doppia di Nicholas Marzari ed acuto del forte nigeriano Aimuanmwosa Odaro, ex Nogara, classe 1992. Per il Vigo segna il solo Simone danielli. E, buon ruolino di marcia per i ragazzi del mastro laccatore, l'imprendibile presidente Leonello Migliorini: quasi da battistrada!

Vittoria importante per il mantenimento della categoria e il raggiungimento della salvezza per il Sustinenza del presidente Marco Zuliani e del trainer nogarese Andrea Bertelli: 4 a 1 all’Albaredo dell’omologo Gianmatteo Malagnini. Il solo 1995 Andrea Tagliaferro, ex Arcole, scuote la rete alle spalle del “celeste” Elia Soave; per il resto, il tabellino marcatori parla tutto a favore degli scariolanti del diesse Paolo Leardini, tranquillo tifoso interista, con il codino dei capelli che trema solo quando il suo “Susti”  subisce picche, non più per le delusioni nerazzurre. Da affogare puntualmente a pinte di birra appannate, da sorseggiarsi all’interno del suo Jolly Bar, gustandosi la vista solamente puntando gli occhi  sui preziosi balconi della “Gradisca” Paola.

Per i biancazzurri bella doppia di un altro ex Nogara, Steven Mirandola, classe 1994, preceduta dal gol dell’angiarese Alessio Righetti (1995, ex Juniores del Legnago Salus, ex Porto Legnago, ragazzo davvero perbene!), quindi, il poker sustinentese a firma dell'ex Sanguinetto e Nogara Dusan Bjelivuk, completano i marcatori di questa giornata all’insegna della pioggia di reti. 

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1477)