ULTIMA - 21/3/19 - SEMIFINALI DI COPPA VERONA: SAVAL "CORSARO" A GAZZOLO

Ieri sera si sono giocate le partite di andata delle semifinali della Coppa Verona 2018-19 che mette in palio, oltre al prestigioso trofeo, anche un posto nel prossimo campionato di Seconda categoria 2019-2020. Sfortunata la gara per il Gazzolo 2014 del presidente Paolo Valle che alla fine ha perso 1 a 2 in casa contro il bravo e fortunato Saval Maddalena
...[leggi]

PRIMA PAGINA

27/2/17
IL PUNTO SUL CAMPIONATO 1^ CATEGORIA (GIR. A) – 22^ GIORNATA

IL CICLONE-ZAI NON S’ARRESTA E S’ABBATTE ANCHE SUL CASELLE. A -7 LO INSEGUE IL SAN ZENO, “EL PEDE” VIOLA IL “MANUEL FIORITO”, IL CASTELNUOVO LA MITICA “BUSA” SANZENATE. IL PESCHIERA FA…QUARANTA CONTRO L’ARBIZZANO, IL QUADERNI SI AFFERMA AL “TIBERGHIEN”. ANCORA PICCHE PER IL PARONA (A BUSSOLENGO) E PER IL VALEGGIO, SEMPRE PIU’ ULTIMO

Non accenna a placarsi il “Ciclone” non delle Azzorre, ma quello della Croz Zai di mister “doppia voce” Matteo Meneghetti: i giallo e blu di via Lussemburgo, del presidente Giampaolo Gaspari e del suo vice e segretarissimo Lucio Franceschetti, si ripetono per la sesta vittoria consecutiva, battendo, in Zai, per 3 a 1 la Pol. Caselle di mister Alberto Pizzini. Isacco “Dybala” Grigoli, il latifondista di La Rizza di Castel d’Azzano, l’ex PGS Michael Lodola (1997) e il “fenomenale” Francesco Gasparato lasciano le proprie impronte digitali sui tre palloni che superano l’appena rientrato ed esperto Francesco Gobbetti. I casellini di mister Alberto Pizzini, di contro, avevano risposto (al gol di Grigoli) con il classe  1990 Giovanni Pietropoli.

Gara che rimarca la forza d’urto dei fantamarò agli ordini di mister Meneghetti, in quanto ieri i capolisti del diesse Luca Marchesan, seppur privi di Gatto, capitan Danzi e Capobianco e con un Gasparato che è partito dalla panchina, hanno lo stesso espresso furore e mentalità vincente. Molti i traversoni pennellati dalla fascia al centro dall’inesauribile “motorino” Enrico Marchesini, il quale farà festa mercoledì delle Ceneri a Parona, all’interno della sua azienda vinicola, ospitando compagni di squadra, fans crozzini ed altro. E il buon vino, spillato dalle sue botti, non mancherà di certo.

Si allunga la forbice della distanza tra i crozzini, ora a 45, e i più immediati inseguitori: i sanzenati di mister Piergiorgio Troccoli, rimasti inchiodati al palo dei 38 punti, perché superati in “busa” per 0 a 1 dal sempre più sorprendente CastelnuovoSandrà guidato da mister Fabrizio Gilioli. Per i “nero-verdi del basso Garda” fa la differenza Rossi. Annullato un gol, sacrosanto per i granata del presidente Gianfranco Casale, a Mezildzic. Vibrate le proteste di chi ha ricevuto il torto arbitrale.

Il Pedemonte di mister Stefano Modena è ora al 3° posto, appaiato al Pgs Concordia, per aver violato proprio il “Manuel Fiorito” di borgo Milano, campo amico del Pgs Concordia di mister Nicola Chieppe. Il gol pedemontano scocca quando non hai più fiato in corpo ed energia nelle gambe, al 94° minuto. Lo firma ancora una volta Daniel Zamboni, classe 1990.

In riva al basso lago di Garda, il Peschiera di mister Vasco Guerra fa…Quaranta (Omar, classe 1991): è lui il giustiziere del malcapitato Arbizzano di mister Ivo Castellani. Arilicensi del presidente Umberto Chincarini ora quasi a metà classifica, a quota 29 punti e a +3 dalla zona play-out.

La sconfitta patita ieri a Bussolengo certamente non annullerà la festa più importante dell’anno che si tiene a Parona il giorno delle Sacre Ceneri, ma, fa dare l’addio ai sogni di primato ai bianco-verdi dell’Adige guidati da mister “Baffo” “Ferguson” Flavio Marai. Ora resta l’obbiettivo dei play off, da difendere già da domenica prossima, quando arriverà la Scaligera, a -1 rispetto i paronesi. Per “El Busso” di mister Franco Tommasi segna Nicola “Torace” Talamioli, ex  Croz Zai.

Altra vittoria di misura (ben 5 sono terminate con una sola rete di scarto) e sempre col medesimo punteggio di 1 a 0 è quella riportata dalla Pol. Quaderni dello skipper arilicense Luca Righetti: matura ieri all’ombra del leggiadro “Tiberghien” contro i rossoneri locali di mister Marzio Menegotti e grazie a un tiro mancino sferrato dall’ex Roverbellese, classe 1988, Andrea Pietropoli. Ottimo slalomista, fra l’altro, nell’occasione del tiro che è valso i 3 punti per i quadernesi.

A Isola della Scala, 0 a 0 tra la Scaligera di mister “Fonzie” Nicola Bertozzo e l’indecifrabile Pastrengo dell’omologo Paolo Brentegani. Massimiliano Gramegna non è in giornata, neanche l’arbitro, il quale non vede gli estremi di un rigore quando la punta isolarizzana viene stesa dal portiere Manzati. Forse, un po’, nella bilancia della scaligera pesa il rosso comminato al difensore 1997 Leonardo Ceoloni, ma, in campo c’erano anche gli avversari pastrenghesi, eh!
 
Anche il Valpolicella di mister Luca Ponzini mira ad inseguire un piazzamento play off: intanto, ieri a Fumane supera (2 a 1) un non ancora del tutto rassegnato alla retrocessione Gabetti Valeggio – ultimo a quota 13 e a -7 dall’Audace calcio -. Simone Maffesanti pareggia il conto presentatogli dal gol realizzato su rigore dal valpolicellese Daniele Oliosi, poi, è di… Dai…Massaro (Francesco, classe 1996 ex San Zeno) il gol che fa staccare il bonus dei 3 punti ai ragazzi del presidentissimo Fernando Boscaini.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1696)