ULTIMA - 23/1/19 - LA VIRTUS VERONA CEDE CONTRO LA CAPOLISTA PORDENONE (1-2)

Per l'ennesima volta la Virtus Verona di mister Gigi Fresco viene beffata nei minuti finale della partita dopo essersi battuta alla pari contro la capolista incontrastata del girone B di serie C, il Pordenone di mister Attilio Tesser. A decidere la sfida a favore dei neroverdi friulani è stata una rete del 38enne Emanuele Berrettoni, ex Hellas Verona,
...[leggi]

PRIMA PAGINA

6/3/17
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. B) – 23^ GIORNATA

MOZZECANE E REAL GREZZANALUGO VIAGGIANO SULL’8VOLANTE, IL LAVAGNO FERMA I DRAGHI ROSSI BORGATARI, IL CORBIOLO AZZANNA LA NUOVA COMETA, IL CADORE S’ABBATTE SUL PONTE FACENDOLO CROLLARE
 
Come in un film di fantascienza, Mozzecane e Real GrezzanaLugo viaggiano su sfavillanti navicelle spaziali, su insidiosi 8volanti, i quali disintegrano rispettivamente la Primavera non ancora sbocciata e l’Avesa HSM. Per i “rosso-blu della Postumia” di mister Nicola Santelli si è trattato di una partitella d’allenamento, un 8 a 2 in cui si sono scatenati al pallottoliere il bovolonese Alessandro Carollo (fantastico tris preceduto dall’acuto emesso da Mattia Vanoni), il 1994 Matteo Benedetti (doppia) il difensore ’96 Andrea Gozzi e un gol all’incontrario griffato dall’estremo difensore Nicolò Pimazzoni, classe 1996, ex A.C. Cadidavid. Per il “club delle 11 rondini” di mister Michele Barone, invece, hanno gioito (magro!) Nicolò Ceolini, ex Real San Massimo, e l’ex United Sona, il classe 1981 Andrea Soave.

Mozzecane sempre più solo al comando a 7 bracciate dal traguardo, con i suoi 60 punti, i quali lievitano a +9 dall’Ares Calcio Vr di mister Doriano Pigatto, semi-bloccato in borgo Santa Croce sull’1 a 1 dall’Alpo Club ’98 di mister Stefano Ferro, sconfitto domenica scorsa sul proprio campo proprio dal “Mozze”. Al rosso-nero, ex quadernese Fabio Sersa, classe 1995, corrispondeva il “Conte della Mambrotta”, Francesco Pellegrini, “Marchese anche della tigella”.

Inferiore soltanto di una tacca, e, quindi, a quota 50 punti, ecco il Real GrezzanaLugo di mister Antonio “Zaccheroni” Ferronato: ieri, sul sintetico lughese, i “lupi nero-verdi” del diesse “El Mene”, al secolo l’ex Berretti del Como (ruolo? Punta, poi, esplosa nella Juventina Poiano e nel Pollo Miglioranza), Domenico Veronesi, stingono dei suoi colori – il rosso e azzurro – l’Avesa HSM di un avvilito, sconcertato mister Righetti che ha preso il posto in settimana di Michael De Santis: 8 a 1, frutto della doppia di Brahim El Hamich, degli squilli emessi dai corni di Christopher Taffarel (anche per il classe 1993 doppietta!), Ismaele Brunelli (1995) Marco Dal Corso (1992), Nicolò Tommasi, classe 1991 e Castagnetti. Per i colligiani del bolognese vice-presidente Carlo Bona Veggi (conte Bentivoglio) segna il gol della (magra) consolazione il 1993 Alessandro Vannini.   
 
Un guizzo di Emanuele Scibona, classe 1993, permette agli “scoiattolini” del Corbiolo di mister Paolo Mainente di far propria la gara interna, quella vinta contro la Nuova Cometa di mister Cristian Cordioli. Bianco-granata del presidente Sandro Zanini sempre quint’ultimi a quota 21 punti, appaiati dall’U.S. Cadore, il quale vince anche lui a Ponte Crencano (zona piscine “Santini”), abbattendosi contro un altro Ponte, quello dell’Olimpia: 3 a 1, verdetto pesante da digerire per i “geniali pontieri” di mister “Lacan” Manuel Pauciullo, davvero da lettino psicanalitico, curati dal psicologo clinico, il dottor Pauciullo. Il solo Pietro “Sheva” Bellè (su rigore oltretutto) non basta ai “pontieri”, quart’ultimi a 18, ma con il recupero ancora da affrontare giovedì prossimo 9 maggio, in casa loro, contro l’avvelenato BorgoPrimomaggio. Doppia del classe 1996 Francesco Marotta ed assolo vincente di Nicolò Busola, classe 1995, per i cadorini di mister Ruggero Napoleone, l’”imperatore”.

La Scaligera Lavagno va a vincere, 0 a 2, al "Monterotondo", casa dei draghi rossi borgatari sguinzagliati da mister Massimiliano Signoretto. Spina il colpaccio della Scaligera Sport Club di mister Ivan Benin un gol all’incontrario firmato dal difensore classe 1991 Luca Bartolomioli; poi, ecco il raddoppio griffato dal 1995 Alberto Vailati per i nero-oro del presidente Samuele Tosi.

Il Real San Massimo 2000 non riesce a fare di un sol boccone il “fanalino di coda” Lessinia di mister Massimo Burato: la gara termina sul 2 a 2, con Alberti che apre i titoli di coda e con il compagno di squadra Imperatrice che li chiude. In mezzo, ci stanno i guizzi della “B2” nero-verde estratta dalla fondina di mister Nereo “Rocco” Gazzani, quella personificata dall’ex Real Lugagnano Antonio  Baldon, classe 1985,  e dal classe ’89 Luxhien  Balla…con i lupi.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1291)