ULTIMA - 19/3/19 - VIAREGGIO CUP: MINUTO DI SILENZIO IN RICORDO DI CINO MARCHESE

In occasione delle gare degli ottavi di finale della 71ª Viareggio Cup in programma domani (martedì 19 marzo) sarà osservato un minuto di raccoglimento in memoria di Cino Marchese, il noto manager sportivo, amico da sempre della rassegna giovanile, scomparso domenica. L’iniziativa è stata adottata dal consiglio direttivo del Centro Giovani Calciatori, la
...[leggi]

PRIMA PAGINA

27/3/17
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI ECCELLENZA – 26^ GIORNATA

PER LA TENNISTICA “AMBRO” ORA L’AVVERSARIO E’ SOLO LA CLODIENSE (BATTUTO IL POZZONOVO). IL RISORTO CEREA AFFOSSA L’OPPEANO E VIAGGIA IN COPPIA COL “VILLA”. PER IL BARDOLINO 3 PUNTI-SALVEZZA, IN PARITA’ CALDIERO-BELFIORESE, IL LEODARI SBRANA IL TEAM S.L.G.
 
A -4 bracciate al traguardo tiene – eccome! – la capolista Ambrosiana, la quale a Sant’Ambrogio annichilisce con un 6 a 0 di sapore tennistico i padovani del Thermal Teolo allenati da mister Caporello. Al bersaglio, tranne la doppia imbracciata ed esplosa da Matteo “tartaruga” Rambaldo, ci vanno un po’ tutti i “diavoli  rosso-neri”: da Cecco “Beppe” a Alessandro “Camoranesi” Vecchione, al “ragazzo del ’99” Lorenzo Lonardi a Francesco Pietropoli, entrato verso la mezz’ora della ripresa e tornato felicemente al gol dopo il calvario patito con l’infortunio. E, che tra gli ambrogini mancava il papabile “pallone d’oro” Riccardo Testi e Nicolò Pangrazio: sai che goleada altrimenti?

Il banco del girone “A” di Eccellenza lo tiene sempre l’”Ambro” di mister Tommaso Chiecchi: ora il pallottoliere è lievitato a 59 punti, mentre, alle sue spalle, il solo che fino ad ora può insidiare il primato è la Clodiense del coach marosticense Massimiliano De Mozzi. I chiozzotti ieri in laguna hanno fatto proprio lo scontro diretto contro il Pozzonovo di trainer Sabbadin: match winner Luca Ravi, classe 1994, il quale fredda Bagherini all’inizio del secondo round della partita. I lagunari si consolano così all’indomani della delusione patita per l’amara eliminazione dal percorso nazionale di Coppa Italia d’Eccellenza (sono stati sconfitti dai bergamaschi della Romanese), ed ora sono davvero  lo sparring partner dell’Ambrosiana, perseverando nel rimanere alle sue costole, a – 2 (il rapporto è di 59 a 57).
 
Il Caldiero di mister Piuzzi pareggia 0 a 0  il “derby de la fornasa”, quello contro la Belfiorese di mister Carnovelli, disputatosi  al “Berti” dopo la riuscita amichevole  di venerdì scorso giocata tra le Nazionali Under 16 (mister Patrizia Panico) di Italia (vittoria degli azzurrini per 3 a 2) e Germania, vetrina, la quale ha attirato il record di pubblico (sulle 1.300 persone). Bomber Ivo Bez colpisce, per i “termali”, una clamorosa traversa, il “Conte”  polesano Giovanni Guccione va vicino al gol, l’estremo giallo-verde Federico Da Vià ostenta sicurezza tra i pali.

Il Bardolino, nel proprio specchio di acqua dolce, tira in risacca tre punti preziosi per la salvezza: batte, 2 a 1, il già condannato alla Promozione Loreo di mister Santi, ma la sveglia la dà Volpato, il bomber ospite. “Gatto” Silvestri dagli undici metri e poi su azione “perla nera” Pape Faye Ibou – il quale era stato atterrato in occasione del calcio di rigore decretato a favore dei “giallo e blu del lago” guidati dallo skipper pastrenghese Beppe Brentegani – rovesciano come un guanto l’esito della partita.

Ma, va bene anche alle altre due febbricitanti Cerea e Villafranca: entrambe, infatti, vivono una domenica all’insegna del sorriso. Il “Piccolo Toro”, ritornato a mister Emanuele Pennacchioni, pare aver ritrovato la giusta serenità, fondamentale per poter remare con forza e determinazione verso la salvezza: 4 reti a zero all’A.C. Oppeano guidato da mister “Puma” Marco Montagnoli e vice-presidenziato dal potente immobiliarista Luca Agnolin. Il trainer ritrova, a differenza del collega Mario Vittadello che gli era momentaneamente subentrato, un bomber Franco Ballarini ricostituitosi fisicamente e ieri chirurgico dagli 11 metri.  E in vena di reti (ieri al “Pelaloca” ha firmato uno delle due sfere di cuoio rotolate in rete nel primo tempo: all’altra ci ha pensato il fortissimo marocchino El Qorichy; autore, costui, della doppia, firmata tutta su azione). Di Omorige Ikponmwosa, classe 1991, il quarto gol ceretano.

Successo, come abbiamo scritto, anche per il Villafranca di mister Alberto Facci: 2 a 1 all’ombra del “castello delle sfogliatine” a spese della Piovese, e gara che era iniziata sotto la peggior stella in quanto per i padovani aveva esultato per primo Nardo. Poi, la grande capacità reattiva dei “castellani” azulgranata, con al bersaglio prima il classe 1996 (1° gennaio) Jacopo Menolli e quando oramai la lancetta dei minuti di recupero stava completando il suo ultimo giro, stacco imperioso da parte del sirmionese Samuele “Bersani” Avanzi, la bandiera dei blaugrana del diggì Mauro Cannoletta.

Il Leodari va giù pesante, 5 a 1, contro il Team Santa Lucia Golosine di mister Michele Cherobin, e lascia al quart’ultimo posto a 28 e ad un punto alle spalle dell’accoppiata Cerea-Villafranca gli “aquilotti bianco e blu rionali” (in rete soltanto con l'ex Hellas Verona Lorenzo Testini). Per i berici di mister Filippo Lelj hanno gioito per aver visto la palla gonfiare la rete avversaria Zanin, Luca Fortunato (1988), due volte Cesare Bressan (1998) e bomber Moresco.

Restando nel Vicentino, al “Pio X” di Cartigliano del coach Alessandro Ferronato soccombe per 1 a 2 per mano dell’Euromarosticense dell’omologo Guido Belardinelli. Per i “rosso e neri degli scacchi”, in svantaggio a causa del gol del bianco-azzurro Edoardo Di Gennaro (classe 1993), hanno segnato panzer Paolo Camparmò, classe 1989, e al 91mo il difensore 1995 Alessandro Lunardon. Domenica prossima, nella bassa Padovana, andrà in scena Pozzonovo-Ambrosiana; la Clodiense, invece, sarà impegnata a Belfiore d’Adige.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1259)