ULTIMA - 19/1/19 - E' FABIO SINIGAGLIA (COLOGNA) IL RE DEI BOMBER

Domani si gioca la 3^ giornata di ritorno, vediamo com’è la situazione dei migliori bomber dei campionati dilettantistici della nostra provincia dopo 17 gare già giocate. In Eccellenza, dove si sono già giocate 18 partite, comanda il bomber del Borgoricco Edoardo Cappella con 13 reti, al 2° posto a 10 reti Mariano Mangieri (Pozzonovo) è raggiunto da
...[leggi]

PRIMA PAGINA

27/3/17
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI PROMOZIONE – 26^ GIORNATA

ORGOGLIO-S.MARTINO, BATTUTA LA PROVESE ANCORA LARGAMENTE CAPOLISTA. GARDA SEMPRE PIU’ 3° NONOSTANTE LA CADUTA DAL…MONTE, “EL LUGA” INTERROMPE LA “FAVOLA” NOGARESE, “DOSSO” E “POVE” SI REGALANO SORRISI.
 
Ferita domenica scorsa dalla sconfitta patita in riva al basso Tartaro dai “cosacchi nogaresi”, la damigella d’onore del girone “A” di Promozione, il San Martino-Speme di mister Pippo Damini ha uno scatto d’orgoglio e supera, 1 a 0, in riva al suo Fibbio, la consolidata ed oramai quasi irraggiungibile capolista U.S. Provese del presidente Gianfranco Chilese. Rosso e neri de la Prova di San Bonifacio, i quali possono contare - a 4 bracciate dal traguardo finale – di un capitale di vantaggio ancora abbastanza cospicuo: 9 lunghezze (63 a 54). Per i sanmartinesi fa la differenza Nicolino Ferrarese, ancora nel cuore del primo tempo, e il rigore fallito da Stefano Guandalini a tempo scaduto. Rossi? Uno per parte, comminati  all’ex Caldiero, la punta sempre sorridente vicentina Stefano Fracasso dell’U.S. Provese ammaestrata da mister Giovanni “Circo” Orfei e al portiere sanmartinese, l’ex virtussino Enrico Fornasa.
 
Sempre più terzo assoluto a quota 48 l’A.C. Garda di mister Matteo Fattori: anche se i “rosso e blu del Benaco” ieri sono stati sconfitti di misura – 0 a 1 – in casa loro da un decisamente più motivata, più assetata di punti Montebaldina dello skipper Simone Cristofaletti. La differenza la fa il canzoniere del Garda-Baldo, il bomber che si è sempre saputo esprimere al meglio in quella zona geografica, ossia Emanuele Bagata, classe 1983, nella vita di tutti i giorni imprenditore.

Quarto resta sempre l’A.C. Sona di mister Zoccatelli, ieri uscito indenne nella trasferta di San Gregorio di Veronella, patria dell’Aurora Cavalponica di mister, il bresciano Loris Boni, ex calciatore di Roma e Sampdoria, ed ex mister dell’A.C. Cologna Veneta di serie D. Ieri espulso per proteste per un fuori gioco non segnalato dal direttore di gara. Cavalponici, ieri, privi del terzino-goleador Simone “Rommel” Romellini, il “rottamatore degli attacchi avversari”, originario di Bonaldo di Zimella. In vantaggio con Fochesato, i rosso e blu sonesi si vedevano raggiunti da Andrea “El Principe” Mileto, ex F.C. Valgatara; poi, a menar la danza erano i cavalponici, che provavano a scappare con il classe 1991 Nicolò Sartori. Ma, era, poi, il “golden boy” classe 1999 Marco Marchesini, al 90mo, ad acciuffare col laccio del cow boy il punto in trasferta.

Al “Guglielmi”, l’A.C. Lugagnano interrompe la bella ragnatela ricca di vittorie tessuta in quest’ultimo mese dagli “ussari del basso Tartaro” nogaresi: 2 a 0 per i giallo e blu del costermanese skipper Luca Mancini, con un unico autore, Amos Scandola, classe 1995. Grande la regia, in cabina di rifinitura, da parte del coetaneo Riccardo Risi & bisi… I gialloblu del presidente Giovanni Forlin si portano praticamente in salvo con i loro 34 punti.

Il Grezzana tiene a un punto di distanza (30 a 29) l’F.C. Valgatara, “bello di notte e di Coppa”: la tenzone termina sull’1 a 1, nella botta inferta da Andrea Castelli per gli “oranges” valpantenati, e nella risposta data dall’ex cavalponico Victor Braz per gli azulgranata guidati da Armando Corazzoli. Palo scheggiato clamorosamente da bomber “Skizzo” Stefano Rognini che avrebbe potuto regalare i tre punti agli "orange" del presidente Dino De Paoli guidati da mister Andrea Matteoni.

Un’Alba Borgo Roma sempre più offuscata da gravi infortuni – ieri nel corso della partita hanno dovuto fermarsi sia Lorenzo “Lollo” Baraldi che El Haddadi – non riesce a far breccia nella difesa opposta dall’A.C. Cadidavid di mister Fabrizio Sona, l’”Oscar della panchina dei nostri dilettanti”. La gara, disputatasi  all’”Esterino Avanzi” di borgo Roma, termina infatti sul nulla di fatto e cioè a reti inviolate. I giallo-rossi rionali sguinzagliati dal trainer reggino Mario Colantoni indossano sempre e malvolentieri la “maglia nera” dell’ultimo posto in graduatoria, a quota 20 punti.

Il Povegliano tiene lontano da sé – esattamente a 3 lunghezze di distanza – la Pol. Virtus Borgo Venezia guidata da mister Matteo Biroli. Il 2 a 0 per le “libellule” poveglianesi reca le impronte digitali del bomber albanese Dritan Gordi, ex Mozzecane, Sona e Gabetti Valeggio, e quelle dell’ex bussolenghese Matteo Tezza, classe 1996.

In zona-salvezza, contro un ultrasalvo San Giovanni Lupatoto di mister Lucio Manganotti, l’Olimpica Dossobuono coglie tre punti davvero preziosi, che permettono all’undici guidato da mister Alessandro Montorio di scavalcare in classica il Nogara di mister Walter Bampa (bloccato a 22) e di accomodarsi al terz’ultimo posto a 24 punti. Mattatore è l’ex casellino “Rooney” Maichol Aliperti, bravo a chiudere in rete gli sviluppi nati da un corner.

Imperdibile, domenica prossima 2 aprile, la sfida tra l’U.S. Provese e l’A.C. Garda, ovvero lo scontro tra la prima a lungo migliore realtà del girone e la terza miglior forza della nostra categoria di Promozione.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1458)