ULTIMA - 22/1/19 - OGGI VIRTUS VERONA-PORDENONE, LE PAROLE DI MISTER GIGI FRESCO

Il Pordenone dopo il Monza. Calendario beffardo per la Virtus Verona che tre giorni dopo il match del Brianteo incrocia le armi della capolista del girone, reduce da dieci risultati utili consecutivi (oggi, fischio d'inizio ore 18.30). Ecco le parole del presidente allenatore rossoblu Luigi Fresco rilasciate ieri alla vigilia della partita: "A
...[leggi]

PRIMA PAGINA

27/3/17
IL PUNTO SUL GIRONE "C" DI SERIE D – 28^ GIORNATA

TRIS DELLA TRIESTINA AL VIGASIO (3-0). VITTORIE IMPORTANTI PER LEGNAGO E VIRTUS.
 
Preoccupante frenata del Vigasio che nelle ultime tre giornate di campionato ha incassato altrettante sconfitte incassando 11 reti (1 a 4 in casa con l'Arzignano, il pesante 4 a 0 subito in casa del Calvi Noale e il 3 a 0 patito ieri a Trieste). l'avvicendamento in panchina di mister Vincenzo Cogliandro con l'ex mister del Mantova e del Villafranca Sauro Frutti, non ha dato la scossa sperata ai biancazzurri del presidente Cristian Zaffani. Ieri sera, nel posticipo della 28^ giornata del girone C di serie D giocato alle ore 18.00, la Triestina di mister Antonio Andreucci ha affondato il veliero biancazzurro con un netto 3 a 0. Vigasio preso subito d'assalto dagli alabardati che all’8° minuto si vedono annullato un gol a Bradaschia per fuorigioco. Lo stesso giocatore, ad un minuto dalla chiusura del tempo, si presenta solo davanti a Vencato che lo stende. L’arbitro concede il rigore e ammonisce il portiere biancazzurro. Sul dischetto si presenta Serafini che insacca l’1 a 0. Prima del riposo l’ex Legnago Carlos Franca non sfrutta la palla del possibile 2 a 0. Raddoppio che arriva al 10° della ripresa con l’indemoniato Bradaschia. Al 23° Meduri pesca il solito Carlos Franca che stavolta non sbaglia e porta gli alabardati sul 3 a 0. Per l’attaccante argentino, capocannoniere del girone C, si tratta del 20 gol stagionale. Poco prima del triplice fischio Dos Santos di testa colpisce la traversa del possibile 4 a 0. La classifica vede ora una situazione davvero combattuta e molto corta in zona play-out con la formazione biancazzurra che ripiomba nella zona calda e che domenica ospiterà il Tamai, che lo segue ad un solo punto di distanza e ieri sconfitto 3 a 0 in casa dalla capolista Mestre.

Manita rifilata alla Pievigina dal Legnago di mister Andrea Orecchia che conquista ieri il secondo successo casalingo del 2017. La vittoria è firmata da una tripletta (la terza in carriera) di Niccolò Zanetti e dalle reti di Lorenzo Zerbato ed Emanuele Friggi. Legnago passato in vantaggio al 41° con Zanetti che gira al volo di collo sinistro mettendo la palla all'incrocio. Nella ripresa arriva il raddoppio con azione manovrata da manuale Viviani-Zanetti-Zerbato con quest'ultimo che appoggia in rete al 7° minuto. Il tris arriva su una respinta corta della difesa che Friggi insacca di prepotenza. Al 20° arriva il gol della bandiera per la carenipievigina con Zanardo che scatta da metà campo e batte con un rasoterra dal limite il portiere biancazzurro. Un minuto dopo traversa con inzuccata di Bigolin sul corner di Viviani e al 26' arriva il quarto gol di Zanetti che servito da Villanova, con un rasoterra, beffa Zonta. Alla mezz'ora ancora in gol Zanetti che ben innescato da Taylor fra passare il pallone fra le gambe del portiere per il 5 a 1 finale e suo tris personale. Adesso due trasferte consecutive per il Legnago, a Cordenons, battutto nell'andata a Legnago per 4 a 1 (doppiette di Barone e Zanetti), e a Feltre (pareggio nell'andata per 1 a 1 con rete di Barone). La squadra biancazzurra che ha evidenziato finora il mal di trasferta (8 sconfitte) deve far punti esterni per la salvezza diretta e battere nel giovedì antecedente la Pasqua la Vigontina che pur spacciata si è preso il lusso ieri di battere il Belluno 2 a 1.

Bella vittoria anche per la Virtus Verona in casa dell'Altovicentino (1-2) che regala i tre punti ed il quarto posto ai rossoblu di mister Gigi Fresco. Di Davis Mensah la rete che ha portato in vantaggio la Virtus sugli sviluppi di un calcio d'angolo al 16° ma Carbonaro trovava poi il gol del pareggio al 28° con uno splendido tiro dal limite che trafiggeva imparabilmente Sibi. Altovicentino che prima del pari aveva colpito anche due traverse. L'Altovicentino, nonostante la classifica precaria, fa la partita anche nella ripresa ma i rossoblu, grazie ad una fulminea ripartenza di Mensah sulla fascia sinistra, pesca Manarin al centro dell'area che di testa insacca 2 a 1 che regala la preziosa vittoria ai veronesi che espugnano così il glorioso stadio Dei Fiori al termine di una partita molto sofferta ma che regala i tre punti che permettono ai rossoblu di scavalcare l'Abano (sconfitto 4 a 1 a Noale) e di salire al 4° posto in classifica a +1 sui neroverdi. Virtus che domenica prossima ospiterà l'Este nono in classifica con 35 punti e ieri fermato in casa sull'1 a 1 dal Campodarsego.

Le altre gare in programma oggi hanno visto l’ArzignanoChiampo battere con un secco 2 a 0 il Montebelluna, l’Union Feltre vincere di misura con il Cordenons (1-0) e il fanalino di coda Vigontina battere a sorpresa il Belluno 2 a 1. Vigontina e Carenipievigina quasi spacciate con 19 punti, Altovicentino messo male a 28 punti, mentre dalla settima alla quart’ultima posizione ci sono racchiuse ben 9 squadre in soli 6 punti fra le quali anche il Vigasio e il Legnago appaiate a 33 punti. Il vetta al girone C del Campionato di serie D, sempre il Mestre con 72 punti davanti alla Triestina che non molla a 65 punti. Si mantiene al terzo posto il Campodarsego a 49 punti, mentre l'Abano è ora 5° a 44 punti scavalcato dalla Virtus Vecomp salita al 4° posto con 45 punti e sempre a +3 sull'Arzignano.

La redazione di www.pianeta-calcio 












Visualizzato(879)