ULTIMA - 21/1/19 - GLI ACCOPPIAMENTI DELLA COPPA DELEGAZIONE DI VERONA

Si è chiuso ieri il 1° turno della Coppa Verona 2018-19 riservata alla formazioni di Terza categoria, denominata “Memorial Gianni Segalla”, che ha visto il passaggio ai quarti di finale delle prime classificate dei 7 gironi, Lessinia, Saval Maddalena, Borgo Trento, Dorial, Gazzolo 2014, Roverchiara, Ausonia Calcio e la migliore seconda classificata
...[leggi]

PRIMA PAGINA

27/3/17
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. A) – 26^ GIORNATA

LA PAREGGITE COLPISCE ANCHE IL CAPOLISTA CALMASINO, OLTRE L’INSEGUITORE TEAM (SETTIMA ICS CONSECUTIVA!). NE APPROFITTA IL S. PERETTO, ORA A – 3 DALLA VETTA. BURE E VALDADIGE VINCONO LONTANO DA CASA. IN S.MARCO-MALCESINE (2-2) SFIDA CON TANTO DI DOPPIETTA IN BRACCIO AI BOMBER GIARDINO E TORMINE. IL S.ANNA BATTE IL CONSOLINI ALLO SCADERE E GLI AVVERSARI S’INFURIANO…

Nel girone “A” di Seconda categoria, in pratica, non è successo nulla di così eclatante, di così clamoroso. Una giornata, la 26ma, all’insegna della pareggite, la quale continua a restare inoculata nei bicipiti della squadra-cacciatrice – il Team San Lorenzo Pescantina di mister, l’antiquario valpolicellese, Gianluca Marastoni -. Infatti, per il “club del velodromo”, il quale dovrà mettere sul proprio conto anche le finali nazionali di calciotto, le quali vedranno impegnati circa una dozzina di suoi titolari e quindi la truppa sarà chiamata a un ulteriore dispendio di energie fisiche e mentali, settimo pareggio di seguito (gulp!).

Ieri, al velodromo, ha opposto resistenza il già salvo, il già pasciuto (ora è a quota 42) A.C. Cavaion di mister Moreno Battisti, in vantaggio sulla…Modena-Brennero col suo goleador Riccardo Modena, classe 1990, e raggiunto al 94mo dal bomber che cambia il pelo ma non il vizio, Raffaele De Vito.

Al “Belvedere”, intanto, il Calmasino di mister “baffo” Mario Marai (sempre assistito dalla tribuna dalla consorte, originaria di Acqualagna di Pesaro Urbino, patria del tartufo) è costretto, in casa sua, a rincorrere un vivace, frizzante Gargagnago di mister Gianni Pierno. In vantaggio, il “club delle 4 G”, per il gol all’incontrario realizzato da Dall’Ora, ma, poi, al pari grazie al graffio del riabilitatosi dalla febbre “Abba” Alberto Zanolli, l’”Albatros di Caprino” al suo 18° sigillo. Nuovamente a condurre la danza i “tricolori della Valpolicella”, dopo il rigore trasformato dal “ranista” Mattia Galvani. Ma, rete-riparatoria calmasinese, quella griffata da un altro grande bomber (assieme a Davide De Carli) bianco e verde, Juan Pablo Ometto.

“Calma” sempre primo a 51 punti, Team San Lorenzo che lo insegue ad una sola tacca di distanza, cioè a 50, quindi, a 48 si fa largo il San Peretto di mister Cristiano Oliboni. Le “giubbe rosso e nere” del club della frazione negrarese del diggì Nicola Righetti scavalcano per 1 a 0 la Pol. La Vetta di mister Alessandro Saiani: mattatore è l’ex paronese Gianmarco Portoghese, futuro avvocato.

Ma, attenzione: al 4° posto a 45 punti sgomita bene il BureCorrubbio di mister Giandonato Di Marzo, il mister in camicia e cravatta, tanto è dotto l’allenatore di Verona (zona stadio). I valpolicellesi violano lo specchio di acqua dolce di Lazise: 0 a 1 e la differenza, contro i blaugrana di mister Alfredo Brunazzo, la fa, su rigore, ancora Stefano Mignolli, ex Arbizzano, classe 1988.

Cavaion è a 42, più sotto, a 40, ecco il rinato Real Lugagnano di mister Fabio Di Nicola, uscito indenne dalla trasferta in quel di Pescantina, gara terminata sullo 0 a 0. Vittoria preziosa nel registro-salvezza per l’F.C. Valdadige della famiglia Cipriani: 1 a 4 al “Giampaolo Lonardi” di San Floriano di San Pietro In Cariano, patria della matricola Pieve. Per i pievani del presidente Giovanni Flora (& Fauna…), autografa il pallone della consolazione Vicentini. Per i valdadigini, invece, la caccia in rete tre volte il navigato (1982) Stefano Tommasi, mentre una sola (e basta ed avanza, o no?) il maturo (1983) Nicola Zanetti.

Il Sant’Anna d’Alfaedo conquista nella sua malga 3 punti preziosi con vista-salvezza, portandosi ora a – 6 tacche dalla preda Pol. Adolfo Consolini: e i “falchi” bianco-granata, liberati nel cielo dal falconiere croato Rino Sestan, conquistano l’intero bottino, non rispettando – a giudizio di Attilio “Attila” Zorzi che ci raggiunti in redazione, sfogandosi con una mail molto salata – il fair play (questo il testo inviatoci, sic et simpliciter, dall’ex F.C. Valgatara, Attilio Zorzi, appunto: “…correva il 90mo, quando il direttore di gara fischiava, ai limiti dell’area, un fallo di punizione – da tutti ritenuta giusta! Tutti si fermano, la palla giunge al loro centrocampista, il quale calcia e segna. L’arbitro convalida per la regola del vantaggio, nonostante avesse fischiato il fallo pochi secondi prima…E’ stato un gesto davvero spiacevole!”   

Fa tutto, per ciò che riguarda il tabellino dei marcatori, il Sant’Anna: segna un gol ortodosso con l’ex Valpolicella Calcio, il classe 1994 Elia Lenotti ed uno all’incontrario a firma di Michael Vallicella (1993). Poi, ancora la regolarità esecutiva grazie al gol di Riccardo Ledri, classe 1995. Si promette interessante, la sfida di domenica prossima al resort di Castelrotto di Corrubbio di Negarine, quella tra il BureCorrubbio e il Team S.Lorenzo Pescantina: il super ex di turno è mister Giandonato Di Marzo.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1326)