ULTIMA - 20/3/19 - GIANNI DE BIASI OSPITE DELL'AIAC DI VERONA

L'Associazione Italiana Allenatori Calcio sezione di Verona informa che lunedì 1° aprile 2019 con inizio alle ore 20:30 ci sarà un incontro tecnico-tattico di aggiornamento che si terrà presso l'aula 1 del palazzotto Gavagnin in via Montelungo n.7 in collaborazione con la Facoltà di Scienze Motorie. Il relatore dell'incontro sarà mister
...[leggi]

PRIMA PAGINA

10/4/17
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. B) – 28^ GIORNATA

L’ARES CALCIO VR SI “VENDICA” DELLA “REGINA” “MOZZE”, FA ANCORA SCACCO MATTO E SI LAUREA SUA “BESTIA NERA”. 3° SEMPRE IL VINCENTE LUGO, STACCATISSIMO “EL BORGO” BUON 4°. CADORE SALVO, “PONTE” MOLTO PERICOLANTE, LESSINIA SFOLGORANTE, PRIMAVERA CEOLINI-DIPENDENTE, AVESA STINTA DALL’ALPO CLUB ’98
 
In borgo Santa Croce, l’Ares  Calcio Vr si aggiudica anche il match di ritorno contro la già “regina” A.C. Mozzecane, e si conferma l’unica e la vera “bestia nera” dei “rosso e blu della Postumia” allenati dal mozzecanese Nicola Santelli. Aretini, dunque, unico neo sulla pelle liscia e vellutata di un’A.C. Mozzecane, il quale ha vinto quasi in carrozza il girone “B” di Seconda categoria. E che ieri ha perduto 3 a 1, dopo aver ribattuto con il 1991 Michele Sandrini al gol inizialmente realizzato dall’aretino Francesco Montolli (su rigore). Poi, hanno esultato gli altri due Francesco in forza al team guidato da Doriano “Il ghepardo” Pigatto: il “Conte de la Mambrotta” Pellegrini e il “gelataio” Savoia.

Il duello, ora per la difesa del 2° posto, i secondi della classe lo devono sostenere con quel Real Grezzana Lugo di mister “Zac” Antonio Ferronato, il quale ieri ha eguagliato in numero di vittorie (18) i suoi antagonisti aretini, andando a vincere a Lavagno in casa della Scaligera Sport Club del presidente Samuele Tosi e di mister Ivan Benin per 1 a 2 (reti di Christopher Taffarel e il “sublime” playoffer nero-verde Luca Bazzani); per i lavagnesi l’ha cacciata dentro il 1995 Alberto Vailati.

Al  5° posto si porta, operando un doppio sorpasso, quell’Alpo Club ’98 dal quale sinceramente dopo gli ottimi rendimenti di questi ultimi campionati ci si aspettava qualcosa di più di un posto in platea: i rosso-neri del presidente Carlo Parolin inguaiano l’Avesa HSM, sconfiggendola per 2 a 1 e relegandola all’ultimo posto in graduatoria. Sotto del gol avesano realizzato dal 1996 Claudio Lonardi, impennata d’orgoglio dei rosso e neri di mister Stefano Ferro, con reti di Cesare “Augusto” Rosellini e di Marco Meggiorini.
 
In zona salvezza, squillante colpaccio (5 a 1) a firma del Lessinia di mister Massimo Burato a spese dell’Atletico Vigasio del decano dei nostri tecnici, l’ex Catania Adelchi Malaman (in rete solamente con “Sambuca” Michele Molinari, classe 1982). Per i ragazzi del presidente Matteo Guglielmini e del rientrato alla base diesse Nicola Bonomi vanno a bersaglio due volte (e sempre su rigore) Victor Ama, classe 1989, Fabio Tezza, il classe 1999 Antonio Imperatrice…delle nevi di lassù… e Ngwa Godlove Funwi, classe 1989. 

L’U.S. Cadore di mister Ruggero “Bonaparte” Napoleone, battendo per 1 a 0 con il gol del solito bomber di questi ultimi tempi, Fausto Nardone (1993), il già sazio, pasciuto Rosegaferro di mister “El panocia” Simone Mirandola e del diesse Alberto Ruzzenente, si mette già quasi matematicamente in salvo con i suoi 30 punti.

Davvero pericolante il Ponte Crencano; che perde anche allo stadio per 0 a 3 per mano del Real San Massimo 2003 di mister Nereo “Rocco” Gazzani.
Ma, a pesare sulla condotta in campo dei ragazzi del diesse e mister, il funzionario bancario Nicola “Cips” Testi pesano i tanti infortuni e un’annata così balorda che più di così non può essere. Ce l’ha confidato lo stesso dirigente Gabriele Ferrari, il quale non rilascia interviste perché non saprebbe neanche da che parte iniziare. Michele Hartnek, Balla su rigore e Antonio Baldon: ecco, gli spietati quanto precisi mazzieri dei nero-verdi che con questi tre punti raggiungono la sicura salvezza. Sullo 0 a 0 il portiere neroverde Squarzoni ha parato un rigore a Luca Ottofaro.

In zona sacra Famiglia, gran riscatto della Primavera del “maresciallo dell’aeronautica” Michele Braone (ex Rosegaferro ed ex United Sona), la quale grazie all’ex Real San Massimo Nicolò Ceolini – più che azzeccato acquisto dicembrino assieme a "Giacca Admiral” Lino Bassan - raggiunge il gol realizzato dal “doriano raldonate” della Nuova Cometa guidata da Cristian Cordioli, l’ex lupatotino Luigi Marcazzan, classe 1996.

Al "Monterotondo”, il BorgoPrimomaggio di mister Massimiliano Signoretto e del team manager Enrico Sgreva strapazzano i simpatici e timidi “scoiattolini” bianco-granata del Corbiolo con un secco 3 a 0 (doppia di Francesco Dolci, classe 1991), preceduta dall’acuto pavarottiano di “Tommaso” Rocchi. Corbiolo di mister Paolo Mainente che può ancora contare sul recupero della gara della 27^ giornata da giocare in casa contro l'Olimpia Ponte Crencano giovedì 20 aprile alle ore 20.45.
 
Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1294)