ULTIMA - 22/1/19 - OGGI VIRTUS VERONA-PORDENONE, LE PAROLE DI MISTER GIGI FRESCO

Il Pordenone dopo il Monza. Calendario beffardo per la Virtus Verona che tre giorni dopo il match del Brianteo incrocia le armi della capolista del girone, reduce da dieci risultati utili consecutivi (oggi, fischio d'inizio ore 18.30). Ecco le parole del presidente allenatore rossoblu Luigi Fresco rilasciate ieri alla vigilia della partita: "A
...[leggi]

PRIMA PAGINA

24/4/17
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. B) – 29^ GIORNATA

ARES CALCIO VR E LUGO, GIA' AL 2° TURNO PLAY-OFF E SEMPRE SEPARATE DA 1 PUNTO. IL “DERBY DELLA POSTUMIA” VA AL ROSEGAFERRO (3-2 CONTRO “EL MOZZE”). IN CODA, K.O. PER CORBIOLO E PER LA PRIMAVERA SCONFITTA DAL LESSINIA. CONDANNATO L’AVESA, SALVO IL CADORE, “EL PONTE” CONTINUA A SPERARE DOPO IL SECONDO SUCCESSO DI FILA.
 
Con la testa, più o meno sotto l’ombrellone per la meritata vacanza post-trionfo, l’A.C. Mozzecane cede nel “derby della Postumia”, quello che l’ha visto confrontarsi contro un altrettanto pago – perché matematicamente salvo da tempo – Rosegaferro. Il quale “lima”, in casa propria, i campioni del girone “B” di Seconda categoria con un equilibrato e sofferto 3 a 2, visto che il gol-vittoria del 1988 Mattia De Nando è arrivato al 2° minuto di recupero. In vantaggio di due reti i rosegaferresi di mister Simone Mirandola: prima con il 1993 Andrea Zanoni e poi con il difensore ed ex della partita Mauro Bracci, classe anche lui 1993. Per i pasciuti mozzecanesidi mister Nicola Santelli hanno urlato gol il solito Luca Scarabello preceduto nell’impresa sempre lieta dall’acuto emesso dal bomber-cow boy Stefano Morandini.

“Mozze”, il quale resta al comando con il suo cospicuo capitale di 72 punti, inseguito (oramai inutilmente) a 66 dall’Ares Calcio Vr di mister Doriano Pigatto detto “Il Ghepardo” dai tempi in cui giocava con scatto felino attaccante del Pegognaga. Gli aretini si impongono per 1 a 2, quindi, tutt’altro che facilmente, in casa del Corbiolo di mister Paolo Mainente. Il gol del bianco-granata “scoiattolino”, il classe 1994 Nicola Scardoni, viene stretto a tanaglia dall’uno-due siglato da Francesco Montolli e da Francesco, il “Conte de la Mambrotta”, Pellegrini.

Vince anche il BorgoPrimomaggio del team manager Enrico Sgreva. E, i “draghi rossi” del feldmaresciallo Massimiliano Signoretto sbancano a San Massimo (0 a 2), in casa di un Real che non aveva certo tante motivazioni, vista la matematica permanenza in categoria già raggiunta dai ragazzi di mister Nereo “Rocco” Gazzani. In rete per i viola ci vanno “l’amaro” Giuliani (Alessandro, ex Olimpica Dossobuono), classe 1995, e su rigore il 1983 ex Nuova Cometa Carlo Agnolin.

Sono 66 i punti per l’Ares Calcio Vr e 65 per il Real Grezzana Lugo di mister “Zaccheroni” Antonio Ferronato. E  i “lupi nero-verdi” del diesse Domenico “El Meme” Veronesi, stravincono per 5 a 1 sul proprio sintetico a spese di un già in porto U.S. Cadore di mister Ruggero Napoleone. In rete, al 94mo con “il ciclista” Panizza, Lorenzo, classe 1995, ma quando oramai i 5 “puledri” lughesi (Brahim El Hamich, Mirco Benedetti, l’ex Quinto Sebastiano Tomellini, l’ex Sant’Anna d’Alfaedo Fabio Morandini e il classe 1994 Thomas Pollinari) avevano già lasciato la stalla.

Al quinto posto a 46 punti ecco l’Atletico Vigasio di mister Adelchi Malaman: 4 a 3 ieri, in riva al Tartaro, a spese dell’Alpo Club ’98 ed operazione-sorpasso compiuta ai danni dei rosso e neri dell’omologo Stefano Ferro. Per i ritornati “atletici” vigasiani hanno segnato Babacar, Alberto Bissoli (delizia e croce per via dell’autorete che farà seguito al suo gol), il neo-entrato nonché classe 1989 Martino Venturelli e l’ex “cubista” Luca Vecchiato. Per i rosso e neri del presidente e trattore Carlo Parolin hanno segnato “matusalemme” Giuseppe Finazzo, classe 1980, e l’ex Casteldazzano Marco Piacentini, classe 1986.

In zona-salvezza, l’Olimpia Ponte Crencano mette in cascina un’altra preziosa vittoria ai fini del raggiungimento della salvezza. In settimana, nel recupero, aveva battuto 0 a 1 (mattatore Pietro “Sheva” Bellè) il Corbiolo; ieri, invece, i ritornati degni di quest’aggettivo – “geniali pontieri” – hanno vinto per 0 a 1 sul parrocchiale di Santa Maria di Zevio, “casa” della Nuova Cometa di mister Cristian Cordioli. La differenza l’ha fatta uno che lavorando, fianco a fianco con lo stesso Bellè, in borgo Venezia, all’interno di un ufficio di brocker finanziario, non poteva che essere contagiato dai gol del capocannoniere dell’Olimpia Pontecrencano, Bellè appunto: parliamo di Andrea Righetti, detto “Il Bello”.
 
In conclusione, Avesa HSM e Scaligera Sporting Club non si fanno male. La gara termina sul 2 a 2, che sinceramente scrivendo non interessa proprio a nessuna delle due compagini. La vittoria avrebbe invece potuto tenere accesa la seppur flebile fiammella della speranza dei colligiani, i quali da ieri sera sono matematicamente retrocessi in Terza categoria. Tra i rosso-azzurri del diesse e dottore commercialista Mattia Trimeloni si salva l’ex Olimpia Pontecrencano Luca Abbey, classe 1995, autore ieri di una doppietta, ma, senz’altro l’elemento più interessante del club del vice-presidente, il bolognese “Conte Bentivoglio”, Carlo Bona Veggi. Per i lavagnesi del presidente Samuele Tosi e di mister Ivan Benin hanno fatto “bingo!” Dal Molin e Riccardo Baldi (costui su rigore).

Il Lessinia compie un bel balzo in avanti, vincendo per 3 a 1 contro la Primavera e sbarazzandosi della stessa per cercare ossigeno in classifica. Ma, non solo: rimane agganciato a quota 26 all’Olimpia Ponte Crencano, con il quale si contenderà il quint’ultimo posto assoluto ma non si risparmierà  l’accesso all’appendice ulteriore dei play out. Per i geograficamente più posizionati a Nord allenati da mister Massimo Burato, segnano Victor Landry Ama, Antonio Imperatrice, preceduti dal compagno Fabio Tezza. Per il “club delle 11 rondini” guidate da Michele Barone segna solo il commercialista Gabriele Franchi, classe 1988.

La classifica, vista dal basso verso l’alto, vede l’Avesa al 16mo posto, preceduta a 23 dalla Primavera, quindi, il Corbiolo a 24, infine, la coppia a 26, quella formata da Lessinia ed Olimpia Pontecrencano. Queste 4 squadre si giocheranno la salvezza ai play-out.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1250)