ULTIMA - 18/1/19 - TEAM S.LUCIA GOLOSINE, RAMPA DI LANCIO DEI MISTER. E, NON SOLO!

Una particolarità che contraddistingue il Team S.Lucia Golosine del presidente Giuseppe "l'Elettrico" Bettini è che negli ultimi 10 anni sono passati, anche a fare tirocinio, i mister più prestigiosi del nostro calcio. Parliano di Gigi Possente, poi approdato al Trento, di Cristian Soave, ora "timoniere" del
...[leggi]

PRIMA PAGINA

12/9/17
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI PROMOZIONE – 1^ GIORNATA

“POKER” CARAIBICO  LUPATOTINO, FANTASTICO DEBUTTO CROZZINO, POL. VIRTUS CORSARA, ALBA LUCCICANTE, OPPEANO CONVINCENTE

Finalmente, un girone “A” di Promozione che non parla solamente il veronese: non succedeva da anni ed è bello assistere al confronto con altre scuole del nostro rigoglioso Veneto. Al “Giobatta Battistoni” “poker” caraibico dei lupacchiotti sguinzagliati da mister Lucio Manganotti – fa anche rima! -, considerato il 4 a 0 secco rifilato al Povegliano del mister, l’indio Marco Pedron, il quale in Coppa aveva fatto tutt’altro che male. Doppia di Nicola Avesani, la punta che ha trascinato i bianco-rossi “de le boche” dalla 2^ categoria fin qui, preceduta da Santhos Corazza, l’ex sanmartinese ed Albaronco, e da Creati (se avesse la doppia “t”,  sarebbe l’omonimo del difensore Creatti, quello del Cagliari scudettato di Gigi Riva, Nenè, Gori, Boninsegna, Martiradonna, Mancìn, il veronese Pier Luigi Cera, altri fenomeni  a disposizione di mister Manlio Scopigno, campionato ’69-’70).

In riva al Piganzo, miglior debutto non poteva arridere all’A.C. Oppeano del potente immobiliarista Luca Agnolin (amante delle auto fuori serie) e del nuovo trainer, l’ex Hellas Verona Stefano Ghirardello: il gruppo è stato di gran lunga rimpolpato da volti nuovi, per mano dell’ex mancino a lungo del Raldon, Paolo Cazzola. La vittima sono i rodigini del Badia Polesine di mister Susto, abbattuti da un missile terra-aria esploso dal giovanissimo Cristian Rogano, gioiello del vivaio biancorosso fratello dell’ex crozzino e giovanili del Padova Manuel, promosso con l’ACD Roverchiara, con il quale l'anno scorso aveva conquistato la Coppa Verona e guadagnato lo storico ingresso dei gialloblu del “Basso Adige” in Seconda categoria.

In via Lussemburgo, l’U.S. Croz Zai di mister Peter Taccardi, controfigura del “sergente” migliore dei marines, gode per la vittoria casalinga nel debutto e a spese del più navigato, storico A.C. Lugagnano del riconfermato trainer Luca Mancini, da Costermano, ex Chievo di serie C. La differenza la fa Karin Twil, classe ’95, uno dei pochi “reduci” dall’emorraggico esodo di chi aveva storicamente trionfato nei giallo e blu crozzini. Il diesse Germano Pistori ha dovuto ribaltare come un guanto la “rosa”, agendo per il suo 90% e ricostruendo praticamente tutta la squadra del presidente Gianpaolo Gaspari.

La Pol. Virtus di mister “Freud” Andrea Scardoni va a vincere lontano da borgo Venezia, esattamente a Longare, nell’alto Vicentino. 0 a 1 e la differenza per i rossoblu la fa l'ex Ambrosiana Alin Birlea. A San Gregorio di Veronella, finisce 1 a 1 tra i cavalponici affidati quest’anno a mister “Mou” Mario Colantoni e la terribile (per potenza e qualità dei suoi singoli effettivi!) matricola Albaronco del presidente e mister, il giovane Davide Mazzo, ex trainer degli Juniores albaretani (quindi, un mister fatto in casa, cresciuto a Ronco all’Adige). Bussa il commercialista con tanto di studio in borgo Milano, l’ex U.S. Provese Matteo Soave, risponde “El Prinsipe”, al secolo Andrea Mileto, ex zeviano.

All’”Esterino Avanzi” ottimo debutto anche per l’Alba borgo Roma del nuovo condukator, il vicentino Gianfranco Brendolan (ex Provese, Aurora Cavalponica e Montecchio Maggiore): 1 a 0 all’ex Sarego, la nuova e vicentina Seraticense di mister Cortellazzi. Mattatore il giallo-rosso “Coca Cola”, perché segna gol con tanto di bollicine, Vilnis Coku, classe 1996 giunto dall'Aurora Cavalponica. Finisce 2 a 2 a Garda, tra i rosso e blu di mister, il mantovano Gian Luca Corghi e la Montebaldina del nuovo trainer Gabriele “Tim” (per il negozio di telefonini che gestisce in prossimità dell’orologio della Bra) Gambini (ex mister dell’Alba Borgo Roma). E’ un derby tra due società assai vicine geograficamente, al caprinese Rizzi fa rima il gardesano Dorizzi, al forte marocchino Mohammed Rkaiba replica per il Garda il brasiliano Jeronimo  Soares.
 
Il CastelbaldoMasi, al debutto in Promozione, contro il già rodato A.C. Cadidavid del pluridecorato mister Fabrizio Sona, la matricola basso-padovana guidata dall’ex spallino (ex pupillo di Giobatta Fabbri, il quale lo lanciò appena 16enne in serie C), ex Cittadella Luca Albieri, e squadra sponsorizzata dal potente imprenditore nel campo del recupero dei matriali ferrosi, l’allenatore patentato Uefa B Michele Ottoboni, da Menà di Verona – ex presidente, ricordate dell’Aries Menà Castagnaro - ebbene, i forti rosso e blu del diggì, l’avvocato ferrarese Massimiliano Rizzati (hanno giocatori ex A.C. Oppeano,  vedi il 1996 Luca “ricciolino” “Dybala” Migliorini, studente di Chimica, e la “Gru”, ex anche Altopolesine, lo juventino, studente d’Economia a Ferrara, il  classe ‘98 Pietro Princi su tutti), creano parecchie occasioni da rete (la più ghiotta il clamoroso palo al 92°), ma trovano il varco due sole volte, con l’ex A.C. Oppeano Riccardo Mazzola, classe ’99, e con l’ex giovanili del Chievo e l’ex Rivereel, Guido Manfrin, classe ‘95. E, sempre costretti alla rimonta i castellani. Per i bianco e blu cadidavidesi del diesse Adelino Biondani l’ha cacciata dentro il vigasiano Davide Falavigna, autore di una bella doppietta.
 
Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1449)