ULTIMA - 24/5/19 - FABIO BRUTTI (CALDIERO): "LA ROSA NON SARA' STRAVOLTA"

Per il giovane direttore generale del Calcio Caldiero Terme, l'ex portiere Fabio Brutti, al suo 7° anno consecutivo nel direttivo team giallo-verde termale, la società del presidente Filippo Berti è in continua crescita di gioco e risultati: "Sono contentissimo" ci confida Brutti "di come abbiamo giocato quest'anno, facendo
...[leggi]

PRIMA PAGINA

25/9/17
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI ECCELLENZA – 3^ GIORNATA

VITTORIE RINFRANCANTI PER TEAM S.LUCIA, VILLAFRANCA E SAN MARTINO SPEME. PER CALDIERO, VIGASIO E BELFIORESE CADUTE PESANTI
 
La 3^ di andata del girone “A” di Eccellenza vive delle vittorie esterne del Team Santa Lucia Golosine, sempre più Emilio “Eliseo” Brunazzi dipendente, del Villafranca, del Bardolino e della matricola San Martino-Speme di mister Pippo Damini.

A Sona, gli “aquilotti” bianco e blu rionali si impongono per 1 a 2, dopo che Marco Raimo aveva lanciato i proclami di vittoria dei ragazzi di mister Marco Tommasoni e Manuel Leardini - ancora in gol! – aveva momentaneamente pareggiato per i rosso e blu di trainer Gigi Possente. Ma, l’allungo reca la firma di un bomber di razza, 30enne ad ottobre, “promosso” sul fil rouge del calcio mercato dalla Prima categoria (l’SSD ValdalponeRoncà) al Team, Emilio Brunazzi; il quale segna in mezza rovesciata. Della serie: ma cosa vuoi di più dalla vita?

A tener bada, a 7 punti, agli alto-vicentini del Cartigliano, il Villafranca di mister Alberto Facci: ieri i blu amaranto si sono permessi il vanto e il lusso di andare a fare la voce grossa – 2 a 3 – in casa di una delle papabili alla vittoria: il Pozzonovo di mister Massimiliano Sabbadin. Il 1994 Bilal Boudraa e Jose Orlando Pasetto per i padovani; i quali segnano anche all’incontrario col difensore Filippo Zanforlìn, classe 1999, facilitando così l’impresa ai “castellani” del diesse Mauro Cannoletta. I quali vanno a bersaglio con il nuovo entrato Gomes Elluan "Oba Oba" Martins (99) e con il 1990 Filippo Tanaglia.

Il Bardolino di mister Matteo Fattori reca un dispiacere, 1 a 2, al Caldiero Roberto Piuzzi. I lacustri passano in vantaggio grazie al fantasista classe 1991 ex Virtus Salvatore Ciadamidaro, poi, vengono raggiunti dal “termale” Lorenzo Zerbato, infine, debbono arrendersi per un’artigliata sferrata dal 1992 Alberto Filiciotto dal dischetto. A Marostica, altra battuta d’arresto per gli alto-vicentini di mister Belardinelli: 0 a 3 e passano i padovani della Vigontina San Paolo guidati da mister Giuseppe Camparmò. Marcatori: Mattia Topao “meravigliao”, il neo entrato Diego Papi e Fabio Cazzadore.

Primo successo dell’U.S. Provese (matricola di Eccellenza) di mister Giovanni Orfei, la quale in 3 gare non ha mai perduto, contro la matricola F.C. Valgatara di mister Jody "Scheckter” Ferrari. A Matteo Rambaldo, ex caldierese ed ambrogino, succede il giovane classe 1998 Zanaga: un cognome che evoca un bomber rodigino in forza al Legnago Salus di “patron” France Salvatore, l’”avvocato nel pallone” di origini salernitane.

Squillante, devastante il 5 a 1 rifilato dal Montecchio Maggiore di mister De Forni e di “patron” Romano Aleardi rifilato sul groppone del Valdagno di mister Filippo Lelj. Al quale resta l’onore del gol-consolazione firmato nel finale da Critelli. Ma, prima era passato il fiume di gol montecchiesi inaugurato dal 1998 Matteo Casarotto, seguito da Pilan e Benetti, concretizzato dalla doppia (anche su rigore) realizzata da Calgaro.
 
All’”Umberto Capone”, seconda – e piuttosto cocente – battuta d’arresto dei “Guerrieri del Tartaro” di mister Gianluca Manini: 1 a 2 e passa il Cartigliano di trainer Alessandro Ferronato, trascinato dal solito Edoardo Di Gennaro, classe 1993, neutralizzato da Stefano Coraini, e rivalutato dall’urlo emesso da Pellizzer che mette al tappeto i "guerrieri" del presidente Cristian Zaffani.

Primo successo stagionale della matricola San Martino-Speme: succede a Belfiore d’Adige contro i locali di mister Roberto Maschi, ma, dopo che a scuotere la rete era stato per primo il biancazzurro Marconi. E’ di Giacomo Boseggia la doppia vincente, quella che aggiudica i 3 punti ai san martinesi del bravo trainer Pippo Damini che è stato anche un bravo giocatore nerazzurro in passato.
 
Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1978)