ULTIMA - 21/5/19 - MARCOLINI SCARPA D'ORO, PASSARIELLO SUPER-BOMBER DI TERZA

Si sono chiusi tutti i campionati dilettantistici della nostra provincia dall’Eccellenza alla 3^ categoria che hanno laureato i nuovi capo-cannonieri dei vari gironi e la nuova scarpa d’oro 2018-19, queste tutte le classifiche finali. In Eccellenza, dove si sono giocate 32 partite, chiudono appaiati in vetta a 16 reti Mariano Mangieri del Pozzonovo ed
...[leggi]

PRIMA PAGINA

25/9/17
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. B) – 3^ GIORNATA

FINALMENTE I CUORI IN…ALPO! RISVEGLI ANCHE DI GABETTI VALEGGIO E CASTELDAZZANO. SCALIGERA LAVAGNO SEMPRE IN VETTA, AUDACE E SOMMACUSTOZA SPRINTOSE!

Sempre al comando, ma questa volta da sola e a punteggio pieno, la Scaligera Lavagno di mister Ivan Benin. Ieri, rocambolescamente vittorioso per 4 a 3 nella sua Lavagno, a spese di una Primavera che pareva essere sbocciata troppo prematuramente. Il classe 1986 Manuel Campana, ex anche del Giovane Santo Stefano, doppia dell’ex soavese Stefan Gonta, classe 1990, e di nuovo assolo di Mattia Baltieri per i lavagnesi del presidente Samuele Tosi, a fronte degli acuti primaverili emessi dai giocatori dell’avvocato e mister Simone Ghirotto, ossia dal "Conte" Marco Albertini, dal classe 1989 Andrea Azzolini e dal neo-entrato – al posto di Fornalé – Piccinato.

Alternanza di reti a Negrar, tra il San Peretto di mister Franco Tommasi e la Nuova Cometa dell’omologo Cristian Cordioli, Luca Saoncelli e Denis Mignolli per i “doriani raldonati”, per il San Peretto Matteo Ferrari '93 (ex Valga e Pedemonte) ed Elia Mignolli '94 (ex Valga, Caldiero e Vigasio), due frecce all'arco delle “giubbe rosso e nere” dell’assicuratore Nicola Righetti.

Freccia azionata fuori casa per la neo-retrocessa Audace calcio del nuovo traghettatore dei rosso-neri blasonati, Matteo Meneghetti, ex crozzino: e tre frecce sanmichelate che vanno a far centro a Palazzolo, contro la sagoma bianco e viola dello United Sona P.S.G. di mister Paolo Tinelli, ex Castelnuovosandrà giovanili. Per gli audacini segnano Castelli Andrea (92, ex Union Grezzana), Gasparato Francesco (80, ex Croz Zai) e Cacciatori Mirko (96, ex Virtus ed Intrepida); per i palazzolesi del presidente Renato Lago, invece, aveva illuso, per via del suo acuto emesso prima degli altri, Johnny Montresor.

Nicolò Bolla e un colpo di Stefano Sperani, sferrato dal dischetto degli 11 metri, bastano ed avanzano per permettere ai “tamburini sardi” del nuovo presidente Stefano Pisani – Moreno Trevisani, dopo 9 stagioni, ha deciso di retrocedere al ruolo di vice-presidente – di maramaldeggiare in quel di San Massimo, in casa del Real del paraguagio trainer Gregory Donadel. Primo successo stagionale in riva al Mincio della Gabetti Valeggio di mister Giandonato Di Marzo: 2 a 1 rifilato all’Ares calcio Vr, il quale, senza più il suo allenatore Doriano “Il Ghepardo” Pigatto,  sembra un cavallo che corre il palio non scosso dal suo driver, dal suo fantino. Fa un certo che vedere la squadra che nelle ultime 3 stagioni ha lottato con il coltello tra i denti per salire in Prima categoria – gli aretini, appunto – giacere malinconicamente sul fondo della bassa classifica, ancora a secco di punti e di vittorie! Doppia di Luca Ottofaro per i valeggiani del presidente Gianni Pasotto, mentre Martini brinda al solo suo gol segnato dal dischetto gessato.

Lascia il frizer dei zero punti e dei zero gradi di entusiasmo il Casteldazzano di mister Riccardo Adami, piombato dal “D” al girone “B”: 2 a 1 alla Pol. Rosegaferro di mister Simone “El pano” Mirandola, ed in rimonta (Azuka e “Amaro” Giuliani). Per i rosso e blu del diesse Alberto Ruzzenente, aveva illuso per quel gol realizzato prima degli altri marcatori avversari dal promettente 1998 Diego Scrinzi.  

Al “Monterotondo”, il BorgoPrimomaggio non ce la fa a piegare il braccio della resistenza – 1 a 1 – oppostogli dalla convalescente Olimpia Ponte Crencano di di mister Michael De Santis. Denis Torni per i “draghi rossi” borgatari di trainer “Titti” Tiziano Salvagno, Pietro “Sheva” Bellé, invece, per i “geniali pontieri” del dirigente Gabriele Ferrari. Prima mezz'ora ad armi pari ben battagliato il match che trova il vantaggio viola a filo di palo con bella incornata. In gran spolvero il gialloblu Matteo Furlani classe '94 che dialoga bene con capitan Biondani e creano interessanti palloni in profondità, su uno di questi arriva quello per il pareggio di Bellè.

“Ecce victoria!” per l’Alpo Club ’98, macchiatosi di due prime gare non certo da battistrada: l’undici di mister Stefano Ferro  piega, quel tanto che serve, e cioè 1 a 0, l’U.S. Cadore del trainer dal cognome più “imperioso” in circolazione (dopo quello di Cesare, però!)  che si possa immaginare, ovvero Ruggero Napoleone. E, ci riesce con l’ex quadernese, il classe 1995 Fabio Sersa.
 
Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1974)