ULTIMA - 21/4/19 - BUONA PASQUA 2019 A TUTTI I NOSTRI LETTORI

La redazione sportiva di www.pianeta-calcio.it, assieme al suo direttore responsabile Andrea Nocini e a tutti i suoi collaboratori, porge a tutti i nostri sempre più numerosi lettori e lettrici, ai suoi fedelissimi sponsor, i migliori auguri di una serena Pasqua da trascorrere con i propri
...[leggi]

PRIMA PAGINA

30/10/17
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 1^ CATEGORIA (GIR. B) – 8^ GIORNATA

SEMAFORO GIALLO ALL’ANCORA CAPOLISTA COLOGNA, L’ISOLA RIZZA ACCORCIA A -2. POZZO  DA TRASFERTA, VALDALPONE E NOGARA IDEM, RISVEGLIO DEL TREGNAGO. INTANTO, SI FA MINACCIOSA LA PRO SAMBO!
 
Il pareggio – 1 a 1 – all’”Emilio Steccanella” di Cazzano di Tramigna – ottenuto dall’A.C. Cologna Veneta di mister Salvatore Di Paola consente ai “giallo e blu del mandorlato” di occupare ancora lo scranno più alto del girone “B” di Prima categoria. E’ sempre il cazzanese bomber Christian Turozzi, il “gol da lui è sempre di casa” (per via della sua professione di immobiliarista), a rompere le acque a favore degli alto-valligiani di mister Adriano Laperni e del Presidentissimo (oltre 40 anni di dirigenza consecutiva) Lucio “IV” Castagna. Bomber Fabio Sinigaglia, a 5 minuti al termine, agguanta il pari definitivo, che proietta i gialloblu a 20 i punti in 8 gare totalizzati dai colognesi.

Fa paura il 6 a 1 dell’A.C. Isola Rizza - ora secondo a quota 18 punti - dell’umile quanto taciturno, riservato trainer Stefano Sacchetto: in riva al Piganzo  la sestina magica piove ai danni del malcapitato Bevilacqua di mister Mirko Dalle Ave, il quale sta, come i crisantemi dopo le solenni festività che ci accingiamo ad osservare,  lemme lemme sfiorendo, facendosi prendere al 5° posto a 13 freccette dalla lanciata Pro Sambo. “La nostra” aveva detto una sera di fine agosto al bar Roma di Isola Rizza “Maserati” Roberto Vesentini da Tombazosana, dirigente dei biancazzurri, nonché padre di Michel, la punta classe 1992 (autore del sesto gol biancazzurro) e suocero di Rigoni, riconfermato al Genoa, l’ex Chievo, “è una squadra di atleti talentuosi”.

E, i fatti, per ora, stanno dando ragione piena allo specialista nel far rilucere i sorrisi alla dentifricio Durbans sulla bocca dei suoi pazienti. Nel tabellino dei numerosi marcatori – ben 7! – si stacca per la “Cremonese della Bassa”, il solo ex montecchiese Stefano Provoli, classe 1995, cognome che invita a mangiare il formaggio tanto caro a Topo Gigio. Poi, il carnet realizzativo è tutto in bianco e azzurro, con le prede cacciate dall’ex Valdalpone Matteo  Granetto, il difensore 1998 Andrea Badia, l’ex oppeanese Riccardo Gusella, Massimo “Shampoo” Mantovani e Othmane El Qorichy. Oltre al già citato Michel “Platini” Vesentini.

Terzo, a 17 punti, l’allegra brigata del Nogara di mister Walter Bampa: mercoledì sera siamo stati a cena dei “cosacchi bianco-rossi” e si è davvero respirato un clima di gioioso divertimento e tanto affiatamento. Merito, forse, anche dei 4 mantovani che quest’estate hanno raggiunto il basso Tartaro, ossia, Diego Grigoli (1992), Yuri Gallo (ex Curtatone Mn) – alla pari di Grigoli anche ex Primavera del Mantova -, Marco Garutti (ex Vigasio, classe ’91) ed Emanuele Scandiuzzi, classe ’90, ex anche Legnago Salus. Ma, i più scatenati avventori tardo-serali del bar”Piazzetta”, nel cuore di Nogara, sono Christopher Negrini, Alain Parolin, Davide Dissaderi (1996), lo stesso Yuri Gallo (“’na brasa cuerta”), “rapiti” come sono, quasi estasiati, dalla beltà delle bar-woman, delle veline, su tutte la Monia versione capelli biondo-oro platinet e molto corti.

Tornando alla cronaca, a San Giovanni Ilarione non era facile fare punti contro i ragazzi di mister Sereno Ferrari: i bianco-rossi nogaresi del presidente Andrea Martini ci sono riusciti, 1 a 2, grazie al gol in apertura di gioco di Giacomo Bissoli, classe 1987, gol neutralizzato dal centro effettuato dal biancazzurro locale classe 1993 Bruno Faedo su rigore, e dalla zampata sferrata dall’ex sanmartinese e Lugagnano Antonio Corbo, classe 1994.

Altra vittoria convincente (0 a 4) dell’SSD ValdalponeRoncà di mister Salvatore “Totò” Mantovani: il “poker” viene calato nella “Bonbonera” di Zevio conto i bianconeri di mister Francesco Marafioti, e al bersaglio vanno a turno il soavese, classe 1994, Federico Braggio, il veronellese “Varenne” Giovanni Lorenzi, un gol all’incontrario firmato da Gomis ed infine Murizi.

Vittoria ossigenante per il Pozzo di mister Stefano Paese: 0 a 1 dei rosso e blu a Lonigo, e la differenza la fa Marco Masconale. Con questi tre punti i ragazzi del presidente Roberto Praga lasciano la maglia nera del girone al Boys Buttapedra ed agganciano la Scaligera al penultimo posto a quota 5 punti.

Si risolleva anche il Tregnago di mister Antonio Bogoni, falcidiato fino ad ora sentendo la campana giallo e blu del diggì Andrea “Re” Defazio da partite in cui tutto non è girato per il verso giusto: a Buttapietra, 1 a 3 per i giallo e blu alto-valligiani, ma, la sveglia suona dopo che il Boy “Carletto” Muraro aveva mandato la sfera alle spalle di Simone Peretti. Filippo Menini, bomber ex ValdalponeRoncà, suona il corno della riscossa, imitato da G. Luis Andres Bejar e dall'ex Belfiorese Andrè Jacopo Beltrame. Compagno di classe, alle Superiori, della figlia di Roby Baggio.

Al “Renzo Tizian”, pioggia di reti – ben 8! – nel 5 a 3 con cui la lanciata Pro Sambo di mister Marco Burato ha licenziato il Casaleone dell’omologo Pippo Crivellante. Luca Pasquali, fresco padre (ma anche Massimiliano Urban è da poco felice papà; mentre altri sono in attesa di diventarlo: “Da noi” spiega il presidente casaleonese Marco Faella “l’acqua è buona!” Anche qualcos’altro, aggiungiamo noi), l’immarcescibile Dimitri Parolin, l’”airone di Campalano di Nogara”, infine, il minerbese “Sky” Alessandro Guerra: ecco i precisi mazzieri giallo e blu. Doppia di Luca Migliorini, assoli di Patrick Okonji, Bressan e di Jacopo Dall’Omo, invece, per la Pro Sambo del dirigente Claudio Fattori.

Al “Pelaloca”, 1 a 1 tra l’Atletico Città di Cerea e la Scaligera del nuovo mister Claudio Sganzerla. Per i neo-ceretani di mister Luis Gustavo Passera, esulta l’ex Atletico San Vito il 1995 Alessandro Modini; su rigore Girardi raggiunge il pari per i giallorossi. Ma, ancora isolani insidiati dalle sabbie mobili della classifica impantanata alla vigilia dell’arrivo dell’Isola Rizza!

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1531)