ULTIMA - 20/3/19 - GIANNI DE BIASI OSPITE DELL'AIAC DI VERONA

L'Associazione Italiana Allenatori Calcio sezione di Verona informa che lunedì 1° aprile 2019 con inizio alle ore 20:30 ci sarà un incontro tecnico-tattico di aggiornamento che si terrà presso l'aula 1 del palazzotto Gavagnin in via Montelungo n.7 in collaborazione con la Facoltà di Scienze Motorie. Il relatore dell'incontro sarà mister
...[leggi]

PRIMA PAGINA

6/11/17
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. D) – 9^ GIORNATA

IL GIPS ARRESTA IL SANGUINETTOVENERA, L’ATLETICO VIGASIO RIGORASEMENTE “CORSARO” A CONCAMARISE, RISVEGLI ALBARETANI E SUSTINENTESI. LA “SESTINA” RALDONATE FA LIEVITARE I “RAMARRI”, COLPACCIO ED AGGANCIO DEL CORIANO A CA’ DEGLI OPPI

Doveva, prima o poi, accadere: se l’aspettava il suo vice-presidente, il ristoratore Andrea Ceresoli, vulcanico come il massimo dirigente dell’Ascoli di mister Carletto Mazzone, l’ing. Costantino Rozzi; passionale come il pisano Romeo Anconetani, cui la “città della torre pendente” ha cointestato lo stadio “Arena Garibaldi”. Anche se, in cuor suo, “El Cere” cercava, come non capirlo?, di pagare dazio del lunghissimo magic moment, di così tanta e fitta manna dal cielo il più tardi possibile, non certo alla vigilia del “derby” con i dirimpettai dell’A.C. Concamarise. Pure loro scornati al “Roberto Bortolotto”, per 0 a 1 dall’Atletico Vigasio, ora gentil dama di compagnia dell’ancora incontrastata capolista sanguinettese (+4 ora il distacco dagli atletici vigasiani), e medaglia d’argento di questo incerto – in testa – girone “D” di Seconda.

“El Conca” di mister Simone Marocchio perde una gara equilibrata, in cui era già chiaro che chi avesse segnato per primo – alla pari di una finale di Champion’s League – l’avrebbe di certo spuntata: ancora orfani del centravanti, quel lungagnone di Michele Martinelli (frattura del braccio), classe ’94, ex Boys Buttapedra, gli atletici vigasiani di mister Saccomani trovano la breccia del gol sulla soluzione che più dà fastidio a chi è costretto a metabolizzarla (mai!): il penalty. Alla traformazione non fa cilecca Adami ed è sorpasso tra le due ex seconde pari classificate, oltre che tappa di avvicinamento alla fuggiasca Sanguivenerabile.
 
Il Gips Salizzole di mister Pasquale De Lauri recupera dall’infermeria gli incerottati Odaro – fantastica tripletta per il nigeriano ex Nogara! – e Zago, e reca il primo dispiacere – 3 a 2 – all’”Invincibile Armata” sanguivenerabile, fino a ieri, di mister Antonio Marini. Che risponde con i centri di bomber Matteo Bedoni e con Genco. Si gode la vittoria, il presidente rossoblu Leonello Migliorini, che in settimana aveva detto: "Sono fiducioso, anche perchè noi siamo sempre stati la "bestia nera" dei venerabili e perchè prima o poi anche loro dovranno prima o poi perdere qualche partita. Spero proprio che succeda proprio domenica a Salizzole, sarebbe per me proprio un bel regalo fatto dai miei ragazzi." E così è stato!
 
Un altro 6 a 0 - dopo quello identico patito per mano del "Conca” - pende sul capo della simpatica matricola del Roverchiara di mister Denis Guerra: capita a Raldon, dove l’undici nero-verde di mister Silvio Donadello sta totalizzando punti su punti ed ora i “ramarri” sono belli quarti a 16 punti. Al poligono del tiro non falliscono Dorjan Molla, doppia per lui, bomber Simone Garofolo (1994), Grossule, Rondelli e il 1987 Daniele Bendazzoli.
 
All’”Orvile venturato”, capitola – per la 5^ volta stagionale – il Bonavigo di mister Gianluca Corso: 1 a 4 e si rialza in piedi, come Ercolino sempreinpiedi, il Sustinenza del trainer nogarese Andrea Bertelli. In vantaggio, attenzione, per primi i biancazzurri bondicensi, grazie a Ferrigato; poi, è valanga-Celeste, con bomber Alessandro Pasotto, il 1982 Marco Calian, il neo-laureato (in Economia Aziendale, triennale), l’angiarese Alessio Righetti (1995) e il 1994 Manuel Leardini. Si spera che per la “Celeste della Bassa” sia passato il periodo-nero di un inizio di stagione che si preannunciava ben diverso da quello fino a ieri l’altro intrapreso.
 
In ritardo sulla tabella dei pronostici, se è per quello, anche il Bovolone del presidente Claudio Bissoli: ieri, al “Cavallaro”, 2 a 2 dei “mobilieri” allenati da “El Ciopa”, Devis Padovani, contro la matricola Bonarubiana. Vantaggio del club con campo di gioco a Bonavicina, allenato da Luca Mayate, grazie al 1986 Andrea Rossetti, aggancio bovolonese con l’albanese Henry Aruci (1990), quindi, sorpasso rosso e blu grazie a Chiavegato. Infine, pari definitivo della “Bona” con firma di Tahiri.
 
Si rilancia bene il Coriano di mister, il “sergente di ferro” belfiorese, Andrea Turozzi: vittoria, 0 a 1, in quel di Cà degli Oppi, dove la differenza la fa nel primo quarto d’ora Sinigaglia. Anche il quotato Albaredo la spunta a Villabartolomea: 1 a 2, con doppia di Luca Pasìn (raddoppio al 95mo, gulp!), mentre per i bianco-neri de “La Villa” del presidente Andrea Beozzo aveva illusoriamente pareggiato Mattia Romani “SPQR”, classe 1991. Villabartolomea e Roverchiara ancora sul fondo della classifica abbracciati a quota 4 punti. 2 in meno del Bonavigo, 5 sotto la coppia Cà degli Oppi-Coriano.
 
A Maccacari, 1 a 1 tra i Boys Gazzo di mister Matteo Gobbetti e la “rivelazione” del girone – perché matricola ed ora al 5° posto ex aequo a 15 col Gips - Aurora Marchesino del trainer Andrea Calzolari. Al giallo e blu marchesinate Dalle Vedove rispondono i Boys in nome della…Rosa (Matteo, ex Casaleone.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1377)