ULTIMA - 23/1/19 - LA VIRTUS VERONA CEDE CONTRO LA CAPOLISTA PORDENONE (1-2)

Per l'ennesima volta la Virtus Verona di mister Gigi Fresco viene beffata nei minuti finale della partita dopo essersi battuta alla pari contro la capolista incontrastata del girone B di serie C, il Pordenone di mister Attilio Tesser. A decidere la sfida a favore dei neroverdi friulani è stata una rete del 38enne Emanuele Berrettoni, ex Hellas Verona,
...[leggi]

PRIMA PAGINA

13/11/17
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. A) – 10^ GIORNATA

LE “ZEBRE” BIANCONERE SONO PIU’ FORTI DEI “FALCHI”, PESCANTINA SETTIMO SEMPRE PRIMO E ORA A +3 DAL LAZISE. AL 3° POSTO IL TRIO JUVEVENTINA., REAL LUGAGNANO E CAVAION. IL CORBIOLO ESPUGNA CASSONE, IL CONSOLINI ESORCIZZA IL SAN MARCO. PARI DEL PASTRENGO A BURE.
 
Alquanto combattuto anche il girone “A”, quello cosiddetto del lago. Continua a difendere, ed anche con un certo cipiglio, una certa autorità, il primato in classifica, una delle due fino ad ora imbattute squadre della nostra Seconda categoria: il PescantinaSettimo (l’altra è il Montorio, capolista del girone “C” veronese-vicentino).

I bianco-rosso e blu del presidente, l’irremovibile, l’autorevole massimo dirigente Lucio Alfuso, vincono anche a Colà, in casa della matricola sponsorizzata dalla Villa dei Cedri, nota località termale, a due passi dall’andata in letargo ora Lazise. I frombolieri pescantinesi del pirotecnico 5 a 3 esterno sono Stefano Bonato, Mattia Paiola, il 1996 Simone Caprini, Boscaini ed ancora Paiola. Di contro, per i “cedrini” di mister Alessandro “Gardaland” Puttini, hanno urlato “gol!” per due volte Pietroboni, portando così in duplice vantaggio quelli…della Villa, e poi, l’ex Cavaion, Thomas Scienza.

Allora, PescantinaSettimo sempre capolista a 22 freccette, inseguito a 19 dal Lazise del bissaiolo Alfredo Brunazzi, il quale non riesce ad andare oltre lo 0 a 0 sul terribile campo del Real Lugagnano di mister Fabio “onorevole” Di Nicola e del presidente, il mite Sergio Coati. Real Luga ora al 3° posto, che riluce  a 18 carati, in compagnia di Cavaion e di Juventina Valpantena.

Colpaccio dell’A.C. Cavaion di mister Nicola Sabaini e del d.s. Moreno Batttisti: 1 a 2 in quel di Gargagnago di mister, l’ex Real San Massimo, l’ex anche Real Lugagnano, Gianni Pierno. In rete con l’ex Bussolengo, il classe 1992 Giulio Romanelli, ma oramai quando le navi avversarie avevano sciolto gli ormeggi e lasciato il porto. Per i cavaionesi duplice vantaggio a firma del 1994 Elia Turrina e dell’ing. Juri Brognara, classe 1988. 
 
Vittoria esterna madida certo di sudore e grondante di emozioni a go-gò, 3 a 4, quella della Juventina Valpantena del diesse Michele Carcereri e dei fratelli Malaffo nella malga di Sant’Anna d’Alfaedo. I “falchi” bianco-granata del falconiere Francesco Corazzoli pungono, graffiano due volte con Davide Vallicella, e una volta direttamente dal plotone d’esecuzione del dischetto con il 1985 Simone Benedetti; per le “zebrette” poianesi di mister Riccardo Olivieri scacciano con gli scarpini i 4 palloni in rete due volte Thomas Bertagna, classe 1989, ed altrettante due volte Giovanni Tosi.

Vittorie di un certo valore ricostituente sia per i punti in classifica anemica sia perché ottenute fuori casa per la Pol. Adolfo Consolini (a borgo Milano, in casa della San Marco della famiglia Romani: giustiziere domenicale Emanuele “Neddo” Sometti, difensore del 1989, ex Montebaldina Consolini) sia per i simpatici “scoiattolini” del Corbiolo di mister Paolo Mainente, mai niente, ma, ieri, finalmente …qualcosa…

I bianco-granata corbiolesi del presidente Sandro Zanini, 1 a 2, espugnano il sintetico di Cassone, campo amico del Malcesine del mister di Riva del Garda, Marco Martini e della famiglia Marchiotto (il mitico team manager Gigi originario di Ronco all’Adige, e l’ex portiere nonché figlio Bortolino, detto Lino). Il solo Lutterotti si oppone alle due reti corbiolesi a firma di Giacomo Morandini e di Ederle. Simone, difensore datato 1994.

Al resort di Castelrotto di Negarine di San Pietro in Cariano, 0 a 0 tra il BureCorrubbio di mister Raffaele Pachera, ago della bilancia del girone “A” con i suoi 15 punti, e il Pastrengo del mister indigeno, autoctono, Paolone Brentegani. 3 a 3 emozionante invece, tra il Lessinia del presidente Matteo Guglielmini allenato dal coach croato Rino Sestan e l’F.C. Valdadige guidato da mister Luigi Gamberoni e “gioiello” della famiglia Cipriani. Sempre Mario "Messi" Canteri (doppia per lui ieri!), poi, il 1989  Ngwa Godlove Funwi per il “club della stella alpina”; doppia del “cardinal” Nicola Ravasi, classe 1996 ex Malcesine, inframezzata dall’acuto emesso da Terra per i valdadigini.

Lessinia, per ora, che guarda dall’alto verso il basso (il rapporto è di 9 a 8 punti) i dirimpettai dell’F.C. Valdadige, alla pari del Gargagnago, a un punto di distacco anche dal Colà Villa dei Cedri, e a più 6 dal “fanalino di coda, i “leoni rosso-verdi” della San Marco Borgo Milano di mister Emanuele Battocchio.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1199)