ULTIMA - 23/5/19 - MISTER ANDREA CATURANO LASCIA IL GIOVANE POVEGLIANO

Dopo sei anni di stretta collaborazione, le strade del Giovane Povegliano e di Andrea Caturano, prima diesse e poi mister, si dividono, come lui stesso ci conferma: "Ci siamo lasciati con una bella stretta di mano amichevole, con decisione unanime. Ho voglia di intraprendere nuovi progetti e nuove ambizioni. Faccio un grosso in bocca al lupo
...[leggi]

PRIMA PAGINA

20/11/17
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. B) – 11^ GIORNATA

SI RESISTE AUDACEMENTE…, MA IL CASTELDAZZANO GLI ALITA SEMPRE SUL COLLO. 3° SEMPRE LA SCALIGERA LAVAGNO, IL “DERBY DEL CUSTOZA” VA AL SOMMA. IL BORGO FA FESTA IN CASA DELLA NUOVA COMETA, IL VALEGGIO IN RIVA AL MINCIO
 

Non cambiano gli attori di questo incerto girone “B” di Seconda categoria. E’ sempre l’Audace calcio a menar la danza, in virtù dei suoi 25 punti ottenuti in queste prime 11 giornate. Dietro, alita vapore acqueo, quello con cui siamo costretti a respirare in questi giorni di buona umidità, il temibile Casteldazzano di mister Riccardo Adami, ieri vittorioso non facilmente – 3 a 2 – in casa sua contro una mai doma Olimpia Ponte Crencano di mister Michael De Santis. Denis Longo, “Amaro” Giuliani, ed Azuka sono i marcatori per i “castellani” biancazzurri; Pietro “Sheva” Bellè e Beltrame, invece, per i giallo e blu del presidente Roberto Donà.

Ma, una severa attenzione la merita, va osservata per la Scaligera Lavagno, vittoriosa pure lei per 1 a 3 a Palazzolo, in casa dello United PSG del presidente Renato Lago e dell’unico marcatore di ieri, Davide Ragnolini, classe 1977, ex Pastrengo 2006. Oro-neri di mister Ivan Benin, terzi a 22 freccette: a un tiro davvero di schioppo dal vertice sanmichelato. Per i lavagnesi del massimo dirigente Samuele Tosi hanno gioito, il classe 1991 Mattia Baltieri (doppia per lui, anche su rigore) e il difensore datato 1985 Alberto Andreoli.

Ma, se grandi speranze le nutre a ragione lo Sporting Club Scaligera Lavagno, perché non dovrebbe nutrirle la quarta classificata a 20 punti, l’Alpo Club ’98? Eccome! L’undici rosso-nero allenato da mister Stefano Ferro è costretto al raggiungimento del pari in quel di Negrar, patria del San Peretto del giovane diggì Nicola Righetti, detto "Ridge". Compagine guidata, come oramai si sa, da Franco Tommasi, e passata in vantaggio per prima grazie a Peretti su calcio di rigore. Ma, successivamente  raggiunta ad una decina di minuti al termine della gara da un’unghiata sferrata da Benedetti…dal Signor….

In Postumia, la  Pol. Rosegaferro di mister Simone Mirandola perde il “derby del Custoza”, per mano del SommaCustoza di mister Hector Rodrigo Garcia “Lorca”: 1 a 3. Eppure, in vantaggio col villafranchese, classe 1990, Nicolò Cambi, i “rosso e blu postumiesi del diesse quadernese Alberto Ruzzenente e del presidente Federico “da Montefeltro” Dal Gal. Ma, poi, al tappeto per 3 volte per via delle baionettate luccicanti quanto taglienti sferrate dai “tamburini sardi” Nicolò Bolla, Mirco Adami (1995) e Clavjio. 

Sul parrocchiale di Santa Maria di Zevio, 1 a 3 dei “draghi rossi” del Borgoprimomaggio di mister Tiziano “Titti” Salvagno. Ai “doriani raldonati” di mister Cristian Cordioli va solamente il gol-consolazione, quello realizzato dal nigeriano Chike Madu, classe 1988, ex Alba Borgo Roma; doppia del talentuoso Davide Vignola ed assolo su rigore di “Carletto” Agnolin per i ragazzi del diggì Enrico "Clooney" Sgreva, ora sesti a quota 17 punti.

In riva al suo Mincio, tapezzato, lungo il versante che corre da Peschiera a Salionze, finendo per il Parco Sigurtà di Valeggio, da auree foglie d’acero rinsecchite ma di uno splendore unico, la Gabetti di mister Giandonato Di Marzo coglie la sua vittoria stagionale numero 3, superando per 2 a 1 il Real San Massimo di mister Gregory Donadel. Ed anche scavalcandolo ora in classifica di 2 punti. Duplice il vantaggio valeggiano, grazie a Es Saib e ad “hora pro…” Nobis, ma i tre punti finiscono lo stesso in saccoccia, anche se il nero-verde ospite Zouak prova ad allungare le mani sul bottino.

In borgo Santa Croce (borgo Venezia), la Primavera batte per 2 a 3 i padroni di casa dell’Ares Calcio Vr guidata da mister Michele Barone, l'ex di turno. Traore e l’appena entrato Foresti cercano di salvaguardare la posta in palio, ma devono lasciarla a Luca Bellorio, Piccinato e all’”ex enfant prodige”, il classe 1996 Zeno Montolli, tutti appartenenti al clan “delle 11 e più rondini” del rione Sacra Famiglia guidato da mister Simone Ghirotto.
 
Al “Tiberghien” di San Michele, è andata in onda la vittoria numero 7 dell'Audace calcio di mister Matteo Meneghetti: 3 a 1 rifilato all’U.S. Cadore di mister Ruggero Napoleone, infilzato dalle frecce rosso-nere scoccate da Francesco Gasparato, da Dell’Erba e graffiato dal Gatto (Diego, ex Pgs Concordia B.M., ed ex U.S. Croz Zai). I nero-verdi cadorini hanno fatto centro con il solo Nicolò Busola, classe 1997.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1968)