ULTIMA - 24/5/19 - FABIO BRUTTI (CALDIERO): "LA ROSA NON SARA' STRAVOLTA"

Per il giovane direttore generale del Calcio Caldiero Terme, l'ex portiere Fabio Brutti, al suo 7° anno consecutivo nel direttivo team giallo-verde termale, la società del presidente Filippo Berti è in continua crescita di gioco e risultati: "Sono contentissimo" ci confida Brutti "di come abbiamo giocato quest'anno, facendo
...[leggi]

PRIMA PAGINA

27/11/17
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI ECCELLENZA – 12^ GIORNATA

“VILLA” CAPOLISTA COL PARI, CARTIGLIANO VICE CON LA ICS. IL VIGASIO RIDIMENSIONA (3-0) LA BELFIORESE, IL SONA LA PROVESE (1-0). TIRO DA 3 PUNTI DI BONETTI (CALDIERO) A MONTECCHIO MAGGIORE
 
L’equilibrio di questo girone “A” di Eccellenza veneta lo si palpa con mano dal fatto che si segna col contagocce e dai tanti pareggi. I quali, tuttavia, promuovono a capolista del raggruppamento il Villafranca, ora a 25 punti, e il Cartigliano suo vice che insegue a 22 punti.

Gli azulgrana di mister Alberto Facci, all’ombra del “castello delle sfogliatine”, devono accontentarsi della divisione della posta, 1 a 1, con il ringalluzzito F.C. Valgatara di mister Jody “Scheckter” Ferrari. Botta di Ibou Papa Faye, ex Bardolino, classe 1989, replica dell’ex a lungo virtussino Matteo Lallo. El “Barça della Valpolicella” è terz’ultimo a 12 punti, in compagnia dei deludentissimi padovani del Pozzonovo.

Padovani di mister Massimiliano Sabbadin ieri, forti del 4 a 1 casalingo rifilato all'EuroMarosticense di mister Guido Belardinelli. Doppia di Alessandro Zuìn, classe 1997, Davide Pavan (1998), poi, rete del difensore 1997 Marco Taribello; per gli alto-vicentini rosso-neri allenati da Belardinelli ha realizzato il gol della davvero magra consolazione Dusan Petronuevic. Vilafranca, dunque, sempre al comando, e sempre tallonato dal Cartigliano di mister Alessandro Ferronato, ieri al “San Pio X” non oltre l’1 a 1 interno dirimpetto al Bardolino dell’omologo Matteo Fattori. Ci prova – e ci riesce – il solito Edoardo Di Gennaro, classe 1993, risponde per i “giallo e blu del lago” l'ex Virtus Salvatore Ciadamidaro.

Bel terzo a 20 freccete troviamo il Caldiero, che, ce ne voglia assolutamente quel serio trainer di Roberto Piuzzi (oltre tutto grande persona!), ma, i “termali” del presidente Filippo Berti da quando hanno cambiato “timoniere” hanno raccolto 9 punti in tre partite, risalendo la china in maniera energica: giallo-verdi del diesse Fabio Brutti “corsari”, ieri pomeriggio, per 0 a 1 al “Gino Cosaro” di  Montecchio Maggiore. Decide il valore aggiunto dei caldieresi, ossia il mozzecanese Maicol Bonetti, classe 1991 al suo 7° sigillo stagionale.

Al 4° posto, sempre a 19 punti, ecco la Belfiorese del coach caldierese Roberto Maschi, ieri fermata piuttosto pesantemente per 3 a 0 all’”Umberto Capone” di Vigasio dai “Guerrieri del Taratro” di mister Vincenzo Cogliandro. L’ex Primavera della Sampdoria (il classe 1995 era arrivato a Genova dalle giovanili dell’Hellas Verona) Stefano Coraini, - su rigore -, poi, il 1999 Filippo Morselli, infine, Khochtali…a base di Martini and dry come Happy domenica…per i biancazzurri del presidente Cristian Zaffani.

Vittoria preziosa per il Sona di mister Andrea Zoccatelli che supera, con quel che basta, e cioè 1 a 0, la corrazzata U.S. Provese di mister Giovanni Orfei: e lo quando la lancetta dei minuti di recupero aveva  compiuto già il suo terzo giro grazie a Adriano Bernardes, la punta brasiliana ex Legnago Salus. La Vigontina San Paolo di mister Giuseppe Camparmò va a vincere, 0 a 1, allo “Stadio dei fiori” di Valdagno contro i biancazzurri locali di mister Filippo Lelj: il mattatore degli ospiti è Topao “meravigliao”… il classe 1997 che di nome fa Mattia.

Sugli impianti sportivi di via Sant’Elisabetta, il Team Santa Lucia Golosine mette in cascina il suo punto “scaramantico”, il 17esimo: 1 a 1 per gli “aquilotti” bianco e blu di mister Marco Tommasoni contro un San Martino-Speme del collega Pippo Damini molto spavaldo e frizzante, verdetto maturato al termine di una gara in cui non è certo mancato il grande agonismo sia da una parte che dall’altra. Il Team sta pagando la stanchezza di essere costretta a chiedere gli straordinari a giocatori, chiamati a sostituire, meglio, a non far rimpiangere, i colleghi incerottati. Passa con il “bomber dello stupore”, ossia con Emilio “Eliseo” Brunazzi, classe 1987, catapultatosi ad agosto dalla Prima (SSD ValdalponeRoncà) in Eccellenza senza avvertirne il duplice salto. Per la punta ora sono ben 7 le reti già scosse, dicci niente? Per i san martinesi del diesse, il mitico Pippo Baltieri, pareggia i conti Francesco “Vitel” Tomé, ex Montebaldina.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1974)