ULTIMA - 21/5/19 - MARCOLINI SCARPA D'ORO, PASSARIELLO SUPER-BOMBER DI TERZA

Si sono chiusi tutti i campionati dilettantistici della nostra provincia dall’Eccellenza alla 3^ categoria che hanno laureato i nuovi capo-cannonieri dei vari gironi e la nuova scarpa d’oro 2018-19, queste tutte le classifiche finali. In Eccellenza, dove si sono giocate 32 partite, chiudono appaiati in vetta a 16 reti Mariano Mangieri del Pozzonovo ed
...[leggi]

PRIMA PAGINA

27/11/17
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 1^ CATEGORIA (GIR. B) – 12^ GIORNATA

OTHMANE EL QORICHY TIENE IN VETTA L’ISOLA RIZZA. COLOGNA SEMPRE A -5, I BOYS BUTTAPEDRA INQUINANO IL “BEVI”, PER NOGARA E CASALEONE COLPACCI ECCELLENTI. SCALIGERA ORA ULTIMA SOLITARIA, RAVELLI ANCORA DECISIVO PER LO ZEVIO CONTRO IL POZZO
 
E’ del giovane quanto interessante marocchino Othmane El Qorichy - classe 1999, fratello del più noto Joseph, classe 1997, cardine del Legnago Salus – il velenoso graffio inferto al Valtramigna Cazzano di mister Adriano Laperni, in riva al Piganzo. Graffio, che consolida il primo posto dell’A.C. Isola Rizza di mister Stefano Sacchetto, ora con un bel 30 e lode in graduatoria.

In questo girone “B”, sempre al secondo posto troviamo l’A.C. Cologna Veneta del trainer Salvatore Di Paola, ieri vittorioso per 1 a 2 nella non facile trasferta di San Giovanni Ilarione contro i biancazzurri di mister Sereno Ferrari. Doppio il vantaggio dei “giallo e blu del mandorlato”, a firma di Giulio Dovigo e di Federico Lucchiari; poi, è Giorgio Nardi a tentar di sovvertire il verdetto, che resta – come i fossili di quelle parti della Lessinia Orientale – cristallizzato sull’1 a 2 a favore dei colognesi.

Ma, attenzione! Non molla un millimetro il lanciatissimo Nogara di mister Walter Bampa: i “cosacchi del basso Tartaro” vanno a fare la voce grossa – 1 a 3 – nell’ostico campo di Montecchia di Crosara. In rete, i monscledensi di mister Totò Mantovani e del presidente “Lyon” Emilio Cavazza con Elia Dal Lago, in momentaneo pareggio dopo il gol d’apertura siglato da Giacomino Bissoli, classe ’87 ex Bevilacqua. A rimpolpare il ricco carnet nogarese ci pensano Antonio Corbo, classe 1994, e il classe 1995 Manuel Bottura. Espulsi i montecchiesi Caslav Jovic e Rugolotto: per loro trasferta in tribuna, quella di Bevilacqua (articolo dettagliato e foto della gara in ultim'ora).

A proposito di Bevilacqua: la “Cremonese della Bassa” capitola a Buttapietra, battuta dai risvegliatisi Boys di mister Paolo Novali. L’ex CastelbaldoMasi Daniele Galassi trasforma due penalty due, ma Miglioranzi e Valerio Manzini (doppia per lui!) azzerano la gioia e la speranza dei grigio-rossi del presidente Marco Calonego di poter rovesciare come un guanto il verdetto finale a proprio favore, finisce 3 a 2 per i granata.

Succeso importante, colto all’”Antonio Perlato” di Tregnago contro i gialloblu di mister Antonio Bogoni, per il Casaleone di mister Pippo Crivellante: 1 a 2, con il 1996 Luca Lorenzetti e con il consacrato “punteros” Luca Pasquali; che indicano la “santa grotta del gol”, mentre il tentativo dell’ex audacino, classe 1996, Enrico Dalla Mura Bosio di rimettere in gioco il risultato è fragile come il grissino della famosa reclame che valorizza il miglior tonno.

Al “Renzo Tizian”,  4° successo della stagione per la Pro Sambo di mister, il bancario Marco Burato da Belfiore d’Adige: 2 a 1, la vittima è l’ancora ammalata grave Scaligera, la quale non solo riesce a riemergere, ma fatica ad incamerare punti importanti per evitare di pregiudicare una stagione, a dir poco drammatica. Troppo poco – e, soprattutto, in ritardo – l’acuto emesso dal 1989 Riccardo Sgarbossa: Antony Gambin e Michele Gecchele il bottino l’avevano già caricato sul bilndato! Mister Claudio Sganzerla chiede rinforzi al presidente Mario Quattrina; anche perché i fratelli Fraccaroli sono già in viaggio verso Concamarise. Ed altri pezzi – si dice – si staccheranno dal mosaico giallo-rosso prefiguarato ad agosto.

Alla “Bonbonera”, lo Zevio di mister Francesco Marafioti ha la meglio, 2 a 1, sul pari cigolante Pozzo di mister Stefano Paese. E’ sempre bomber Gianmarco Ravelli, classe ’90, ex A.C. Garda, a risultare decisivo – dopo il gol bianco-nero realizzato dal compagno di squadra “Bega” Begali -, al pozzano Ceriani resta in mano il solo cerino del “c’eravamo anche noi quella volta!”.

Al “Pelaloca”, l’Atletico Città di Cerea di mister Gustavo Passera prova ad aver ragione del Lonigo di mister Omar Lovato, e lo fa per la durata esatta di un tempo grazie a “Lavezzi” Andrea Marconcini. Ma, i leoniceni si riscattano e trovano la breccia del pari del definitivo 1 a 1 con Shanini. Rosso comminato al geometra Davide Lovato, immarcescibile imprenditore edile asparettano, detto “ballerino”, classe 1975, ed uno dei sicuri artefici della storica promozione in Prima categoria dell’Atletico San Vito di Cerea. Il navigato difensore salterà la trasferta dei ceretani di domenica prossima in quel di Isola Rizza.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1973)