ULTIMA - 23/3/19 - MICHAEL DE SANTIS (ROSEGAFERRO) CREDE NELLA SALVEZZA

Domani si gioca al 26^ giornata dei campionati dilettantistici veronesi dove comincia ad infiammarsi la lotta per il titolo e per non retrocedere. In Seconda categoria quest'anno retrocederanno solo due squadre per girone quindi i play-out vedranno impegnate solo la 14^ e 15^ squadra classificata, da questo scontro uscirà la squadra che sarà
...[leggi]

PRIMA PAGINA

27/11/17
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. B) – 12^ GIORNATA

ORA E’ LA SCALIGERA LAVAGNO LA CONCORRENTE DELLA FUGGIASCA AUDACE CALCIO. IL SOMMACUSTOZA RAGGIUNGE AL 4° POSTO L’ALPO CLUB ’98, IL PONTE DEL NUOVO MISTER GIORDANO ROSSI CROLLA SUL ROSEGAFERRO. IL BORGO RAGGIUNTO (2-2) DAL SAN PERETTO
 
Nel girone “B” di Seconda categoria veronese, non cambia l’apripista, bensì l’inseguitore: al comando resiste bene l’Audace calcio, 0 a 1, anche se con probabile fatica, in casa della Primavera (mattatore Samba…la Samba), mentre ora all’inseguimento diretto si propone e si lancia La Scaligera Lavagno di mister Ivan Benin, a – 2 (il rapporto è di 27 a 25 per i sanmichelati audacini di mister Matteo “voce alla Trap” Meneghetti).

Guardando le due squadre ai raggi ics, risalta il doppio dei gol subiti da parte dei lavagnesi rispetto ai rosso-neri del “Tiberghien: 10 gol incassati fino ad ora dall’Audace, a fronte dei 20 incassati dalla Scaligera Lavagno. Che ieri ha battuto – pure lei con l’asciugamani! – per 2 a 1 il Gabetti Valeggio di mister, il dr Giandonato Di Marzo. In vantaggio i “rosso e blu del Mincio” grazie a El Saib, ma, poi, raggiunti dall’avanti, classe 1990, Stefan Gonta, e superati da Andrea Zenatti per la gioia di papà Michele.

Al terzo miglior scranno, per ora, a quota 24 troviamo il Casteldazzano di mister Riccardo Adami: ieri, a san Massimo, i biancazzurri “castellani” non sono riusciti a spuntarla, costretti alla fine ad accontentarsi del 2 a 2. Sempre in vantaggio i nero-verdi rionali di mister, il paraguagio Gregory Donadel, con Ferrari e poi con Balla…con i lupi. Azuka…Bazuka, e Longo (al 91mo) sono gli arcieri ospiti obbligati a fare centro, al fine di non far naufragare la navicella castellana.

Al 4° posto, ecco il tandem a 21 punti, quello composto da Alpo Club ’98 e dal sorprendente (perché è matricola) Sommacustoza. I “tamburini sardi” di mister Hector Rodrigo Garçia “Lorca” percuotono per 2 a 0 sui colli cari al golf e di natura anche morenica il “fanalino di coda” Ares Calcio Vr di mister Michele Barone “Rosso”. E, lo fanno con il mantovano “Ciuffo” Mattia Cioffi (1989) e con il solito “killer d’area”, il classe 1983, Nicolò Bolla…tutt’altro che di sapone quando deve uccellare i portieri avversari.

Sesto, a 18 carati, brilla il BorgoPrimomaggio di mister Tiziano “Titti” Salvagno: al “Monterotondo”, 2 a 2 tra i “draghi rossi” del diggì Enrico Sgreva, e le “giubbe rosso-nere” di mister Francone Tommasi. Matteo Ferrari e “Il Conte” Cristian Ugolini, classe ’84, ex Arbizzano, per i sanperettiani del factotum, l’assicuratore nonché ex arbitro Aia, Nicola Righetti; Nicolas Torni e Francesco Villaraspi (1989), invece, per i borgatari del presidente Lucio Antolini.

Prima vittoria e scossone psicologico subito avveratosi all’Olimpia Ponte Crencano: arriva Giordano Rossi sulla panca, e con l’ex Ravenna ed ex Primavera interista (ma, ha gestito per un paio di anni il Milan Campus in Australia), Giordano Rossi da Isola della Scala, scaturisce la vittoria del…Ponte ai danni della Pol. Rosegaferro di mister Simone Mirandola, del presidente Federico “da Montefeltro” Dal Gal e dell’esperto diesse, il quadernese (è stato presidente della Polisportiva nero-verde) Alberto Ruzzenente. Sempre Pietro “Sheva” Bellè, classe 1987, al suo ottavo sigillo personale, e Beltrame i marcatori dei giallo e blu “geniali pontieri” del diesse Nicola Testi. Ora a 12 punti, a braccetto della Gabetti Valeggio, ma, ancora a -4 dalla preda appena catturata, la Pol. Rosegaferro, appunto.

All’”Avesani” di Ponte Crencano, 1 a 1 tra l’U.S. Cadore di mister Ruggero Napoleone “Bonaparte” e la Nuova Cometa Santa Maria di Zevio di mister Cristian Cordioli. Una Cometa che fatica a mantenere il suo lucore e il suo calore: questo, almeno rispetto al ruolino di marcia intrapreso l’anno scorso a pari gare affrontate. Ci prova il nero-verde cadorino Viscomi, risponde la Nuova Cometa con un gol d’oro…Zecchin…Mattia, classe ’96. Nulla di fatto, e cioè a reti inviolate, la gara dispustatasi all’Alpo, quella tra i rosso-neri del Club più esclusivo fondato nel 1998, e la matricola Bianco-rosso-blu dello United Sona Pgs di mister Antonio Sperani e del preidente Renato Lago.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1154)