ULTIMA - 23/5/19 - MISTER ANDREA CATURANO LASCIA IL GIOVANE POVEGLIANO

Dopo sei anni di stretta collaborazione, le strade del Giovane Povegliano e di Andrea Caturano, prima diesse e poi mister, si dividono, come lui stesso ci conferma: "Ci siamo lasciati con una bella stretta di mano amichevole, con decisione unanime. Ho voglia di intraprendere nuovi progetti e nuove ambizioni. Faccio un grosso in bocca al lupo
...[leggi]

PRIMA PAGINA

11/12/17
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI ECCELLENZA – 14^ GIORNATA

“BELFIO”, “BESTIA NERA” DEL CALDIERO, DOMENICA “GELIDA” PER LE VERONESI, AL MASSIMO SI PAREGGIA. VILLAFRANCA SCONFITTO, MA ANCORA A +2 SUL CARTIGLIANO

Che “domenica bestiale!” canterebbe Fabio Concato, ma non nel verso buono, ma nella sua peggiore espressione: una festa da dimenticare – forse, l’arrivo della neve ha congelato testa e muscoli! – per le nostre rappresentanti del girone “A” di Eccellenza.

Si salvano solo Vigasio, Bardolino – che hanno condiviso sull’1 a 1 la posta – ics anche per l’F.C. Valgatara, vince solamente la Belfiorese di mister Roberto Maschi del nuovo bomber Paolo Camparmò (non lui ieri il mattatore all’ombra di Giunone, perchè non ancora tesserato, bensì Giovanni Antolini, “bocia del ‘99”, di provenienza dal Montorio.

All’”Umberto Capone” di Vigasio, il Bardolino di mister Matteo Fattori prova a scappare e lo fa con Edoardo Crema: il difensore, classe ’98, prelevato dal Villafranca, supera l’estremo vigasiano Bonato, ma, è il 1995 Sasa Lalovic, ex Bad Waltersdorf, a una decina di minuti al termine, a riequilibrare le sorti dell’incontro per i biancazzurri di mister Vincenzo Cogliandro.

Il Villafranca di mister Alberto Facci scivola, 0 a 1, all’ombra del “castello delle sfogliatine”: passa il Cartigliano, squadra che fin dalla prima giornata abbiamo dichiarato molto quadrata e forte nel pressing sulla palla. La differenza la crea Xausa, e i biancazzurri alto-vicentini guidati da mister Alessandro Ferronato, approfittando di un retropassaggio, fucilano, con Xausa, l’estremo “Falce &”…Martello.

Miglior debutto non poteva conoscere sulla panca della Marosticense l’ex mister di Cittadella e Palermo, Ezio Glerean, mister ai tempi del Bassano anche del nostro editore Giuliano Paolini. I rosso-neri alto-berici superano con un secco 2 a 0 la Provese e lo fanno con il rigore trasformato dal 1995 Nicola Topparelli e con il raddoppio siglato da Petronijevic. Speriamo che la battuta d’arresto in cui sono incappati i rosso-neri de La Prova non costi la panca all’esperto trainer Gianni Orfei: si vocifera infatti da qualche settimana il possibile arrivo di Simone Boron. Staremo a vedere!

Il ValdagnoVicenza, diretto dal nuovo diesse, il roveretano Gabriel Maule, sbanca, 1 a 3, a Santa Lucia di Verona. Arrivato con i “lanieri” a 7 punti, ora il Valdagno della cura-Maule ha già incamerato 4 punti nelle ultime due gare e la squadra di mister Filippo Lelj sta ancora una volta beneficiando dell’esperienza del dirigente Maule, il quale a ottobre non si era più sentito in sintonia con il Sona. Doppia di “Michele” Placido, più l’iniziale assolo emesso da Quintieri per i vicentini, ancora “fanalino di coda” a quota 11 freccette: 2 in meno dell’F.C. Valgatara, il quale ha strappato un punto prezioso – 1 a 1 – nella non facile trasferta di Pozzonovo padovano (il classe ‘95 Mattia Lavarini per “el Barça della Valpolicella”, Mariano Mangieri, classe 1992, invece, per i patavini di mister Massimiliano Sabbadin).

Tornando in via Sant’Elisabetta, campo del Team S.Lucia, registriamo l’effimero pareggio di 1 a 1 segnato dal ghanese ex Sona, Terence Badu. Pessima la prestazione degli “aquilotti” santaluciani, dopo la splendida affermazione di domenica scorsa. Il carbone di Santa Lucia – nei due sensi – è per quest’anno amaro, ma ciò non graffia affatto lo splendido primo round vissuto dai bianco e blu di mister Marco “ricciolino” Tommasoni. Il Team resta al centro della classifica ed abbandona i quartieri nobili, in cui ha sognato, ma in cui sapeva di non poter abitare a lungo, vista la forte concorrenza e la difficoltà del girone.

Al “Gino Cosaro”, il Montecchio Maggiore di mister De Forni rifila 3 pappine a una al San Martino-Speme di mister Pippo Damini. Vantaggio-illusion per la matricola del Fibbio per via del gol firmato da Francesco “Vitel” Tomè, cancellato dalla doppia del giovane 1998 Matteo Casarotto e dal rigore trasformato da bomber Calgaro.

Il Sona del presidente Paolo Pradella scivola, 1 a 3, in casa sua sgambettato dai padovani della Vigontina di trainer Camparmò. Per i rosso e blu del pastrenghese coach Beppe Brentegani firma il gol-bandiera l’interessante Thomas Valbusa, classe 1993, ma, dopo che Busetto, Andreon e Brugnolo avevano già esultato per gli ospiti.

L’unica formazione ad aver ieri pomeriggio azionato la freccia del sorpasso è la Belfiorese del caldierese trainer Roberto Maschi: 0 a 1 nella terra che ha dato i natali al mister che alla fine l’ha spuntata, tiro da 3 punti scoccato dall’ex montoriese – come abbiamo già sopra ricordato – Giovanni Antolini, ex Montorio. “Belfio”, che aggancia a 23 punti ed al 3° posto, la stessa preda conquistata ieri, e cioè il Caldiero di mister Cristian Soave al suo primo stop in campionato.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1994)