ULTIMA - 22/1/19 - OGGI VIRTUS VERONA-PORDENONE, LE PAROLE DI MISTER GIGI FRESCO

Il Pordenone dopo il Monza. Calendario beffardo per la Virtus Verona che tre giorni dopo il match del Brianteo incrocia le armi della capolista del girone, reduce da dieci risultati utili consecutivi (oggi, fischio d'inizio ore 18.30). Ecco le parole del presidente allenatore rossoblu Luigi Fresco rilasciate ieri alla vigilia della partita: "A
...[leggi]

PRIMA PAGINA

11/12/17
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 1^ CATEGORIA (GIR. B) – 14^ GIORNATA

ISOLA RIZZA, MA COSA SUCCEDE? CADE ANCHE A S.GIOVANNI ILARIONE MA SEMPRE CON LA CORONA IN TESTA. NOGARA E VALDALPONE NE APPROFITTANO. MALATRASI SPINGE “EL BEVI” AL COLPACCIO A CASALEONE. IL TREGNAGO VINCE FACILE SULLA SCALIGERA, ULTIMISSIMA!
 
Penultima di andata nel girone “B” di Prima categoria, caratterizzata dal secondo tonfo consecutivo dell’A.C. Isola Rizza; la quale, ciononostante, continua a conservare in pugno lo sfavillante scettro del comando, a 30 freccette. Due in più rispetto alla sua vice, ora il Nogara di mister Walter Bampa: i “cosacchi bianco-rossi del Basso Tartaro”, laggiù, lungo il loro fiumiciattolo, superano, quel tanto che serve, e cioè 1 a 0, il non arrendevole Pozzo di mister Stefano Paese, penultimo della classe a quota 10 punti (3 in più della Scaligera). Il gol-vittoria matura a una manciata di minuti dalla conclusione e reca le impronte digitali del navigato stopper difensivo, ex Casaleone, Eugenio Tieni.

Tornando all’Isola Rizza, i biancazzurri di mister Stefano Sacchetto capitolano a San Giovanni Ilarione: 2 a 1 per i biancazzurri della Lessinia Orientale guidati da mister Sereno Ferrari. Ma, il vantaggio è tutto isolarizzano, grazie al gol realizzato da Massimo “Shampoo” Mantovani, classe 1988. La rimonta san giovannea è portata avanti da Giorgio Nardi, classe 1981, e completata dal centrocampista 1993 Bruno Faedo, cognome molto diffuso da quelle parti, rinomate per le ciliegie, il vino e per i fossili.

Terzo, a quota 27 punti l’SSD Valdalpone di mister, il ferrarese di origini, ma vicentino d’adozione, Salvatore “Totò per tutti” Mantovani: a Montecchia di Crosara, incredibile, insindacabile 4 a 1 dei monscledensi del “Lyon” Emilio Cavazza, “poker caraibico” rifilato a un irriconoscibile A.C. Cologna Veneta (ma, cosa sta succedendo, mister Salvatore Di Paola?). Alessandro Dal Lago sblocca il risultato, portando in vantaggio i montecchiesi, il pari è di bomber Fabio Sinigaglia, poi, il raddoppio ancora di Dal Lago, quindi, Cherubin e Antonelli per il definitivo pokerissimo.

Nulla di fatto alla “Bonbonera” zeviana, tra l’A.C. Zevio e il Lonigo di mister, il san giovanneo Omar Lovato. Bianco-neri di mister Francesco Marafioti abbastanza spreconi, e in attesa che arrivi a Santa Lucia la punta di Tombazosana Davide Sarti, il quale lascia Montebello vicentino, matricola di Prima categoria guidata dal trainer sambonifacese Fiorenzo Bognin.

All’”Antonio Perlato” di Tregnago, vittoria chiara, 2 a 0, dei giallo e blu di mister Antonio Bogoni a spese del “fanalino di coda” Scaligera di mister Claudio Sganzerla. Il quale, seppur molto navigato, non sa più a quale santo appellarsi per tirar fuori dalle secche della classifica una squadra dal passato certamente glorioso, come è la scaligera del presidente, il geometra Mario Quattrina. Pippo Menini e il difensore 1992 Stefano Perlati uccellano l’estremo giallo-rosso isolano Riccardo Bellani, classe ’92, ex Porto Mantovano.

Al  “Renzo Tizian”, la Pro Sambo di mister Marco Burato non ce la fa a piegare il braccio della resistenza della matricola Atletico Città di Cerea” del mister argentino-italiano Luis Gustavo Passera. La singolar tenzone produce un 2 a 2 che sembra sulla carta il bicchiere mezzo pieno per la compagine ceretana guidata dal più alto scranno dall’avvocato Luca Bronzato. Sempre, infatti, in vantaggio la Pro Sambo grazie all’ex Zenith di San Pietroburgo Patrick Okonji, raggiunta su rigore trasformato da Stefano Guandalini (al clamoroso cambio di 3 casacche - Nogara, Caldiero ed Atletico Città di Cerea - nei primi 3 mesi di stagione), poi, Fabio Lima Da Silva su rigore per i rosso e blu di “patron” Claudio Fattori, infine, il due a due siglato da Andrea Marconcini, una delle due non corrose dal tempo cariatidi difensive ceretane assieme al geometra asparettano Davide Lovato.

Stesso verdetto di 2 a 2 è maturato a Buttapietra, fra il Boys Buttapedra di mister Paolo Novali e il ValtramignaCazzano del collega Adriano Laperni. Qui, in questo registro, ad aprire e a chiudere i titoli di coda sono i cazzanesi Christian Turozzi, “il gol da me è di casa” (su rigore) e il guastafeste Enrico Pimazzoni, classe ’92, perché riesce, al 95mo, con il suo centro a strozzare in gola l’urlo di gioia emesso poco prima da Valerio Manzini, classe 1990.

Torna alla vittoria, e lo fa a Casaleone, il Bevilacqua di mister Mirko Dalle Ave: 1 a 2 tutto in rimonta per la “Cremonese della Bassa”, perché al gol inizialmente messo a segno dal minerbese “Sky” Alessandro Guerra, classe ’94, per i gialloblu di mister Pippo Crivellente, hanno risposto di par èco il legnaghese Federico Malatrasi, attaccante classe ’97, ex Legnago Salus, figlio di Anselmino, ex preparatore atletico di Parma e Fiorentina, ed Alessandro Polo …Nord, classe 1994, direttamente dal dischetto.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1386)