ULTIMA - 23/5/19 - MISTER ANDREA CATURANO LASCIA IL GIOVANE POVEGLIANO

Dopo sei anni di stretta collaborazione, le strade del Giovane Povegliano e di Andrea Caturano, prima diesse e poi mister, si dividono, come lui stesso ci conferma: "Ci siamo lasciati con una bella stretta di mano amichevole, con decisione unanime. Ho voglia di intraprendere nuovi progetti e nuove ambizioni. Faccio un grosso in bocca al lupo
...[leggi]

PRIMA PAGINA

11/12/17
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. A) – 14^ GIORNATA

S’INABISSA IL LAZISE, E’ SEMPRE PIU’ PESCANTINA! MA, PASTRENGO E REAL LUGAGNANO NON ABBASSANO LA GUARDIA! I “FALCHI” SPENNANO IL CORBIOLO, LA POL. CONSOLINI VIOLA LA LESSINIA, LA SPREMUTA DI…CEDRI INEBRIA “EL GARGA”, BURE-MALCESINE PARI A SUON DI RETI!
 
Pescantinasettimo uber alles: vittoria numero 9, 32 punti, 4 in più rispetto a chi cerca di acciuffarlo: il Real Lugagnano, a quota 28 punti. Poi, a 26, l’intrattenibile, l’irrefrenabile Pastrengo. Poi, la coppia Sant’Anna d’Alfaedo-Lazise a 23 freccette.

I rosso e blu capolisti si liberano in maniera quasi definitiva di una concorrente che le aveva dato buon filo da torcere almeno fino al primo terzo del campionato: parliamo del Lazise di mister Alfredo Brunazzo, sconfitto davanti al proprio specchio d’acqua dolce dai pescantinesi del coach lupatotino Gianni Canovo per 0 a 1, giustiziere Nicola Gottoli, pescantinese doc, passato dalla sponda Team S.Lorenzo a quella più storica in questo mercato dicembrino.

Il Real Lugagnano tiene il passo vittorioso della capolista, battendo a fatica, 2 a 1, in casa propria, il febbricitante (in classifica) San Marco Borgo Milano di mister Emanuele Battocchio. Duplice il vantaggio dei rosso-neri di mister Fabio Di Nicola e del presidente Sergio Coati, con il bersaglio polverizzato Alberto Biasi e l’ex crozzino “Nero” Nicola Giardini (1986), invece, ha risposto “presente!”, e, prima di tutti, l’ex Lugagnano Pietro Padovani, classe ‘96 per i “leoni rosso-verdi” della famiglia Romani.

Un’unghiata velenosa sferrata dall’ex romanista Damiano Tommasi consente ai “Falchi” del Sant’Anna d’Alfaedo del trainer croato Rino Sestan di aver la meglio sugli “scoiattolini” – pari bianco-granata come colori sociali – del Corbiolo di mister Paolo Mainente. E, di conquistare il 4° posto appaiati – i “falchi della Lessinia” – al “franante” Lazise.

L’ex Caldiero, Alberto Ronconi, classe ’96 prima, ed ancora Ronconi poi, permette al Pastrengo di mister Paolo Brentegani di violare il “Lorenzo Bellamoli” di Poiano di Valpantena, campo “amico” (fino a un certo punto) della Juventina Valpantena di mister Riccardo Olivieri.

Fuori casa impone la propria legge anche la Pol. Adolfo Consolini di mister Daniele Paganotti, ora a 20 punti, e sorta di ago della classifica oltre che della bilancia del girone “A” di Seconda categoria. I costermanesi salgono in Lessinia ed esultano al gol realizzato da Paoletti e dall’ex Garda Stefano Todesco, classe 1997. Victor Landry Ama (1989), invece, su rigore, aveva tenuto in vita le speranze per quelli del “club della stella alpina” guidati da “Boom-Boom Sandro Murarolli.

Pioggia di reti (e non di neve!) in BureCorrubbio-Malcesine, gara terminata sul chiassoso 3 a 3. Tutti in rimonta i gol malcesinesi di mister Marco Martini, con doppia del pugliese Andrea Luciano, classe ’91, ed assolo di Davide Brighenti. Aveva aperto la saga dei bersagli in pieno centrati dal 1989 Alessio Donati (a caval…Donati non si guarda mai in bocca; e nemmeno negli scarpini…!) - doppia per il n.10 burecorrubbiese di mister Raffaele Pachera, e l’acuto di Simone Mantovani, classe ’98, ex Pieve San Floriano.

Ma, valanga di reti anche a Colà, tra il Villa dei Cedri di mister Alessandro “Gardaland” Puttini e il Gargagnago dell’omologo Gianni Pierno (4 a 3). La spremuta di…Cedri è molto acida e stinge il “club delle 4 G”: per i “giallo-verdi del basso Garda” esultano Thomas Scienza, prima dell’ex Pastrengo ed ex Cavaion, il mitico, l’immarcescibile, l’intramontabile bomber  “Pierino Fanna” Enrico Olivieri (classe 1981 pure lui, alla pari di Scienza…infusa…), il difensore 1990 Giorgio Pancera e l’ex Boys Gazzo (1985) Alex Pietroboni. Croce e delizia al contempo dei cedrini perché in rete sia in maniera ortodossa che in senso inverso. Nel tabellino dei marcatori, anche il “tricolore valpolicellese” Davide Cagliari …gol pervenuto, nonostante la neve precipita abbondantemente…, classe 1994. Già, Cagliari, subentrato all’ex F.C. Valgatara, Alessandro Beltorti, classe 1995.

Risultato, quello sì non pervenuto, a Rivalta di Brentino Belluno, tra l'F.C. Valdadige di mister Marzio Menegotti e l'A.C. Cavaion del collega Nicola Sabaini: lassù deve aver vinto la coltre, il manto candido della neve. Quello che tutto copre, che tutto ammanta e che quasi sempre rimanda ad altra data la sfida pedatoria.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1981)