ULTIMA - 24/5/19 - FABIO BRUTTI (CALDIERO): "LA ROSA NON SARA' STRAVOLTA"

Per il giovane direttore generale del Calcio Caldiero Terme, l'ex portiere Fabio Brutti, al suo 7° anno consecutivo nel direttivo team giallo-verde termale, la società del presidente Filippo Berti è in continua crescita di gioco e risultati: "Sono contentissimo" ci confida Brutti "di come abbiamo giocato quest'anno, facendo
...[leggi]

PRIMA PAGINA

18/12/17
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI ECCELLENZA – 15^ GIORNATA

IL “VILLA” CALPESTA I…”FIORI” E SCAPPA A +5. IL BARDOLINO SPENNA GLI “AQUILOTTI” SANTALUCIANI, SCIVOLA IL CARTIGLIANO, IL SONA CHIUDE BENE IL 2017 A VALGATARA, LA “BELFIO” SUBISCE IL MONTECCHIO, IL CALDIERO SUPERA…LA PROVA…DEL 9.  ICS PER SAN MARTINOI E VIGASIO
 
Cala il sipario sull’anno solare 2017 e sulla prima parte del campionato in corso. Nel girone “A” di Eccellenza, il Villafranca del trainer Alberto Facci conferma la sua grande esperienza nella categoria e, allo “Stadio dei Fiori” valdagnese, interrompe le due vittorie consecutive, le quali avevano salutato il ritorno da diesse del roveretano Gabriel Maule, ex blaugrana. L’1 a 3 azulgranata scocca come reattivo alla puntura di arsenico che i vicentini del presidente Roberto Maria Coda – imprenditore con tanto di laurea in Economia, oltre al calcio, appassionato di motociclismo - avevano iniettato ai “castellani” di mister Filippo Lelj, feriti non mortalmente dal colpo di Cesare Bressan, classe 1998. Pape Faye Ibou, classe 1989, ex Bardolino, il “profeta del gol”, Alessandro Elia (1990, ex Oppeano) ed ancora Pape Faye infilzano l’estremo berico Emanuele Casagrande, classe 1983.

Villafranca, dunque, campione d’inverno con 31 punti, 5 in più della coppia Caldiero-Cartigliano, con i “termali” che si impongono per 1 a 2 nel “derby dell’Est”, quello vinto a La Prova di San Bonifacio. Il “Conte” Giovanni Guccione dal plotone di esecuzione degli undici metri risolve a favore dei giallo-verdi di mister Cristian Soave la gara, la quale aveva visto passare in vantaggio gli ospiti grazie a Lorenzo Zerbato. I rosso-neri di mister Giovanni Orfei pervenivano al pari momentaneo con Simone Dal Degan, ma, poi, capitolavano – come già ricordato – sul calcio di rigore calciato da Guccione.

Scivola, invece, il Cartigliano di mister Alessandro Ferronato: 1 a 2 allo stadio Comunale “Fair Play” e, da consumata esperta, a fare scacco matto è la Marosticense del nuovo trainer Ezio Glerean, ex Palermo ed ex Cittadella. I rosso-neri alto-vicentini dal bel castello, suggestivamente illuminato in queste notti d’inverno, aprono e chiudono i titoli di coda del tabellino marcatori con il ’95 Nicola Topparelli e con Maistrello. Per i biancazzurri cartiglianesi del diesse Leopoldo Torresin invece aveva pareggiato il difensore 1999 Luca Lorenzin.

Al 4° posto a 25 freccette brilla il Montecchio Maggiore di “patron” Romano Aleardi: i bianco-rossi berici vanno a fare la voce grossa – 0 a 2 – in casa della Belfiorese di mister Roberto Maschi, nell’arco temporale di nemmeno un quarto d’ora di follia, in seguito all’uno-due sferrato dal 1991 Simone Primucci e dal 1989 Hakim Calgaro, capocannoniere del girone con 10 reti. Belfiorese, che resta a quota 23 punti, ora appaiata dalla Vigontina San Paolo, compagine padovana che ieri è stata bloccata sul 3 a 3 dal Vigasio sul proprio terreno.

In vantaggio grazie a Brugnolo, i patavini si vedevano superati dalla doppia griffata dal 1985, ex Bad Waltersdord, Sasa  Lalovic. Michieli riusciva a riportare l’equilibrio sul 2 a 2, ma, era ancora lo straordinario Lalovic ad azionare la freccia del pur momentaneo quanto illusorio vantaggio dei “Guerrieri del Tartaro” di mister Vincenzo Cogliandro. Minozzi su rigore faceva pari e patta sul 3 a 3. Vigasio, neo-retrocessa dalla serie D, che ora è al 7° posto con i suoi 22 punti a -1 dalla zona play-off.

Il Sona del presidente Paolo Pradella, molto rivoluzionato in questo mercato invernale, chiude con il sorriso del colpaccio – 0 a 1 – il primo round del nuovo campionato che sta intraprendendo. A Valgatara, altra matricola di Eccellenza guidata da mister Jody Ferrari, fa la differenza per i rossoblu di mister Beppe Brentegani l’astuzia e l’opportunismo al contempo di Leardini, Manuel, classe ’91, ex Caldiero.

Chiude all’incontrario, di come aveva inaugurato il Torneo, il Team Santa Lucia Golosine di mister Marco “Ricciolino” Tommasoni: a Bardolino gli “aquilotti” subiscono la pesante – 4 a 1 – burrascata, pardon, mareggiata sollevata contro di loro dai “giallo e blu del Benaco” guidati da mister Matteo Fattori. Ancora una volta, in casa dei santaluciani ha pesato l’assenza di alcuni titolari: i 7 gol patiti negli ultimi 180 minuti dai bianco e blu del diggì Ivano Belligoli attestano l’affollata infermeria dei rionali, protagonisti assoluti del primo spicchio di stagione; che ha registrato la bella sorpresa di tutta la squadra, guidata dall’”uomo-rivelazione”, bomber Emilio “Eliseo” Brunazzi, classe 1987, fino all’anno scorso in Prima categoria alla guida della prima linea dell’SSD Valdalpone Roncà. Doppia di Ronnie Otoo, classe 1988, preceduta dall’acuto di Salvatore Ciadamidaro (1991) e da quello successivo emesso dall’ex Mori S.Stefano, il 1995 Mirko Imperatrice. Per i bianco e blu santaluciani ha firmato il gol della magra consolazione Riccardo Olivieri.

Il Pozzonovo mette in difficoltà sul Fibbio il San Martino-Speme, costringendolo ad accontentarsi del 2 a 2 interno. Come sempre, per i san martinesi di mister Pippo Damini giganteggia Giacomo Boseggia, autore di una doppietta (anche su rigore) e ora a quota 9 reti stagionali. Per i padovani di mister Massimiliano Sabbadin esultano il 1986 Joe Orlando Pasetto e il ’92 Mariano Mangieri.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1974)