ULTIMA - 23/1/19 - LA VIRTUS VERONA CEDE CONTRO LA CAPOLISTA PORDENONE (1-2)

Per l'ennesima volta la Virtus Verona di mister Gigi Fresco viene beffata nei minuti finale della partita dopo essersi battuta alla pari contro la capolista incontrastata del girone B di serie C, il Pordenone di mister Attilio Tesser. A decidere la sfida a favore dei neroverdi friulani è stata una rete del 38enne Emanuele Berrettoni, ex Hellas Verona,
...[leggi]

PRIMA PAGINA

18/12/17
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. B) – 15^ GIORNATA

AUDACEMENTE (E MERITATISSIMANTE)… PRIMI! CASTELDAZZANO VICE-REGINA INVERNALE A -7. FRANA IL CADORE, REGGE L'OLIMPIA PONTE CRENCANO, LA NUOVA COMETA BATTE ED AGGANCIA IL LAVAGNO, LA PRIMAVERA DISSACRA IL SOMMACUSTOZA, “EL BORGO” HA LA MEGLIO IN CASA DELL’ARES
 
Si conclude con un bel nulla di fatto il raggruppamento “C” di Seconda categoria: l’Audace calcio dell’ex crozzino Matteo Meneghetti (doppia voce alla Trap dalla panca) si issa bellamente la corona di “regina d’inverno”, con 7 “perle” in più rispetto alla prima che la insegue, e cioè il Casteldazzano di mister Riccardo Adami. 36 a 29. Questo il confronto tra battistrada e primaria inseguitrice. Con l’anno vecchio che saluta e con il nuovo 2018 che si inaugurerà – alla pari de “La Scala” di Milano il 7 di ogni dicembre, Sant’Ambrogio, patrono dei meneghini – con il Concerto di Vienna dello scontro fratricida in cartellone alla riapertura del campionato, domenica 7 gennaio, Audace-Casteldazzano, all’ombra del leggiadro “Tiberghien”.

Ieri, entrambi vittoriose le due meglio classificate del girone “B” di Seconda: i rosso-neri sanmichelati soffrono le proverbiali 7 camice per aver ragione – 1 a 0 – dell’Alpo Club ’98 di mister Stefano “Tiziano” Ferro. Mattatore? Il solito Andrea Castelli, ex Grezzana classe 1992. Il Casteldazzano vince extra large, 1 a 4, al “Comunale” di via Cecco Angiolieri di Palazzolo di Sona, casa dello United Sona Psg…Germain. Doppia dell’ex San Marco Borgo Milano, il bomber di origini calabresi Alfonso Giardino, preceduto dagli assoli emessi dal difensore, ex Pol. Caselle, classe 1992, Matteo Guadagnini e da Anthony “Bazuka” Azuka Nweke, ex Lessinia, classe ‘86. Per lo United Sona Psg del mister pugliese d’origini Antonio Sperani gioisce in fatto di reti il solo (e sempre lui!) Johnny "Stecchino" Montresor, classe ’89.

All’ombra dello storico Ossario, Sacrario della 1^ Guerra di Indipendenza, il SommaCustoza viene impallinato per 1 a 2 in maniera piuttosto sorprendente da una rediviva Primavera del tandem tecnico Alfredo Mori-Simone Ghirotto. Il solo Bissaro – fatto entrare dal mister dei “tamburini sardi”, Hector Rodrigo Garçia “Lorca” al posto dell’avanti, classe ’96, Giampietro Rigatelli, fa felice i sommacustozani del presidente Stefano Pisani e del Segretario Enrico Valbusa. Infatti, il “primaverile” annuncio di vittoria è testimoniato dal triplice vantaggio del “club delle 11 rondini”, grazie ai gol di Simone Fornalè, classe ’87, ex Borgo San Pancrazio, di Andrea Busatta (1985), figlio del più famoso Pierluigi (il più vicino, in fatto di amicizia, di Gianfranco Zigoni da Oderzo di Treviso), il “silenzioso di Marostica”, ed ex gloria giallo e blu dell’Hellas Verona del commendatore Saverio Garonzi, e di Marco Albertini “Immobiliare”, classe ’86, il conte ex Real San Massimo.
 
Il Borgoprimomaggio fa la voce grossa (1 a 2)  a borgo Santa Croce, in casa dell’Ares Calcio Vr di mister Michele Barone “Causio” (in rete per prima con il centrocampista, classe 1991, Fabio Andreoli): poi, la rimonta dei “draghi rossi” di mister “Titti” Tiziano Salvagno è a cura del difensore 1991 Simone (omonimo della più nota punta laziale ed empolese “Tommaso”) Rocchi, con colpo di grazia sferrato da Emanuele Grigoli, trequartista classe 1997 ex Juniores nazionali della Virtus appena arrivato in prestito ai viola e già in gol.

Sul parrocchiale di Santa Maria di Zevio, la Nuova Cometa risplende di tutto e in tutto il suo lucore: 2 a 1 inflitto alla Scaligera Lavagno, ed operazione-aggancio effettuata! Per i “doriani raldonati” biancazzurri guidati da Cristian Cordioli esultano il neo-entrato – al posto del ’94 Simone Casullo – Salvatore Curia (1989). Un gol che va ad aggiungersi al gol all’incontrario realizzato dall’ex casaleonese, il classe 1990 Lorenzo Menini. Per i lavagnesi, invece, in gol il solo 1991 ex Lessinia Mattia Baltieri.

Al “Tino Guidotti”, presidente di origini virgiliane dell’Hellas Verona degli anni 80, finale di anno solare lucente per l’Olimpia Ponte Crencano di mister Giordano Rossi: 2 a 1 alla neo-retrocessa Gabetti Valeggio, guidata dal dottor Giandonato Di Marzo. Subito in vantaggio (illusorio!) i valeggiani grazie all’acuto emesso dal farmacista Walter Dalle Molle. Poi, il tabellino dei marcatori parla solo il giallo e blu dei “geniali pontieri”; che sono: il 1991 Matteo Beltrame, classe ’91 (figlio del dribblomane virtussino, il milanista Fabio, classe 1959), ex Montorio, preceduto dalla “perla” creata dall’orafo calcistico Maykoll Brutti, difensore datato 1985.

Anche la Pol. Rosegaferro di mister Simone “El Pano” Mirandola chiude lanno solare 2017 in bellezza: con un tintinnante, sonante 5 a 2 rifilato all’U.S. Cadore di mister Ruggero Napoleone…Bonaparte…,messo ieri pomeriggio, cioè, da una parte… Per i nero-verdi di Ponte Crencano, fa tutto (la doppietta) il 1995 avanti Lorenzo “Wladimiro” (ottimo ciclista) Panizza. Per i rosso-blu della Postumia del diesse Alberto Ruzzenente, del presidente Federico “da Montefeltro” Dal Gal, invece, segnano a turno tutti: l’ex poveglianese Tommaso Garbujo (1995), il navigato (1988) Mattia De Nando, il 1988 Giordano Corbioli, il difensore 1993, ex Mozzecane, Mauro Bracci & Abbracci…, tutti marcatori, precisi frombolieri preceduti dal più giovane (1998) Diego Scrinzi. Il quale fa venire…le “sgrinze” ai portieri avversari…

Al “Pace” di Negrar, il San Peretto del giovane presidente Paolo Menegazzi stacca la vittoria casalinga - la 4^ stagionale: le “giubbe nere” vantano il più o meno triste o il più o meno allegro primato dei pareggi: ben 10, gulp! Record unico in tutte le Seconde categorie in cui figurano le nostre rappresentanti veronesi, che lo fa accoppiare a quota 22 punti all’Alpo Club ’98 e al Rosegaferro. Vittima dei sanperettiani di mister Franco Tommasi, il Real San Massimo del paraguagio coach Gregory Donadel (in rete con il 1989 Luhxien Balla, per giunta su rigore; già, “Giacomo” (famosissimo pittore del Novecento) Balla, autore dell’illusorio pareggio). Ma, prima “Il Conte” Cristian Ugolini (1984) e al 93mo l’ex paronese Gianmarco Portoghese, classe 1990, infliggono il dispiacere della resa ai rionali del presidente Luciano Morando, e regalano speranze Uefa ai sanperettiani del vice-presidente e diggì, l’ex arbitro ed oggi assicuratore, Nicola Righetti.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1108)