ULTIMA - 19/3/19 - VIAREGGIO CUP: MINUTO DI SILENZIO IN RICORDO DI CINO MARCHESE

In occasione delle gare degli ottavi di finale della 71ª Viareggio Cup in programma domani (martedì 19 marzo) sarà osservato un minuto di raccoglimento in memoria di Cino Marchese, il noto manager sportivo, amico da sempre della rassegna giovanile, scomparso domenica. L’iniziativa è stata adottata dal consiglio direttivo del Centro Giovani Calciatori, la
...[leggi]

PRIMA PAGINA

8/1/18
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI ECCELLENZA – 16^ GIORNATA

IL VILLAFRANCA SI LIBERA ANCHE DEL VIGASIO E RESTA A +5 SUL CARTIGLIANO (1-0 AL TEAM). PRIMA CADUTA DELLA MAROSTICENSE DI MISTER GLEREAN: SUCCEDE IN RIVA AL FIBBIO, CASA DEL S.MARTINO-SPEME. GUCCIONE (CALDIERO) RAGGIUNGE IL VALGATARA, MENINI (SONA) IL VALDAGNO VICENZA
 
Si riparte, in pratica, da come era finita l’andata: dal successo della capolista Villafranca di capitan, il sirmionese Samuele Avanzi, che all’ombra del “castello delle sfogliatine” si libera, 3 a 1, anche del Vigasio di mister Vincenzo Cogliandro. Ad Avanzi replica Stefano Coraini per i “Guerrieri del Tartaro”, poi, è tutto azulgrana il tabellino dei marcatori, con il 1999 Elluan Gomes Martins e con il 1997 Federico Cristanini che vanno a bersaglio.

“Villa” di mister Alberto Facci capolista a +5 sul Cartigliano dell’omologo Alessandro Ferronato, il quale allo stadio Comunale “Fair Play” supera, quello che basta, 1 a 0, il Team Santa Lucia Golosine, ma deve aspettare pochissimi istanti prima che il direttore di gara, Sassano di Padova, spedisca entrambe le sfidanti sotto i vapori acquei ristoratori delle fumanti docce. Mattatore, per gli alto-vicentini, è il solito Edoardo Di Gennaro, classe 1993, autore dell’unico tiro in porta scoccato dai biancazzurri berici. Ripresa, si badi bene, stradominata dagli “aquilotti” rionali veronesi, sguinzagliati dal “falconiere” Marco “ricciolino” Tommasoni.

Team, il quale non riesce ad evitare un gol subito ogni domenica, ma sempre appollaiato circa a metà del trespolo. Belfiorese-U.S. Provese e Bardolino-Pozzonovo non si sono giocate, visto che all’Epifania, la squadra allenata da Roberto Maschi – la Belfiorese – ha conquistato la Coppa Italia del Venero – a Martellago veneziano – battendo per 1 a 0 (rigore trasformato da Franco Ballarini) – il Pozzonovo di Massimiliano Sabbadìn. La gara verrà recuperata mercoledì 17 gennaio in notturna.

In riva al Fibbio, cade – ed è la prima volta dopo le 3 vittorie consecutive – l’EuroMarosticense di mister Ezio Glerean, ex trainer di Palermo e Cittadella, e fiero assertore, paladino del 4-4-2. Il San Martino-Speme di mister Filippo Damini affonda la lama nel costato dei rosso-neri alto-vicentini grazie al rigore chirurgicamente trasformato da Francesco “Vitel” Tomè da Caprino, classe 1991.

Allo “Stadio dei Fiori”, botta e risposta (1 a 1) tra i “lanieri” di casa guidati da Filippo Lelj e il Sona affidato al coach pastrenghese, ex Bardolino, Beppe Brentegani. Bussa l’avanti, classe 1998, Cesare Bressan, risponde il nuovo arrivato dall'Ambrosiana Alberto Menini. Termina così in parità la sfida che vedeva di fronte l’ex diesse del Sona, il roveretano Gabriel Maule, ai suoi ex rosso e blu del Sona. L’undici valdagnese guidato dal più alto scranno da Carlo Maria Coda, brillante imprenditore nelle macchine agricole e motori, e gran appassionato  di motociclismo (una laurea in Economia e Commercio nel cassetto), recita ancora – suo malgrado – il ruolo di malinconico “fanalino di coda” del girone “A” di Eccellenza veneta.

A Valgatara, il Caldiero di mister Cristian Soave è costretto alla rincorsa degli azulgranata di mister Jody “Scheckter” Ferrari. Passati in vantaggio su rigore trasformato da “Camoranesi” Alessandro Vecchione, neutralizzato dal centro effettuato dal giallo-verde termale Lorenzo Zerbato, classe 1991. Poi, è l’ex virtussino, il classe 1997, Simone Armani, ad azionare la freccia del momentaneo sorpasso per il “Barça della Valpolicella”, soprasso annullato dal pareggio definitivo realizzato dal polesano “Conte” Giovanni Guccione, classe 1989.

La Vigontina, siamo nel Padovano, guidata da mister Beppe Camparmò, supera (1 a 0) quel Montecchio Maggiore di mister Davide De Forni che sembrava averci preso gusto con le vittorie di fila. A decidere la sfida a 5 minuti dalla fine ci pensa il centrale difensivo classe 1996 Alberto Buson. Con questi 3 punti la Vigontina San Paolo scavalca gli ospiti e si porta al 4° posto a quota 26 punti.
 
Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1117)