ULTIMA - 16/1/19 - OGGI JUVENTUS E MILAN SI CONTENDONO LA SUPERCOPPA ITALIANA

Juventus e Milan, oggi alle ore 18.30 si contenderanno a Gedda, in Arabia Saudita, la Supercoppa Italiana. Sia i rossoneri che i bianconeri hanno già vinto sette volte il trofeo e stasera sperano di conquistare l'ottavo successo. I due allenatori adotteranno stasera un modulo molto offensivo con il chiaro intento di portare a
...[leggi]

PRIMA PAGINA

8/1/18
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. D) – 16^ GIORNATA

I “VENERABILI” RALLENTANO DA SICURI CAPOLISTI NEL BIG MATCH CONTRO L’AURORA MARCHESINO (2-2), SI FERMA IL GIPS, AVANZANO CON LO STESSO PASSO “CONCA” ED ATL. VIGASIO. ALBAREDO A FORZA 4 AL “DAVI”, PRIMO PUNTO DI MISTER SPADINI AL CADEGLIOPPI, ROVERCHIARA KO CONTRO LA “BONA” DI DE CARLI.

La cima del girone “D” di Seconda categoria continua a parlare il sanguinettese: e ne parlerà ancora lungo, visto che i “venerabili” del coach polesano Antonio Marini mantengono un buon capitale di vantaggio (38 a 31 il distacco dalla sorprendente matricola Aurora Marchesino) sulle più immediate inseguitrici. Ieri, in riva alla Sanoa, 2 a 2 nel big match proprio contro la squadra più stucchevole del raggruppamento della bassa veronese, i giallo e blu di mister Andrea Calzolari. A Matteo Bedoni, l’Aurora replica con un Carlo Alberto Povolo che imbraccia la doppietta (e sono 16 i suoi sigilli in 16 gare). Poi, a sistemare il tutto ci pensa “Happy Days” Alberto Ziviani, ex Casaleone e l’anno scorso in forza al "Conca”.

Concamarise che inizia l’anno nuovo con il passo da bersagliere: 3 a 0, ieri al “Roberto Bortolotto” “Ghiggia” contro un avversario che fa del gruppo l’arma e il segreto della splendida andata vissuta dai Boys maccacaresi di mister Matteo Gobbetti. Per i “tartari rosso-neri” di mister Simone Marocchio e di un presidente Paolo Zago, che, visti gli investimenti sostenuti sia in estate che a dicembre, ha proclamato chiusa la stagione dei saldi e dei regali natalizi da porgere in dono agli avversari, e ha chiamato all’appello e al massimo impegno per l’ultimo rush di stagione  tutta la truppa, mister compreso, per un gennaio fruttifero al massimo, ebbene, per i “tartari rosso-neri” l’hanno cacciata dentro “Fedez” Mattia Fraccaroli, il “Supertatuato”, un gol all’incontrario del maccacarese Emanuele Mirandola su conclusione di “nonno” (1982) Matteo Violaro, infine, Alessandro “Baby” Carollo, al suo decimo centro stagionale e giocatore sotto rete il più in forma dei quotati “punteros” concamarisani.

Con lo stesso passo del 3 a 0 casalingo procede anche l’Atletico Vigasio di mister Roberto Zorzella, il quale, con ancora la statuaria punta Ugo Michele Martinelli in infermeria, riesce a Trevenzuolo ad avere ragione di un Coriano dai denti canini e gli incisivi da latte (i “granata mulinari” di mister Alberto Fiorini mancano di una vera punta di razza, orfani di Flaviu Curseu, fratturatosi il perone in allenamento all’”Eraldo Bottacini” a fine novembre). Per gli atletici vigasiani sempre 3° posto con 30 e lode, doppia del 1998 Andrea Tebaldi ed acuto di “monsignor” Alessandro Carraro, 1989, ex cadidavidese.

Il Gips Salizzole di mister Pasquale De Lauri, perdendo in casa per 0 a 2 col Bovolone, si vede raggiunto al 4° posto a quota 28  dal “Conca”. Ieri, i rosso e blu salizzolesi del presidente Leonello Migliorini sono capitolati in seguito alle conclusioni del 1995 Denis Schiavo e del difensore, classe 1998, Luca Alberti. Con questi 3 punti il Bovolone del presidente Claudio Bissoli si porta a -3 dalla zona play-off.

Il calcio è fatto di episodi, di fortuna, ma, anche di alcuni uomini capaci di toglierti le castagne arroventate dal fuoco: è il caso della spavalda matricola Bonarubiana, ancora una volta ingigantita da una conclusione di Eddy De Carli, classe ’89, ex Nazionale Under 16. Ed è colpaccio al “Comunale” di Roverchiara, nell’ambito di un derby che il presidente-edicolante-cartolibraio della Rover, Loris Tavella, mai e poi mai avrebbe desiderato e sognato di perdere. La sua unghiata, quella di De Carli, vale come nel basket un tiro da 3 punti.

“Bona” sest’ultima a quota 19, a +4 dal Cà degli Oppi della prima volta in panca dei biancazzurri della frazione di Oppeano di mister Giuliano Spadini, il “gringo dei trainer della Bassa veronese”. Subito il primo punto per lui nella delicata trasferta – 0 a 0 – compiuta nell’estremo veronese, lungo il Canal Bianco, all’altezza di Villabartolomea.

Al “Luca Davi”, peggio di così non poteva inaugurasi l’anno nuovo per il Sustinenza di mister Andrea Bertelli: 0 a 4 per mano dell’Albaredo, squadra fortissima da centrocampo in avanti, più abbordabile dalla cintola in giù. Calici, non pollici, vèrsi, nel “Jolly Bar”, ritiro, “tana” sustinentese e il giovane difensore dei "Celeste della Bassa”, Fabio Bissoli, classe 1996, che parla di “partita da dimenticare”, di “domenica bestiale” da parte di tutta la compagine sustinentese. Per gli albaretani del “cagliaritano” trainer Manuel Cuccu segnano l’ex Valtramigna Cazzano, il 1994 Luca Pasìn (una doppietta), “Beckamp” Alessio Scarsetto (ex Gambellara, classe 1988) e il 1996 Mattia Ciocchetta.

Si risolve in maniera…rigorosa (un penalty trasformato per parte) la sfida tra l’A.C. Raldon di mister Silvio Donadello e il Bonavigo 1961 dell’omologo Gianluca Corso. Il 1994 Simone Grossule è freddo, algido come un bisturi che si conficca nei tessuti umani, altrettanto spietato – alla pari di quando caccia le lepri – lo è bomber Andrea Pesarìn da Isola Rizza, di professione, nella vita di tutti i giorni, cuoco da master chef, Scuola Gualtiero Marchesi, padre di Carlo Cracco, Antonino Canavacciolo e di mastro dei fornelli Massimo Bottura.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1142)