ULTIMA - 20/3/19 - TUTTI I RISULTATI DI OGGI. L'ISOLA RIZZA CONQUISTA LA FINALE

Il Caldiero Terme conquista un pareggio in trasferta che gli da ottime possibilità di passare il turno ed approdare alle semifinali della Coppa Italia - Fase Nazionale. I gialloverdi di mister Cristian Soave hanno pareggiato 1 a 1 nella gara di andata del doppio confronto contro gli astigiani del Canelli, che hanno battuto nel turno precedente il leggendario
...[leggi]

PRIMA PAGINA

8/1/18
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. B) – 16^ GIORNATA

L’AUDACE FA SUO ANCHE IL BIG MATCH CONTRO L’INSEGUITORE CASTELDAZZANO E LO LASCIA A -10! BENE A SOMMACAMPAGNA L’ALPO CLUB ’98, COSI’ COSI’ LA NUOVA COMETA, MALE IL LAVAGNO A ROSEGAFERRO. IL REAL S.MASSIMO “PIRATA” A BORGO SANTA CROCE, ALL’OLIMPIA IL “DERBY DEI PONTI”, SORRISI PER S.PERETTO E PER IL “CLUB DELLE 11 RONDINI”.

I giocatori audacini farebbero benissimo, in settimana, farsi imprimere sulla casacca la scritta “Wanted!”. La vittoria con cui i sanmichelati hanno festeggiato, bagnato di spumante Prosecco, il primo appuntamento dell’anno, la dice lunga sulla grande macchina da reti, sulla grande organizzazione di gioco che mister Matteo “Trap” Meneghetti ha dato ai suoi ragazzi. Ieri, all’ombra del “Tiberghien”, andava in onda un match, il cui esito forse non decideva una stagione intera, ma costituiva senz’altro la grande occasione per la sfidante Casteldazzano – la ancora sua più immediata inseguitrice – per riaprire la corsa-scudetto. E, invece, eccoti i rosso-neri che ti aspettavi: forti, pragmatici, cinici sotto rete, capaci di mettere alle corde sicuramente una tra le avversarie più agguerrite del girone “B” di Seconda categoria: il Casteldazzano di mister Riccardo Adami. Il quale, alla fine della fiera, va sotto di due reti a zero: decidono Andrea Castelli (1992) e Francesco Savoia.

Audace primissima con i suoi 39 punti – attualmente la cifra più alta di tutta la Seconda categoria in cui militano le nostre rappresentanti -, inseguita a 10 tacche di distanza proprio dalla più recente ed illustre delle sue vittime, il Casteldazzano, ancora a 29 freccette. Terza a 27 rimane – perché ha pareggiato 2 a 2 sul parrocchiale di S. Maria di Zevio contro il Gabetti Valeggio – la nuova Cometa di mister Cristian Cordioli. Tanto di…Cappello per il vantaggio valeggiano a firma di “Borsalino” Jacopo Cappiello (ex poveglianese, classe 1997), pareggio dell’ex zeviano, il classe 1998, Amedeo Mainente, rigore del vantaggio dei “rosso e blu del Mincio” di mister G.Donato Di Marzo a firma di “matuzalemme” (1976, gulp!) Damiano Meda, nuovamente pareggio per i “doriani raldonati” con un rigore di oro…Zecchìn (Mattia, classe 1996).

A Rosegaferro, la Scaligera Lavagno di mister Ivan Benìn… va malìn perché incrocia il semaforo rosso del 3 a 2 a favore dei postumiesi di mister Simone Mirandola, detto “El Pano”…per via, dicono, del colore dei capelli, biondi come il grano, che portava da giovane. Doppia di Frediani per la Nuova Cometa, a fronte dei tre piattelli polverizzati, colpiti dai cecchini rosso e blu Nathaniel…”made in…” France (1988, e doppietta per lui) ed Andrea Zanoni, classe 1993.
 
Quinto a 25 ecco l’Alpo Club ’98 di mister Stefano Ferro: ieri 1 a 3 per i rosso-neri alpesi in quel di Sommacampagna, dove per i “tamburini sardi” di mister Hector Rodrigo Garçia “Lorca” rulla il solo difensore 1991 Gioele “Dix” Antolini. Per quelli del Club più esclusivo del girone “B” di Seconda, la cacciano dentro il 1985 Marco Migliorini, il 1994, ex Real Vigasio, Luca Veronese, e il 1993 Francesco De Rossi. Omonimo deI Salviati, il massimo esponente della pittura del manierismo del 1500.

Il derby “dei due ponti”, quello tra l’Olimpia PonteCrencano e l’U.S. Cadore (club che pulsa a ponte Crencano), va appannaggio dei ragazzi allenati da Giordano Rossi da Isola della Scala, ex Primavera interista, classe 1980. Il risultato finale è infatti di 3 a 2, con reti per i “geniali pontieri” del massimo dirigente Roberto Donà realizzate da Pietro “Sheva” Bellè, di “a caval …Donà non si guarda in bocca, casomai negli scarpini….”, e del difensore, classe 1994, Fabio Ferrandino. Nicolò Busola, classe ’95, e il 1994 Diego Giglia, ex Avesa, sangue siculo nelle vene e nelle arterie ed arteriole, i due precisi frombolieri cadorini schierati da mister Ruggero Napoleone…Bonaparte.

A Negrar, successo delle “giubbe rosso-nere” del San Peretto – 2 a 1 – a scapito dello United Sona PSG…Eindoven… di mister, il pugliese Antonio Sperani (ex trainer del Sona di Prima categoria degli anni ’90). Per i sanperettiani del vice-presidente, l’assicuratore Nicola Peretti, segnano “Il Conte” Cristian Ugolini (1984) e Serean Cosmin; per i palazzolesi, invece, il solo, soletto urlatore Mohammed Cissè, classe ’95, ex Villafranca.

In zona Sacra Famiglia inizia sotto la miglior stella e nella migliore concordia il 2018 per la Primavera di mister Alfredo Mori e dell’avv. Simone Ghirotto: 3 a 1 al BorgoPrimomaggio ed operazione aggancio in classifica effettuata a 21 punti! E’ un vantaggio, triplice addirittura, che sboccia come un mandorlo ad inizio di gennaio (nemmeno ad Agrigento, nella nota Valle dei Templi, si ammira uno straordinario fenomeno; semmai ai primi di febbraio, non prima!), quello maturato da una Primavera, che sboccia mai troppo precocemente per mettere maggior fieno nella cascina della salvezza. Per il “club delle 11 e più rondini” vanno a bersaglio Andrea Busatta (1985), il 1995 Luca Bellorio (ex San Marco B.M.), entrambi preceduti da Andrea Azzolini (1989). Il solingo Simone Rocchi, difensore datato 1991, invece, per il gol della magra consolazione dei “draghi rossi” borgatari guidati da mister Tiziano “Titti” Salvagno.

In borgo Santa Croce (borgo Venezia), 0 a 1 del Real San Massimo del paraguagio tecnico Gregory Donadel. Ares Calcio Vr di mister Michele Barone battuta ancora una volta di misura da una conclusione eseguita ad una manciata di minuti al termine dal nero-verde Riccardo Fanigliulo (1997, ex virtussino), e mossa che premia lo stesso mister Donadel, perché aveva inserito nella ripresa Fanigliulo al posto del 1989 Simone Zerpelloni.
 
Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1054)