ULTIMA - 23/1/19 - LA VIRTUS VERONA CEDE CONTRO LA CAPOLISTA PORDENONE (1-2)

Per l'ennesima volta la Virtus Verona di mister Gigi Fresco viene beffata nei minuti finale della partita dopo essersi battuta alla pari contro la capolista incontrastata del girone B di serie C, il Pordenone di mister Attilio Tesser. A decidere la sfida a favore dei neroverdi friulani è stata una rete del 38enne Emanuele Berrettoni, ex Hellas Verona,
...[leggi]

PRIMA PAGINA

15/1/18
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. B) – 17^ GIORNATA

IL REAL S.MASSIMO UMANIZZA L’AUDACE (2-0). MA E’ SEMPRE VUOTO CON L’INSEGUITORE CASTELDAZZANO. AVANZA IL S.PERETTO, ORA 4°, EX AEQUO CON LA NUOVA COMETA, NON SI FERMANO I “GENIALI PONTIERI”, LA PRIMAVERA SBANCA A CADORE, IL BORGO ZITTISCE IL SOMMACUSTOZA!
 
La vittoria ottenuta in casa sua dal Real San Massimo, grazie alle reti di Marco Papiccio e Omar Jmili, offre una buona boccata di ossigeno ai nero-verdi del trainer paraguagio Gregory Donadel, ancora, eh, impelagati nei quartieri del Bronx del girone “B” di Seconda categoria (il Real è quint’ultimo a quota 20 punti). Audace calcio che nostante la sconfitta per 2 a 0, è sempre prima e quasi imprendibile, visto il Canyon che ha creato dietro alle sue spalle e i suoi 39 a fronte della prima delle inseguitrici, il Casteldazzano che è ora a quota 30.

Casteldazzano di mister Riccardo Adami, ieri poco approfittatore, in quanto non è riuscito all’ombra del suo castello (dov’è?), ad andare al di là dell’1 a 1 contro la sua sparring partner nella corsa ai play off Nuova Cometa di mister Ivan Benin (al pari definitivo con Madu, dopo che Alfonso Giardino, ex San Marco Borgo Milano aveva fatto propendere a lungo per il successo dei biancazzurri del diesse Mauro Zardini.
 
Chi, lemme lemme, sta di domenica in domenica lievitando è il San Peretto di mister Franco Tommasi e del giovanissimo presidente Paolo Menegazzi: le “giubbe rosso e nere” del diggì, l’assicuratore Nicola Righetti (ex arbitro Aia), vanno ad imporsi, 0 a 1, in riva al Mincio, in casa della Gabetti Valeggio di mister Giandonato Di Marzo. E, lo fanno grazie al gol messo a segno da bomber Paolo Zolìn.
 
Pareggio, 1 a 1, anche per l’altra candidata ai play off, la Scaligera Lavagno del presidente Samuele Tosi (anche il suo vice porta come nome di battesimo Samuele: è Isolani): l’avversario non è dei più trascendentali, ma quell’Ares Calcio Vr di mister Michele Barone, che non ha deciso ancora di sotterrare l’ascia di guerra, di gettare la spugna. Per i lavagnesi apre Vailati, per gli aretini risponde… “noi, non semo in… Ciesa….; che nel gioco a carte della briscola, significa trovarsi solo con scartini, senza tanti assi da giocare…

Continua a far punti l’Olimpia Ponte Crencano da quando ha chiamato sulla sua panca l’ex Primavera dell’Inter, l’ex punta del Ravenna in B, l’isolano Giordano Rossi, classe 1980: ieri, vittoria di 1 a 2 per i “geniali pontieri” a Palazzolo, frutto dei colpi messi a segno dall’ex avesano Luca Abbey (classe 1995) e dall’ex Primavera, il classe 1996, Gianmarco Ferrante (aveva pareggiato momentaneamente Lavagnoli per lo United Sona PGS di mister Antonio Sperani).
 
Sugli impianti sportivi “Avesani” di via Santini, a Ponte Crencano, sponda U.S. Cadore presidiata dal mister-imperatore Ruggero Napoleone…Bonaparte (terz’ultimo a quota 14 punti), Andrea Busatta (1985) e l’altro ex San Marco B.M. Luca Bellorio (1995) portano i 3 punti su un piatto d’argento alla Primavera del tandem tecnico Alfredo Mori-Simone Ghirotto.
 
Al “Monterotondo”, si scatena (doppietta) il centrocampista col fiuto del gol, Francesco Villaraspi, classe 1989, e il BorgoPrimomaggio di mister Tiziano Salvagno (il terzo sigillo l’ha impresso l’ex dossobuonese, il 1998 Davide Vignola) ha la meglio – 3 a 1 – sul SommaCustoza di mister Hector Rodrigo Garçia “Lorca”, in rete soltanto con il difensore-goleador – non nuovo a questi simili e squillanti acuti realizzativi – Gioele Antolini (1991), ma, quando gli aquiloni erano già stati sguinzagliati in cielo.
 
Alpo Club ’98 e Pol. Rosegaferro non si fanno male: la tenzone termina sull’1 a 1, con botta dell’ex poveglianese Lorenzo “piedi di fata” Mailli (1986) per i rossoneri di mister Stefano Ferro e replica del rosso e blu postumiese, il nato nel 1995 Tommaso Garbujo, che allo scoccare del 90° minuto regala il punto ai ragazzi di mister Simone Mirandola.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1011)