ULTIMA - 26/3/19 - IL PUNTO SULLE NOSTRE SQUADRE GIOVANILI ELITE E REGIONALI

Facciamo il punto sulle squadre giovanili veronesi dei tornei Elite e Regionali delle categorie Juniores, Allievi e Giovanissimi, quando mancano poche gare alla fine dei campionati. Nella categoria Juniores Elite, girone A, comanda ora il Camisano che con 50 punti precede il San Giovanni Lupatoto di mister Matteo a 46 punti dopo la sconfitta 1 a 0 contro il
...[leggi]

PRIMA PAGINA

29/1/18
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 1^ CATEGORIA (GIR. A) – 19^ GIORNATA

FINALMENTE TEAM S.LORENZO! CASTELNUOVOSANDRA’ SEMPRE AL VERTICE, A +1 SUL “PEDE”, “PIRATA” A BORGO MILANO. “EL MOZZE” SCARABOCCHIA IL QUADERNI, UN “DOPPIO” DAL CORSO SALVA IL LUGO A DOSSOBUONO.

E’ ancora una volta il CastelnuovoSandrà del lippiano trainer Fabrizio Gilioli, tornato alla vittoria in casa sua nel “derby del Basso Garda”, vinto per 1 a 0 (mattatore il 1994 Haris Dzafic) a spese del Peschiera dello skipper Vasco “De Gama” Guerra, a egemonizzare il cielo dell’alta classifica del girone “A” di Prima categoria veronese. 38 i punti per i nero-verdi del presidente-imprenditore Luca Sandri da Pastrengo, 37 quelli esibiti dal Pedemonte del team manager nonché viticoltore Claudio Farina.
 
E, i bianco-rossi pedemontani, per tenere il passo della capolista, ieri hanno dovuto far loro la trasferta al “Manuel Fiorito”, quella vinta a borgo Milano, in casa del Pgs Concordia di mister Luca Righetti (prima sconfitta per il nuovo coach arilicense da quando siede sulla panca dei bianco-viola del presidente Marco Giavoni al posto del dimissionario Beppe Bozzini). E’ il difensore Michele Righi, classe 1996, a mettere davvero tutti in riga al 45°, approfittando degli sviluppi di un calcio d’angolo battuto dai bianco-rossi pedemontani.
 
Nulla di fatto, 0 a 0, in Bussolengo-Arbizzano, con i giallo e blu valpolicellesi di mister Ivo Castellani in inferiorità numerica a causa dell’espulsione del loro terzino mancino Dennis Righetti incapaci di scardinare la difesa dei rossoverdi di mister Roberto Pienazza. Terzi, a 36 punti, la coppia A.C. San Zeno Verona-Mozzecane, entrambe ieri vittoriose.

I “granata della busa” di mister Piergiorgio Troccoli si impongono a Parona, contro i biancoverdi di mister Flavio Marai per 0 a 1, “giustiziere” granata il difensore classe 1993 Alessandro Pasini. “El Mozze”, invece, ha trionfato all’ombra del suo bocciodromo, avendo la meglio sui “cugini” postumiesi della Pol. Quaderni della presidentessa Sara “Pitti Donna” Olivieri ed allenati da mister Nicola Chieppe. I neroverdi quadernesi scialacquano il loro doppio vantaggio, frutto dell’uno-due siglato dal 1997 Luca Fossa e da Ignacio Schults. Ma, sulla coscienza dei “nero-verdi” ospiti c’è anche il penalty ipnotizzato dall’estremo mozzecanese, l’ex villafranchese, classe 1999, Luca Biasi, su conclusione esplosa da plotone di esecuzione dello stesso Schults. Il via libera alla rimonta è in pratica un invito a nozze per i più marpioni avversari del “Mozze”: doppia del bomber-cowboy Stefano Morandini ed assolo del 1991 Michele Sandrini.
 
Un fantasticamente “doppio” Marco Dal Corso, classe 1992, consente al Real GrezzanaLugo di mister “Zaccheroni” Antonio Ferronato di uscire indenne da Dossobuono. L’Olimpica di mister Armando Corazzoli esulta invece per i centri azzeccati dall’ex zeviano Michele Peroni (1989) e da Papa Kwesi Kassum, classe 1992. giallorossi del presidente Rinaldo Campostrini a -1 dalla zona play-off.
 
Sempre in vantaggio sul Valpolicella, all’”Alberto Tosoni” di Caselle di Sommacampagna, i giallo e blu del trainer lupatotino Massimiliano Canovo: prima con Lorenzo “Il Magnifico” Meda e poi con la “vedova paraguagia” Cristian Molas, classe 1985. I fumanesi di mister, il caprinese Simone Cristofaletti, rispondono con le bocche di fuoco Giovanni Resenterra, difensore datato 1991, e poi con Angelo Nicolis, classe 1993, più freddo di un bisturi, più attento di un chirurgo nel battere quel rigore che vale il punto in trasferta.
 
Ecce victoria! Per il Team San Lorenzo Pescantina del presidente Pietro Zangrandi primi 3 punti dopo un digiuno a dir poco quaresimale: i “bianco-rossi del velodromo”, sguinzagliati dal mister-antiquario Gianluca Marastoni, si rivelano anche in Prima categoria la “bestia nera” di quel Calmasino, che superarono al fotofinish, ossia all’ultima giornata l’anno scorso. Al “Belvedere”, è uno 0 a 2 griffato Alessandro Quintarelli, classe 1990, autore della fantastica doppia, che consente ai vincitori di essere meno lontani e meno soli all’ancora ultimo posto in classifica che ricoprono a 13 punti (uno in meno del Bussolengo, 4 in meno rispetto ai casellini).

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1064)