ULTIMA - 22/5/19 - IL VILLA BARTOLOMEA SI AFFIDA A MISTER GIAN LUCA PARISATO

Nel girone B di Terza categoria, domenica scorsa si è giocato il 1° turno dei play-off che hanno registrato la vittoria per 2 a 0 della Dorial di mister Alessandro Bruni che ha quindi eliminato dai giochi promozione il Roverchiara di mister Simone Brunelli. Promozione in 2^ categoria che i "doriani" del presidente Gabriele
...[leggi]

PRIMA PAGINA

29/1/18
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. B) – 19^ GIORNATA

BRIVIDI AUDACINI A VALEGGIO (1-1): CASTELDAZZANO ORA A -7. SAN PERETTO 3° SEGUITO A -1 DAL LAVAGNO. MA, SPERANZE PLAY-OFF ANCORA PER NUOVA COMETA, ALPO CLUB ’98, ROSEGAFERRO E “BORGO”. IN CODA, NON SI RIPETE L’ARES CALCIO VR.

Tentennio, brivido, cigolìo audacino: i rosso-neri di mister Matteo Meneghetti barcollano (1 a 1) ma non crollano in riva al Mincio, all’altezza di Valeggio. In vantaggio i rosso e blu di mister Giandonato Di Marzo con Amine Essaib (1990), raggiunti dal neo-entrato – nella ripresa – sanmichelato Francesco Gasparato, classe 1980, ex U.S. Croz Zai, giocatore molto talentuoso.
 
Ma, cambia pochissimo al vertice del girone “B” delle nostre Seconde categorie: Audace calcio sempre in vetta solitaria – alla pari del “Passero” famoso di Giacomo Leopardi da Recanati – con 43 punti, e Casteldazzano, ora, a 36 e sempre secondo. Nonostante la vittoria di ieri, bella e grassa (3 a 0), a spese di quell’Ares Calcio Vr di mister Michele Barone, la quale è tornata in letargo di punti, dopo la bella vittoria di domenica scorsa. Per i bianco-rossi castellani del presidente Giacomo Tabarrini, del diesse Mauro Zardini, e di mister Riccardo Adami, esultano Anthony Azuka Neweke, classe 1986, ex Lessinia, l’ex raldonate, classe 1987, Denis Longo, e Boaretto.
 
Al 3° posto, a 34 punti, si insedia legittimamente quanto prepotentemente il San Peretto di mister Franco Tommasi: ieri, al “Pace” di Santa Maria di Negrar, buon 3 a 0 a spese di chi non conosceva da qualche settimana, la parola sconfitta. E, cioè l’Olimpia Ponte Crencano di mister Giordano Rossi, rientrato dalla squalifica, trainer originario di Isola della Scala. Doppia dell’ex paronese Gianmarco Portoghese, classe 1990, ed acuto del difensore 1981 Eddy Dall’Ora.
 
Al 4° posto, a 33 freccette, la Scaligera Sport Club Lavagno di mister Ivan Benìn: 3 a 2 al “Lorenzo Molinaroli” a spese del Sommacustoza (in doppio vantaggio, i “tamburini sardi” di mister Hector Rodrigo Garçia “Lorca” degli ancora fuori Nicolò Bolla e Luca Pighi, con il 1989 Mattia Cioffi e con il difensore-goleador, il classe 1991 Gioele Antolini, sì, ancora lui!). Per i lavagnesi rimonta poderosa effettuata grazie ai precisi quanto spietati arcieri Seri Mouhamadou Gueye, classe 1991 (doppia per lui!), e l’ex poli-virtussino, classe 1994, Andrea Zenatti (ha visto la palla varcare la linea bianca al 94mo, gulp!).
 
Un altro difensore al gol decisivo: è Tommaso Aloisi, classe 1990, terzino della Nuova Cometa a far brillare di luce e di gioia la squadra di mister Cristian Cordioli, a Palazzolo, contro lo United Sona PGS di mister Antonio Sperani. Ancora l’ex poveglianese Tommaso Garbujo, classe 1995, a recare su un piatto d’argento i 3 punti còlti in trasferta – più precisamente a a San Massimo – dalla Pol. Rosegaferro di mister Simone Mirandola, del diesse Alberto Ruzzenente e del presidente Federico “da Montefeltro” Dal Gal.
 
Al “Monterotondo”, vincono per 2 a 1 i “draghi rossi” di mister Tiziano “Titti” Salvagno: la vittima è l’U.S. Cadore del collega Ruggero Napoleone, messo….da una parte… in classifica, visto il terz’ultimo posto dei nero-verdi cadorini, cristallizzatisi a quota 15 (4 punti in più del Palazzolo, 3 in meno della Gabetti Valeggio, 7 in più della “maglia nera”, l’Ares Calcio Vr. Aveva aperto il tabellino dei marcatori il cadorino Federico Vigliani, classe 1997, l’hanno completato i “draghi rossi” borgatari Denis Torni (1988) e Mirko “El Galactico” Galasso, classe 1982, sangue trentino-veronese-pugliese nel sangue. Alla pari dei veri purosangue, dei veri cavalli di razza.
 
Ad Alpo di Villafranca, 3 a 1 per i rosso-neri di mister Stefano “Tiziano” Ferro a spese della Primavera del tandem tecnico Alfredo Mori-avv.Simone Ghirotto. Per il “club delle 11 e più rondini” aveva fatto proprio da rondine però illusoria Andrea Busatta, con quella sua conclusione terminata in rete. Poi, la reazione degli alpesi rosso-neri, cominciando dall’ex poveglianese, il 1986 Filippo Peretti, passando dall’”eroico” Giosuè “Carducci” Debattisti (1995), finendo con “piedi di fata” Lorenzo Mailli, classe 1985, ex a lungo colonna del Povegliano.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1978)