ULTIMA - 26/3/19 - IL PUNTO SULLE NOSTRE SQUADRE GIOVANILI ELITE E REGIONALI

Facciamo il punto sulle squadre giovanili veronesi dei tornei Elite e Regionali delle categorie Juniores, Allievi e Giovanissimi, quando mancano poche gare alla fine dei campionati. Nella categoria Juniores Elite, girone A, comanda ora il Camisano che con 50 punti precede il San Giovanni Lupatoto di mister Matteo a 46 punti dopo la sconfitta 1 a 0 contro il
...[leggi]

PRIMA PAGINA

5/2/18
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 1^ CATEGORIA (GIR. B) – 20^ GIORNATA

UN TRIO VINCENTE IN TRASFERTA ALL’INSEGUIMENTO DELL’ISOLA RIZZA, BLOCCATO IN CASA (0-0) DAL CASALEONE, E SEMPRE A +4 DALLE SECONDE: CHE SONO NOGARA, VALDALPONE E COLOGNA VENETA. GARE INTERMINABILI: PARI IN EXTREMIS PER POZZO E BOYS BUTTAPEDRA, IL TREGNAGO SI RILANCIA A ZEVIO, IL LONIGO ESASPERA UN BEVILACQUA INCAPACE DI RISOLLEVARSI

Un’Isola Rizza “creativa”, ed un po’ risentita per l’ancora cocente eliminazione dalla Coppa Veneto di Prima categoria, in seguito alla sconfitta patita dal Valpolicella, non riesce a domare i “casaleoncini” giallo e blu del presidente Marco Faella e sguinzagliati contro dal “domatore” Pippo Crivellente. Anzi, alla fine è l’estremo Andrea Negri a salvare la porta dei “biancazzurri del Piganzo” del presidente Franco Brunelli.
 
Isolarizzani di mister Stefano Sacchetto, ciononostante, sempre in vetta al girone “B” di Prima categoria, con 41 punti, esattamente 4 in più di un trittico infuocato ed agguerrito che non la perde certo d’occhio: quello formato da Nogara, SSD Valdalpone e dall’A.C. Cologna Veneta. Tutte e tre vittoriose in trasferta alla 20^ giornata di un Torneo sempre più equilibrato, sempre più combattuto ed incerto.
 
Più corposa, più rotonda – 0 a 2 - la vittoria messa a segno dal Nogara di mister Walter Bampa in casa della Pro San Bonifacio di mister Marco Burato che veniva da 10 punti incamerati nelle ultime 4 partite (tre vittorie ed un pareggio): decide ancora un Francesco Tarullo-taralluccio… all’arsenico per i “cosacchi bianco-rossi del Basso Tartaro”, imitato al 90° minuto dal classe 1992 Diego Grigoli.
 
L’SSD Valdalpone di mister Totò Mantovani si aggiudica il “derby della vallata dell’Alpone”: vincendo 0 a 1 in casa del San Giovanni Ilarione di mister Sereno Ferrari, e la differenza sostanziale la fa il giovane – classe 2000 – Alessandro Dal Lago, ex Arzignano Chiampo, “pupillo” del diesse Massimo Franchetto e “fiore all’occhiello”, vanto, del dirigente vicentino, il “sovietico” Gionatan Pancera. "Complimenti al mister ed ai ragazzi che giocano - dice il d.s. del Valdalpone-Roncà Massimo Franchetto - per i risultati che stiamo ottenendo nonostante le numerose ed importanti assenze. Zerbato è stato operato al menisco, Lorenzi pure lui operato al menisco, Braggio ha un'infiammazione del ginocchio e da inizio anno Baldinazzo è fuori per grave distorsione al ginocchio":

L’A.C. Cologna Veneta spezza le due feste di gloria vissute da una rigenerata Scaligera di mister Claudio Sganzerla: 0 a 1 per i “giallo e blu del mandorlato” di mister Salvatore Di Paola, mattatore “Il Davide”…di Donatello; che di nome fa Nicola, e che è della classe 1984.
 
L’A.C. Tregnago di mister Andrea “Re” Defazio, classe 1959, di Barletta alla pari di Pietro Mennea, rifila un 1 a 3 ustionante alla “Bonbonera” di Zevio, e si rilancia per inseguire l’ultima – ancora abbastanza distante, anche se con la legge dei 3 punti tutto è possibile! – poltrona dei play off. Doppia dell’ex SSD Valdalpone Filippo Menini, classe 1993, inframezzata dall’acuto del classe 1996 Henrique Luiz Herber; per i bianco-neri zeviani di mister Francesco Marafioti aveva davvero illuso, con quel suo gol in apertura di marcature, il preciso… “arciere”, il difensore ex San Martino-Speme, classe 1992, Marco Balestro.
 
Al “Mancassola”, il Lonigo di mister Martinello risalta, mette in maggior mostra le ferite già ancora purulenti per le ultime gravi battute d’arresto incassate dalla “Cremonese della bassa” di mister Mirco Dalle Ave: e lo fa, battendo per 2 a 0 il Bevilacqua, grazie ai colpi di uncino sferrati dall’avanti 1993 Davide Longo e dalla trasformazione del calcio di rigore da parte del 1992 Filippo Bevilacqua (ironia della sorte, eh! Bevilacqua battuto da un Bevilacqua…).

All’”Emilio Steccanella” di Cazzano di Tramigna, il Valtramigna Cazzano di mister Adriano Laperni cerca con l’acuto di Piccoli di assordare gli orecchi del Pozzo; ma, non ha fatto i conti con Luca Bilotta…Continua. Che permette ai rosso e blu pozzani di mister Stefano Paese di continuare a lottare per la salvezza (già, Bi-lotta continua!)
 
Al “Pelaloca”, 2 a 2 tra l’Atletico Città di Cerea di mister Luis Gustavo Passera e i Boys Buttapedra dell’omologo Paolo Novali: sempre in vantaggio i ceretani, prima grazie al 1994 Jonathan Cavaler, poi, al rigore trasformato dal gemello Alessandro Boscaro. I buttapietresi non ci stanno a lasciar punti per strada, ed, allora, superano il forte Michele Pozzani grazie alle uncinate sferrate dal 1997 Luca Zaffani (in seguito espulso, gulp!) e dal solito Valerio Manzini (classe 1990).
 
Interessante, domenica prossima, il big match della 21ma giornata, quello tra Nogara e l’Isola Rizza. Una gara da ben 78 punti in palio! Sarebbe un peccato perderlo!

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1193)