ULTIMA - 19/1/19 - LA VIRTUS VERONA RIABBRACCIA MASSIMO GOH N'CEDE

L'attaccante scuola Juventus classe 1999, dopo essere stato uno dei protagonisti lo scorso anno della promozione in serie C dei rossoblu di mister Gigi Fresco con 7 reti realizzate in 30 partite disputate, nella giornata di ieri ha firmato un nuovo contratto con il sodalizio rossoblu che lo legherà ai virtussini fino al 30 giugno 2020. Goh, che
...[leggi]

PRIMA PAGINA

26/2/18
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 1^ CATEGORIA (GIR. A) – 22^ GIORNATA

“PEDE” RAGGELATO A PESCHIERA, CASTELNUOVO ORA A +4. STOP ANCHE PER I SANZENATI, VIA LIBERA PER “EL MOZZE”. L’ARBIZZANO BATTE E SCAVALCA “EL DOSSO”, PARONA SCONFITTO A FUMANE, PGS CONCORDIA VITTORIOSO AL “VELODROMO”.

Un’altra domenica di passione e di colpi di scena nella 22ma del girone “A” di Prima categoria. Gelo che soffia fastidioso dalla Siberia, ma che non intirizzisce le leve del CastelnuoSandrà, ospite al “Belvedere” di Calmasino. I “nero-verdi del basso Garda” riescono a ribaltare come un calzino quel verdetto a loro sfavorevole dopo il rigore trasformato senza pietà dal bianco-verde di mister Luca Ponzini, il 1987 Juan Pablo Ometto. Infatti, pronta è la reazione dei “castellani” di mister Fabrizio Gilioli, con l’uno-due marcato, tatuato dall’ex pescantinese Matteo Tommasi, classe 1992, e dal difensore 1999 Felice Genuario.
 
47 i punti della capolista, 43 quelli esibiti dal Pedemonte di mister Stefano Modena, ibernato nel tuffo compiuto ieri pomeriggio a Peschiera, dove perde per 3 a 1 contro i rossoblu di mister Marco Magagnotti. Quanto a marcature, ci pensa il solo Peschiera; e, così dall’autorete del 1996 Mattia Leanza alle reti più ortodosse, più regolari, messe a segno dagli arilicensi Andrea Marangon (1993), dal 1996 Mattia Leanza e dall’esperto sotto rete, Domenico Marino, classe 1983.
 
A quota 42 punti, un duetto molto interessante e che – siamo sicuri – darà del buon filo da torcere a tutti. Quello composto dall’A.C. San Zeno Verona di trainer Piergiorgio Troccoli e dal Mozzecane di mister Nicola Santelli. I granata della busa” – incredibile, ma vero! – perdono davanti al mezzo busto bronzeo raffigurante “El Molena”, al secolo Arrigo Ligabò, per 2 a 3 al cospetto di uno spavaldo e rigenerato Caselle del lupatotino trainer Massimiliano Canovo. Doppio è il vantaggio dei giallo e blu casellini ospiti, a cura di Lorenzo “Il Magnifico” Meda e di Marco “Giorgio” (lo scrittore ferrarese, autore de “Il Giardino dei Finzi Contini, anno 1970) Bassani. Poi, è la volta del sanzenate Matteo Lui, quindi del larizzano Isacco “Newton” Grigoli, ex crozzino, e del sanzenate Curi.

“El Mozze” si rialza in piedi, andando a fare la voce grossa – 2 a 3 – in casa del Bussolengo, sempre penultimo in classifica, superiore solo al Team San Lorenzo Pescantina; che lo insegue a un solo punto (14 a 13 è la lotta per chi non vuol retrocedere matematicamente in Seconda categoria). Per i “rosso e blu del bocciodromo” fanno “bingo!” il campano Giovanni Aquino, classe 1993, il bomber-cow boy, Stefano Morandini (1993) e chi l’aveva da poco sostituito, ovvero Lucas Ferreira. Per i rosso-verdi bussolenghesi del mister-corniciaio di borgo San Pancrazio, Roberto Pienazza, l’hanno cacciata in fondo al sacco prima IL 1996 Andrea Dolci e poi il suo coetaneo, il suo pari età, Filippo Montresor.
 
Al 5° posto a 36 freccette il Pgs Concordia Borgo Milano, ieri “pirata” – 0 a 2 - al velodromo di San Lorenzo di Pescantina, contro i ragazzi sguinzagliati da mister Gianluca Marastoni. Per i bianco-viola di mister Luca Righetti hanno fatto la differenza il 1989 Luca Rossi e il tottiano Mario D’Aleo (1983), per la gioia del suo pargoletto Giovanni e della compagna Francesca, non da Rimini, dalla splendida e medicea Firenze.
 
Il Valpolicella, grazie al successo riportato a Fumane, si avvicina alla preda ieri conquistata: e cioè al Parona, superato per 3 a 2. Ricordiamo che l’undici del trainer caprinese Simone Cristofaletti – il cosiddetto “mister di Coppe” – è ancora l’unica nostra rappresentante in tale prestigiosa quanto singolare competizione. Incredibile: i “bianco-verdi all’Adige”.di mister “Alex Ferguson” Flavio Marai vincevano per 0 a 2 in virtù delle reti realizzate dal 1996 Giacomo Carrillo… “il coccodrillo mandrillo”… - non ce ne voglia il forte giovane goleador: è solo un complimento il soprannome, coniato di getto solo per far rima! …- e da “Dinamite” Daniele Begnoni. Infatti, la ripresa dei fumanesi prevede ben altro registro, con musiche trionfali scritte da bomber, il classe 1994 Nicola Vicentini (doppia per lui!) e dal 1999 (6 settembre) Pietro Murari.
 
In Postumia, all’altezza del distretto di Quaderni, 0 a 0 tra la Polisportiva di mister Nicola Chieppe e della presidentessa Sara “Pitti Donna” Olivieri e il Real GrezzanaLugo di mister “Zaccheroni” Antonio Ferronato. Inganna il verdetto poco significativo, eh: di emozioni, tante e a grappoli…molto ghiacciati lassù in Valpantena.

Al “Pace” di Arbizzano, l’Arbizzano di mister Ivo Castellani batte 1 a 0 e scavalca in graduatoria l’Olimpica Dossobuono del “Che Guevara dei dilettanti”, Armando Corazzoli. Mattatore è l’ex Pedemonte, Riccardo Ferrari, classe 1986 e figlio del presidente Ezio Ferrari, ma onore ai giallo-rossi dossobuonesi, sfortunati nelle pericolose conclusioni del 1992 Papa Kwesi Kassum e dell’ex Alba Borgo Roma, Marco Mazzi, classe 1990.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(990)