ULTIMA - 19/3/19 - VEDIAMO CHI RISCHIA I PLAY-OUT IN 2^ CATEGORIA ..

Girando i campi per assistere a dei recuperi di Seconda categoria ci siamo accorti che molte squadre non erano al corrente del nuovo regolamento di quest'anno per quanto riguarda i play out di questi campionati che dovranno decidere chi retrocederà al Campionato di Terza categoria 2018-2019. Abbiamo quindi interpellato il delegato della FIGC di Verona
...[leggi]

PRIMA PAGINA

26/2/18
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 1^ CATEGORIA (GIR. A) – 22^ GIORNATA

“PEDE” RAGGELATO A PESCHIERA, CASTELNUOVO ORA A +4. STOP ANCHE PER I SANZENATI, VIA LIBERA PER “EL MOZZE”. L’ARBIZZANO BATTE E SCAVALCA “EL DOSSO”, PARONA SCONFITTO A FUMANE, PGS CONCORDIA VITTORIOSO AL “VELODROMO”.

Un’altra domenica di passione e di colpi di scena nella 22ma del girone “A” di Prima categoria. Gelo che soffia fastidioso dalla Siberia, ma che non intirizzisce le leve del CastelnuoSandrà, ospite al “Belvedere” di Calmasino. I “nero-verdi del basso Garda” riescono a ribaltare come un calzino quel verdetto a loro sfavorevole dopo il rigore trasformato senza pietà dal bianco-verde di mister Luca Ponzini, il 1987 Juan Pablo Ometto. Infatti, pronta è la reazione dei “castellani” di mister Fabrizio Gilioli, con l’uno-due marcato, tatuato dall’ex pescantinese Matteo Tommasi, classe 1992, e dal difensore 1999 Felice Genuario.
 
47 i punti della capolista, 43 quelli esibiti dal Pedemonte di mister Stefano Modena, ibernato nel tuffo compiuto ieri pomeriggio a Peschiera, dove perde per 3 a 1 contro i rossoblu di mister Marco Magagnotti. Quanto a marcature, ci pensa il solo Peschiera; e, così dall’autorete del 1996 Mattia Leanza alle reti più ortodosse, più regolari, messe a segno dagli arilicensi Andrea Marangon (1993), dal 1996 Mattia Leanza e dall’esperto sotto rete, Domenico Marino, classe 1983.
 
A quota 42 punti, un duetto molto interessante e che – siamo sicuri – darà del buon filo da torcere a tutti. Quello composto dall’A.C. San Zeno Verona di trainer Piergiorgio Troccoli e dal Mozzecane di mister Nicola Santelli. I granata della busa” – incredibile, ma vero! – perdono davanti al mezzo busto bronzeo raffigurante “El Molena”, al secolo Arrigo Ligabò, per 2 a 3 al cospetto di uno spavaldo e rigenerato Caselle del lupatotino trainer Massimiliano Canovo. Doppio è il vantaggio dei giallo e blu casellini ospiti, a cura di Lorenzo “Il Magnifico” Meda e di Marco “Giorgio” (lo scrittore ferrarese, autore de “Il Giardino dei Finzi Contini, anno 1970) Bassani. Poi, è la volta del sanzenate Matteo Lui, quindi del larizzano Isacco “Newton” Grigoli, ex crozzino, e del sanzenate Curi.

“El Mozze” si rialza in piedi, andando a fare la voce grossa – 2 a 3 – in casa del Bussolengo, sempre penultimo in classifica, superiore solo al Team San Lorenzo Pescantina; che lo insegue a un solo punto (14 a 13 è la lotta per chi non vuol retrocedere matematicamente in Seconda categoria). Per i “rosso e blu del bocciodromo” fanno “bingo!” il campano Giovanni Aquino, classe 1993, il bomber-cow boy, Stefano Morandini (1993) e chi l’aveva da poco sostituito, ovvero Lucas Ferreira. Per i rosso-verdi bussolenghesi del mister-corniciaio di borgo San Pancrazio, Roberto Pienazza, l’hanno cacciata in fondo al sacco prima IL 1996 Andrea Dolci e poi il suo coetaneo, il suo pari età, Filippo Montresor.
 
Al 5° posto a 36 freccette il Pgs Concordia Borgo Milano, ieri “pirata” – 0 a 2 - al velodromo di San Lorenzo di Pescantina, contro i ragazzi sguinzagliati da mister Gianluca Marastoni. Per i bianco-viola di mister Luca Righetti hanno fatto la differenza il 1989 Luca Rossi e il tottiano Mario D’Aleo (1983), per la gioia del suo pargoletto Giovanni e della compagna Francesca, non da Rimini, dalla splendida e medicea Firenze.
 
Il Valpolicella, grazie al successo riportato a Fumane, si avvicina alla preda ieri conquistata: e cioè al Parona, superato per 3 a 2. Ricordiamo che l’undici del trainer caprinese Simone Cristofaletti – il cosiddetto “mister di Coppe” – è ancora l’unica nostra rappresentante in tale prestigiosa quanto singolare competizione. Incredibile: i “bianco-verdi all’Adige”.di mister “Alex Ferguson” Flavio Marai vincevano per 0 a 2 in virtù delle reti realizzate dal 1996 Giacomo Carrillo… “il coccodrillo mandrillo”… - non ce ne voglia il forte giovane goleador: è solo un complimento il soprannome, coniato di getto solo per far rima! …- e da “Dinamite” Daniele Begnoni. Infatti, la ripresa dei fumanesi prevede ben altro registro, con musiche trionfali scritte da bomber, il classe 1994 Nicola Vicentini (doppia per lui!) e dal 1999 (6 settembre) Pietro Murari.
 
In Postumia, all’altezza del distretto di Quaderni, 0 a 0 tra la Polisportiva di mister Nicola Chieppe e della presidentessa Sara “Pitti Donna” Olivieri e il Real GrezzanaLugo di mister “Zaccheroni” Antonio Ferronato. Inganna il verdetto poco significativo, eh: di emozioni, tante e a grappoli…molto ghiacciati lassù in Valpantena.

Al “Pace” di Arbizzano, l’Arbizzano di mister Ivo Castellani batte 1 a 0 e scavalca in graduatoria l’Olimpica Dossobuono del “Che Guevara dei dilettanti”, Armando Corazzoli. Mattatore è l’ex Pedemonte, Riccardo Ferrari, classe 1986 e figlio del presidente Ezio Ferrari, ma onore ai giallo-rossi dossobuonesi, sfortunati nelle pericolose conclusioni del 1992 Papa Kwesi Kassum e dell’ex Alba Borgo Roma, Marco Mazzi, classe 1990.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1096)