ULTIMA - 19/1/19 - E' FABIO SINIGAGLIA (COLOGNA) IL RE DEI BOMBER

Domani si gioca la 3^ giornata di ritorno, vediamo com’è la situazione dei migliori bomber dei campionati dilettantistici della nostra provincia dopo 17 gare già giocate. In Eccellenza, dove si sono già giocate 18 partite, comanda il bomber del Borgoricco Edoardo Cappella con 13 reti, al 2° posto a 10 reti Mariano Mangieri (Pozzonovo) è raggiunto da
...[leggi]

PRIMA PAGINA

19/3/18
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. A) – 25^ GIORNATA

IL PASTRENGO RIACCIUFFA IL REAL LUGAGNANO, MA IL PESCANTINA SI PORTA A +8! 4-3 MEXICANO TRA LA JUVENTINA E I “FALCHI”, 3-3 ROBOANTE TRA CORBIOLO E MALCESINE, IL CAVAION SUPERA DI MISURA IL “GARGA”, IDEM LA CONSOLINI SUL S.MARCO. IL LESSINIA IN RIMONTA AGGANCIA IL VALDADIGE IN TRASFERTA.

E’ sempre proprietà dell’ancora imbattuto – unica squadra fra tutte le nostre dilettanti veronesi a esibire un simile quanto straordinario record! - PescantinaSettimo la cima dell’albero della cuccagna (per i bianco-rosso e blu s’intende del presidente Lucio Alfuso e di mister, il lupatotino Gianni Canovo): misura ora 55 punti, contro i 47 vantati, esibiti, millantati dalla coppia delle più immediate inseguitrici, quella formata da Pastrengo e dal Real Lugagnano.
 
I pescantinesi “spremono” i “cedrini” del Colla Villa dei Cedri, appunto, per 3 a 1, lasciando soltanto ai giallo-verdi del lago, guidati da Alessandro Puttini, il gol e la consolazione di intingere nel calice amaro della domenica la briosche del “Buondì” Leonardo Motta, il medico-goleador classe 1990, anche bomber dei colacensi. Infatti, tutto il pallottoliere è pescantinese, per via delle palline mosse dagli scarpini in dotazione al 1998 Matteo Brunelli, al difensore 1985 Filippo Zumerle e al mozzecanese Simone Bonetti (1985).
 
Tiene il passo della capolista oramai fuggiasca il Pastrengo di mister Paolo Brentegani, il quale all’ombra dei propri forti austroungarici supera, con quel tanto che basta, e cioè 1 a 0 (mattatore Denis Pietropli, classe 1991, ex Bardolino), il duro da piegare BureCorrubbio di mister Raffaele Pachera. Non va oltre lo 0 a 0 in trasferta il pari classificato e damigella d’onore Real Lugagnano del presidente Sergio Coati e di mister Fabio Di Nicola: questo a Lazise, dove non ha giocato ancora una volta Lorenzo Pinamonte, classe 1978, ex bomber di Lumezzane, Novara e Bristol, oltre che del Benevento.
 
Tiene bene avvinghiato al petto il 4° posto, il sempre più sorprendente Malcesine del trainer di Riva del Garda, Marco Martini: ieri, per i bianco-granata alto-gardesani un chiassoso 3 a 3 lunghissima nella trasferta a Corbiolo. Tris (ma gol anche su rigore!) dell'avanti classe 1989 Nicola Luttterotti – il Dna calcistico l’ha ricevuto dal padre, bandiera del Calcio Trento, allora in serie C -, non nuovo, Nicola, a scuotere reti avversarie, come le reti care ai pescatori di qualsiasi acqua e di qualsivoglia mare od oceano. Per gli “scoiattolini” corbiolesi di mister Paolo Mainente, bianco-granata pure loro, in rete – non quella dei pescatori, eh, né quella di internet! – l’avanti 1993 Carlo “Magno” Longo, il compagno di reparto, il ’99 Nicolò Spinelli e il centrocampista 1987 Michele Bombieri.
 
Un guizzo sferrato da Nicola “Torace” Talamioli (1986), l’ex crozzino, permette all’A.C. Cavaion di mister Simone Chieregato di staccare il biglietto dei 3 punti a spese del Gargagnago di mister Gianni Pierno. A Rivalta di Brentino Belluno, 1 a 1 invece tra l’F.C. Valdadige di mister Marzio Menegotti e il Lessinia di mister Gianfranco Gelmini e Alessandro Murarolli, con botta dell’avanti valdadigino, il classe 1984 Riccardo Miglioranzi, e replica da parte del solito consumato bomber (1987) Paolo Bicego.

Al “Lorenzo Bellamoli” di Poiano pioggia, meglio, diluvio di reti nel 4 a 3 di sapore mexicano (Italia-Germania: 4-3 nella semifinale vinta dagli azzurri nel 1970 in Messico; gol decisivo dell’abatino, il grandissimo Gianni Rivera, anche “pallone d’oro”), quello tra i bianco-neri della Juventina Valpantena di mister Christian Campagnari e i “falchi” del Sant’Anna del “falconiere” Francesco Corazzoli. Doppietta bianco-nera imbracciata da Giovanni Tosi (al 17° sigillo stagionale), preceduta dagli acuti emessi dall’ex crozzino Leonardo Tommasini (1988) e da Luciano Dierna, mentre per i “falchi” di Damiano Tommasi segna tutte e 3 le reti il solo Simone Benedetti, centrocampista del 1985, in gol ben 16 volte quest'anno.
 
All’”Adolfo Consolini” di Costermano, 2 a 1 per l’undici di casa guidato da mister Massari, a spese del San Marco Borgo Milano di mister Emanuele Battocchio, in cui aveva subito fatto gol l’ex Berretti del Mantova, il 1995 Riccardo Biondani (in contro balzo e da fuori area). Per i locali reti del 1994 Matteo Grigoli e del classe 1989 Emanuele Sometti.
 
Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(856)