ULTIMA - 18/1/19 - TEAM S.LUCIA GOLOSINE, RAMPA DI LANCIO DEI MISTER. E, NON SOLO!

Una particolarità che contraddistingue il Team S.Lucia Golosine del presidente Giuseppe "l'Elettrico" Bettini è che negli ultimi 10 anni sono passati, anche a fare tirocinio, i mister più prestigiosi del nostro calcio. Parliano di Gigi Possente, poi approdato al Trento, di Cristian Soave, ora "timoniere" del
...[leggi]

PRIMA PAGINA

26/3/18
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI PROMOZIONE – 26^ GIORNATA

GARDA SEMPRE PRIMO A FORZA 3 E TALLONATO A -1 DAI CAVALPONICI DI BOMBER MILETO, E A -2 DAL S.G.LUPATOTO. CADIDAVID DA RECORD IN CASA SUA, POL. VIRTUS INARRESTABILE, “POKER” DEL LONGARE ALLA CROZ, CASTELBALDOMASI, ALTRO SCIVOLONE CONTRO LA SERATICENSE ED ESONERO PER MISTER CONTI. FRENA L’OPPEANO A POVEGLIANO

Domenica all’insegna della grande ed ulteriore affermazione delle “Big”, la 26ma giornata del girone “A” di Promozione. Sempre al comando il Garda del virgiliano mister Paolo Corghi, ieri vittorioso sul proprio campo per 3 a 0 contro l’Alba Borgo Roma del vicentino skipper Gianfranco Brendolan. Doppia di una delle 3 giovani “bandiere” dei rosso e blu del presidente, l’italo-svizzero Vittorino Zampini, Mirko Dorizzi, poi, Evio Xhaferllari, classe 1997, il goleador dal cognome difficile da riportare. Garda sempre capolista a quota 44 punti, e che sabato 31 marzo riceverà, nel recupero, le “tigri bianco-rosse basso-patavine” del CastelbaldoMasi, ferito nel morale, come vedremo in seguito.
 
Un gradino sotto i gardesani troviamo a 43 ma con una gara in più la rilanciatasi appieno Aurora Cavalponica di mister Flavio Carnovelli, ieri con un Andrea “El Prince” Mileto decisivo (1 a 0 lo score finale), al posto di bomber Luca Bonfigli, sul ripresosi Lugagnano di mister ed avvocato Massimo Gasparato. Lugagnano sempre ultimo con 21 punti ma che ha una gara in meno, il recupero della 24^ giornata che si giocherà mercoledì 11 Aprile 2018 in casa dell'Albaronco, stessp giorno che si recupererà Garda - Oppeano.

Ma, sempre in zona scudetto si mantiene il San Giovanni Lupatoto di mister Andrea Sirio Manganotti, anche lui, al “Giobatta Battistoni”, ieri alla vittoria di misura, 1 a 0, ai danni di un ostinato, mai domo Badia Polesine di mister Ricci. Lupatotini, i quali riescono a far saltare il fortino eretto dai polesani con bomber Santhos Corazza, ex Albaronco, classe 1992 al suo 12° gol stagionale. Ma, badiensi che con bomber Erjon Derwihi, classe 1983, fanno venire i brividi al 1992 portiere bianco-rosso Riccardo Bertacco, ex virtussino.

Quarto a 40, ma con una partita in meno, l’A.C. Oppeano del coach, l’ex helladino Stefano Ghirardello: a Povegliano i “bianco-rossi del Piganzo” non riescono a fare il bis di vittorie consecutive, ma spuntano un pari (1-1), con un Francesco Girardi, classe 1996, che preconizza il colpaccio, negatogli dal poveglianese Gianluca Nardone, altro giovane molto interessante lanciato da mister Marco Pedron, classe 2000, e sulle orme del molto emergente biancazzurro, l’ex ChievoVerona, Pietro Piacenza, classe 2001.
 
Sale al 5° posto a 39 freccette la Seraticense del trainer veronese Luca Cortellazzi, ex Primavera dell’Hellas Verona: ieri al “Donato Smanio” colpaccio delle “tigri giallo-nere” vicentine – 1 a 2 – in casa della “tigri bianco-rosse” del CastelbaldoMasi. In vantaggio i vicentini grazie a uno strepitoso, irrefrenabile n.9 Filippo Spessato, classe 1989, ex Trissino, in palla alla pari del 1997 n.7 Patrick Cappelletto, del terzino mancino, classe ’96, Davide Crema, del n.8 Andrea Bresaola (1997) e del n.10 Andrea Borotto, classe 1990. Le “tigri” beriche hanno corso di più, mentre quelle padovane hanno pagato anche il cervellotico e ai più non gradito avvicendamento della loro forte punta Daniele Petrosino da parte del ferrarese trainer Giuseppe Conti, alla seconda sconfitta consecutiva, anche se dopo un filotto di 11 risultati consecutivi. Ritorna in campo, tra il tripudio del “Donato Smanio”, il forte trequartista Guido Manfrìn, classe 1995, nel cuore della tifoseria locale. Il pari illusione lo firma “trottolino” Luca Migliorini, classe 1996, mentre è ancora una volta Spessato a sferrare la zampata felina dell’1 a 2 a favore dell’ex Sarego.

Il brasiliano ed ex Cerea per 8 consecutive stagioni, Cezar De Silveira Wesley ha fatto buona guardia sulla punta più ostica avversaria, Petrosino, inspiegabilmente tolto dallo scacchiere al 56°, con i “castellani” di un imbufalito, a dir poco, “patròn” Michele Ottoboni, in svantaggio di 1 a 2. La tifoseria non sta a perdere per non veder svanire a 5 giornate al termine un posto nei play off, rumoreggia, riunione-lampo del Consiglio Direttivo basso-patavino nella sede attigua al campo sportivo, ed esonero per mister Conti. A tarda sera, “fumata bianca” che esce dal comignolo del “Donato Smanio”: ingaggiato Roberto Bassi, classe 1960, di Noventa Vicentina, assertore del 3-5-2, ex artefice del miracolo Rivereel (guidato in Promozione, alla pari della Nova Gens), ex coach dei noventani, del Casale di Scodosia, del Bevilacqua, e già chiamato a un salvataggio miracoloso del CastelbaldoMasi, quando questi era ultimo in classifica in Seconda categoria 7 stagioni fa. Dopo aver accettato le dimissioni della “leggenda della Spal”, mister Luca Albieri, ecco, dunque, un altro tecnico alla corte del diesse Franco “Pizza” Gobbi, nel disperato tentativo di salvare una stagione – solo con l’ingresso ora nei play off – di una scuderia che ha investito sia in estate che a dicembre.

CastelbaldoMasi scivolato al 6° posto e rimasto attaccato alla boa n. 36, seguito a -2 dall’A.C. Cadidavid del pluri-vincitore mister Fabrizio Sona, il quale fa valere la forza del suo “fortino” bianco e blu: il parrocchiale. 3 a 0 per i ragazzi del diesse Adelino Biondani, con i centri di capitan Federico Taioli, classe 1979, Ceschi e del vigasiano Davide Falavigna, classe 1987, che inguaiano ulteriormente la Montebaldina Consolini, non più guidata da mister Gabriele Gambini, sempre penultima a quota 25 punti.
 
Strepitosa Pol. Virtus borgo Venezia, che, da quando ha cambiato manico – Alberto Baù al posto di Andrea “Freud” Scardoni – ha innestato la quinta: altro successo per i ragazzi del nuovo presidente Matteo Saorin subentrato a Marcellino Pesenato, colpaccio (0 a 2) all’”Erasmo Zamperlini” di Ronco all’Adige, campo amico dell’Albaronco di mister Emanuele Pennacchioni. Entrambe nella ripresa le fitte polivirtussine indirizzate al costato albaronchesano, procurate da Simone Dassiè, classe 1995, preceduto dal 1991 Michele Tebaldi.
 
A Longare, il Castegnero di mister Alessandro Sgrigna cala il “poker” del 4 a 2 in faccia della matricola U.S. Croz Zai di mister Doriano Pigatto: doppia del 1988 ex Provese Luca Fortunato, anche su rigore, imitato dal compagno di squadra Piva, poi, zampata del difensore 1996 Pierre Zananrdrea, non nuovo in simile impresa realizzativa. Per i giallo-blu della Croz Zai, hanno segnato Nikola Filipovic, classe 1990, e su rigore – terzo assegnato in gara – trasformato da Luca Poltronieri, classe 1988.
 
Imperdibili, nel recupero della 23^ giornata in programma sabato 31 marzo, Oppeano-San Giovanni Lupatoto e il già citato Garda-CastelbaldoMasi. Seraticense - Montebaldina Consolini è invece stata posticipata a mercoledì 4 aprile alle ore 20.30.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1114)