ULTIMA - 23/5/19 - MISTER ANDREA CATURANO LASCIA IL GIOVANE POVEGLIANO

Dopo sei anni di stretta collaborazione, le strade del Giovane Povegliano e di Andrea Caturano, prima diesse e poi mister, si dividono, come lui stesso ci conferma: "Ci siamo lasciati con una bella stretta di mano amichevole, con decisione unanime. Ho voglia di intraprendere nuovi progetti e nuove ambizioni. Faccio un grosso in bocca al lupo
...[leggi]

PRIMA PAGINA

26/3/18
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 1^ CATEGORIA (GIR. B) – 26^ GIORNATA

NOGARA E COLOGNA UNITI DA 50 ABBRACCI, VALDALPONE DIETRO A -3, ISOLA RIZZA 4° A -4. RISURREZIONE TREGNAGHESE, “QUATERNA” SANGIOVANNEA, PRO SAMBO DI MISURA SUL CAZZANO, IDEM I BOYS BUTTAPEDRA SUL POZZO

Eccoli lassù al vertice, avvinghiati da 50 abbracci molto velleitari: parliamo di Nogara e Cologna Veneta, quest’ultima felice per essere riuscita a perfezionare l’operazione-aggancio in vetta nei confronti degli “ussari bianco-rossi del basso Tartaro” di mister Walter Bampa. Ieri non oltre l’1 a 1 al “Pelaloca”, in casa dell’Atletico Città di Cerea di mister Luis Gustavo Passera (al pari al 90mo con il neo entrato ed ex di turno, l’ex cubista Luca Vecchiato, classe 1982; della serie la legge dell’ex è davvero immarcescibile sotto ogni cielo e sopra ogni latitudine!). Avevano tentato la fuga gli ussari nogaresi con Francesco Tarullo, chirurgico dal dischetto gessato.
 
A.C. Cologna Veneta scatenato anche alla “Bonbonera” di Zevio: i “giallo e blu del mandorlato” di mister Salvatore Di Paola vincono per 1 a 3 grazie alla doppia esplosa dal 1997 Marco Bersàn e dall’acuto assordante emesso da bomber Fabio Sinigaglia, classe 1986, al suo 20° gol in campionato. Per i bianco-neri guidati da Francesco Marafioti fissa il gol della magra consolazione l’ex audacino, nonché classe 1995, Davide Marchetto.
 
Terzo a quota 47 punti si conferma l’SSD ValdalponeRoncà di mister Totà Mantovani e del “sovietico” Gionatan Pancera: a Montecchia di Crosara 2 a 1 dei monscledensi del presidente, il “Lyon” e commercialista Emilio Cavazza, a spese del Casaleone del trainer Pippo Crivellente e dell’unico marcatore, bomber Luca Pasquali (rosso ad Alessandro “Sky” Guerra da Minerbe, classe 1994). Montecchiesi al bersaglio prima con Andrei Sergiu Popica, ex U.S. Provese, classe 1993, e poi con l'ex Tregnago ed Illasi Andrea Antonelli (servizio e foto in ultim'ora).
 
In riva al Piganzo, l’Isola Rizza dell’umile quanto silenzioso mister, il dottore in Scienze Politiche, oggi antiquario, Stefano Sacchetto, non riesce ad andare oltre l’1 a 1 contro il meno gettonato Lonigo di mister Allocca: entrambe nella ripresa le marcature, prima con l’isolarizzano Matteo Granetto, poi, con il leoniceno Veronese. Isola Rizza ora quarto a 46 e vicentini sempre penultimi con 21 punti a +6 sulla Scaligera.
 
Resurrezione del Tregnago nella domenica delle Palme: all’”Antonio Perlato”, 3 a 0 secco dei giallo e blu del barlettano trainer “Re” Andrea Defazio a spese del Bevilacqua del collega Sergio Andreetto. L’ex “puleggia” del CastelbaldoMasi, Riccardo Pigaiani da Giacciano con Baruchella (dove – dicono – si beve il vino con la scodella! - di Rovigo, classe 1992, figlio nientepopodimeno che del primo cittadino, firma un gol all’incontrario; poi, gol ortodossi, regolarissimi a firma del 1993 Pippo Menini e di “spedizioni” Marco Tracco, classe 1987.
 
Sul sintetico “Don Giovanni Bosco” di San Giovanni Ilarione, quaterna dei “leoni della Lessinia Orientale” di mister Sereno Ferrari ai danni della Scaligera di mister, il plurimedagliato dottor, il milanista Claudio Sganzerla. Giallo-rossi isolani, che fanno sentire la loro presenza in campo, con il gol segnato dall’89 Riccardo Sgarbossa, e a fronte delle reti realizzate da Paolo Arvotti, difensore datato 1997, dal 1988 Dario Damini, da Francesco Chiarello (1996) e da un altro difensore, il classe 1990 Andrea Pozza.
 
Torna alla vittoria, nella sfida per non perdere le tracce dei play off, la Pro Sambo di mister Marco Burato: al “Renzo Tizian”, 1 a 0 e la stilettata mortale è del 1997 Matteo Dal Cero che va dritta al cuore del Valtramigna Cazzano del coach soavese Adriano Laperni. Tre punti alla Pro che valgono il sorpasso ai biancorossi del presidente Lucio Castagna e l'aggancio al Casaleone al 5° posto a quota 39 punti.

All’”Eliseo Zendrini” di Buttapietra, i Boys di mister Paolo Novali, l’ex principale di turno, superano per 2 a 1 il Pozzo di mister Stefano Paese: il mancino bomber, l’ex virtussino Gigi Onofrio, classe 1985, prova a mettersi tra gli squilli di tromba soffiati dal 1992 Marco Negri e il 1990 bomber Valerio Manzini, ma alla fine viene stritolato come dalla morsa di una tenaglia. I granata scavalcano il Bevilacqua ed escono dalla zona play-out.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1981)