ULTIMA - 19/3/19 - VEDIAMO CHI RISCHIA I PLAY-OUT IN 2^ CATEGORIA ..

Girando i campi per assistere a dei recuperi di Seconda categoria ci siamo accorti che molte squadre non erano al corrente del nuovo regolamento di quest'anno per quanto riguarda i play out di questi campionati che dovranno decidere chi retrocederà al Campionato di Terza categoria 2018-2019. Abbiamo quindi interpellato il delegato della FIGC di Verona
...[leggi]

PRIMA PAGINA

26/3/18
PUNTO SUL GIRONE "C" DI SERIE D - 28^ GIORNATA

VINCE LA VIRTUS VECOMP, STRAVINCE IL LEGNAGO. PARI PER L'AMBROSIANA
 
Un'altra giornata quasi perfetta per le nostre veronesi militanti nel girone “C” di serie D, che raccolgono sette dei nove punti in palio. Al "Gavagnin-Nocini "Tamai, i ragazzi di mister Gigi Fresco liquidano con un secco 2 a 0 il Cjarlins Muzane di mister De Agostini. Rossoblu veronesi che nel primo tempo passano in vantaggio al 26° grazie al calcio di rigore trasformato da Alba, rigore concesso per fallo di Dussi su Grbac. Prima del vantaggio la Virtus aveva sfiorato il gol in due circostanze con Massimo Goh ma in entrambi i casi Vidizzoni si è superato. La Virtus controlla nella ripresa e dopo 10 minuti raddoppia con il bellissimo gol di Massimo Goh, su assist di Paolo Grbac, che permette ai virtussini di giocare più tranquilli. Il Cjarlins Muzane accusa il colpo e non crea pericoli dalle parti di Sibi, sono invece i rossoblu a sfiorare il tris nel finale con Michael De Marchi che centra in pieno la traversa. I ragazzi di mister Gigi Fresco saranno impegnati giovedì 29 marzo nella 29^ giornata al “Gavagnin-Nocini” contro il fanalino di coda Abano che ieri ha perso in casa 0 a 2 con la Clodiense.

Altra vittoria anche per il Legnago Salus che travolge l'Union Feltre per 4 a 0. I “biancazzurri del Bussé” di mister Manuel Spinale calano il poker che li avvicinano notevolmente alla salvezza diretta. Dopo le due vittorie contro Campodarsego e Adriese, il Legnago coglie ieri il terzo successo consecutivo contro la formazione della provincia di Belluno che è al sesto posto in classifica con 44 punti. Partita subito in discesa per l'undici di mister Manuel Spinale che dopo appena 2 minuti si porta in vantaggio con Taylor che da centro area approfitta di un errore del portiere Borrelli in uscita. Al 41' fallo di Marin in area su Cossalter e l'arbitro decreta il calcio di rigore a favore degli ospiti. Sul dischetto si presenta Madiotto che colpisce forte ma manda il pallone sul palo alla destra di Cuoco. Le due squadre vanno al riposo con il Legnago in vantaggio per 1 a 0 sull'Union Feltre al termine di una prima frazione di gioco decisamente piacevole. Nella ripresa il Legnago trova subito il gol del raddoppio, al 5' cross dalla fascia sinistra di Vita che serve Zanetti appena dentro l'area di rigore, il capitano biancazzurro scaglia un tiro al volo che si insacca alle spalle dell'estremo difensore feltrino. Al 26' il Legnago trova la terza rete: Zanetti conquista palla sulla trequarti e serve Peinado che incorna in rete da pochi passi per il gol che chiude di fatto i giochi. Un minuto più tardi Union Feltre che rimane in 10 per l'espulsione di Episcopo che viene ammonito per la seconda volta dopo un ingenuo fallo a centrocampo. Al 35' il Legnago arrotonda ulteriormente il punteggio grazie all'autogol del portiere Borrelli che, sugli sviluppi di un corner battuto da Marchetti, si trascina il pallone oltre la linea di porta. Il Legnago non rischia nulla nel finale e si porta a casa tre punti fondamentali che avvicinano la squadra biancazzurra all'obiettivo della salvezza a 6 giornate dal termine del campionato. La squadra biancazzurra, nel turno infrasettimanale che precede la sosta pasquale, sarà impegnata giovedì 29 marzo alle ore 15.00 contro l'Ambrosiana allo stadio "Montindon" di Domegliara.

Non riescono i “diavoli rossoneri della Valpolicella” di mister Tommaso Chiecchi ad imporsi contro il Montebelluna che alla fine porta a casa un 1 a 1 che smuove la sua classifica pericolante. I locali del presidente Gianluigi Pietropoli partono male e nei primi venti minuti sbandano pericolosamente subendoe gli assalti dei trevisani che colpiscono una traversa e creano altre occasioni pericolose fino ad ottenere un calcio di rigore che per fortuna dei rossoneri viene parato dal giovane portiere Mattia Chiesa (2000). La sua prodezza sveglia i rossoneri che cominciano a macinare gioco fino a conquistarsi a loro volta un calcio di rigore per fallo in area sull'altro promettente classe 2000 Enrico Manconi che Cesar Pereira insacca con precisione. Il Montebelluna subisce il colpo e stenta a trovare la forza di reagire, si va quindi negli spogliatoi sull'1 a 0 per gli ospiti veronesi. Nel secondo tempo i rossoneri gestiscono la gara senza però trovare il raddoppio nonostante l'uomo in più per l'espulsione al 4' di Cosner per doppia ammonizione, la seconda per fallo su Pietropoli. Sembra fatta per i ragazzi di mister Chiecchi ma i padroni di casa di mister Matteo Zulian trovano la forza di pareggiare con un colpo di testa di Diop e raddrizzano una partita che sembrava oramai persa. Inutili i tentativi dell'Ambrosiana nell'ultima mezz'ora che non riesce a creare nessuna occasione da gol importante. Giovedì si gioca la 29^ giornata con i rossoneri impegnati al "Montindon" nel derby contro il Legnago.

Nelle altre gare in programma ieri, valide per la 28^ giornata di campionato, l'Ital Lenti Belluno ha pareggiato in casa con l'Adriese (1-1), l'Este impatta 2 a 2 in casa del Delta Rovigo, la Liventina è travolta in casa dal Campodarsego (0-5) mentre il Mantova ha battuto 1 a 0 il Tamai. Vittoria esterna in casa del Calvi Noale anche per l'Arzignanochiampo (0-2). Il Campodarsego resta secondo a 57 punti ma con una partita in meno, davanti c'è la Virtus Vecomp salita a 58 punti terzo è l'Arzignano Valchiampo con 56 punti. Quarto con 50 punti c'è ora il Mantova che scavalca l'Este a 49 punti. Il Legnago è sempre 10° a 38 punti mentre l'Ambrosiana è sempre 12^ con 33 punti con Clodiense e Cjarlins Muzane. Dietro sempre penultimo il Calvi Noale a 23 punti che precede il fanalino di coda l'Abano sempre fermo a 16 punti.

la redazione di www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(592)