ULTIMA - 21/1/19 - GLI ACCOPPIAMENTI DELLA COPPA DELEGAZIONE DI VERONA

Si è chiuso ieri il 1° turno della Coppa Verona 2018-19 riservata alla formazioni di Terza categoria, denominata “Memorial Gianni Segalla”, che ha visto il passaggio ai quarti di finale delle prime classificate dei 7 gironi, Lessinia, Saval Maddalena, Borgo Trento, Dorial, Gazzolo 2014, Roverchiara, Ausonia Calcio e la migliore seconda classificata
...[leggi]

PRIMA PAGINA

9/4/18
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. B) – 27^ GIORNATA

IL CORAGGIO DI ESSERE SEMPRE IN TESTA HA PREMIATO GLI AUDACINI. S.PERETTO SEMPRE SECONDO A -10, POI, UN TRIO A 47 (ALPO CLUB ’98, CASTELDAZZANO E LAVAGNO), QUINDI, UN GRADINO PIU’ IN BASSO “EL BORGO”. NUOVA COMETA ABBAGLIANTE, ROSEGAFERRO TAGLIENTE, CUSTOZA DA EXPORT.

62 punti in 27 gare, 5 pareggi, 3 sole cadute, 52 gol segnati a fronte dei 20 subiti: questa, ai raggi ics la lastra vittoriosa dell’Audace calcio, nel rapido viaggio di andata e ritorno dal Purgatorio della Seconda al Paradiso della Prima categoria. L’Audace festeggia in casa, al "Tiberghien”, e nel migliore dei modi il suo ritorno alla categoria superiore; e cioè battendo per 1 a 0 la più bisognosa di punti Primavera del mister ed avvocato Simone Ghirotto (match winner Francesco “Avanti” Savoia). Secondo titolo consecutivo – l’anno scorso aveva trascinato l’U.S. Croz Zai dalla Prima in Promozione – per mister Matteo “doppia voce” alla Trap Meneghetti. Altro valore aggiunto del suo Dna in questa ennesima impresa del coach oggi rosso-nero!
 
Al “Pace” di Santa Maria di Negrar, il San Peretto di mister Franco Tommasi batte per 3 a 1 il BorgoPrimomaggio, lasciandolo così al 6° posto e sempre alle sue spalle. Per i borgatari di mister Tiziano “Titti” Salvagno aveva iniziato di gran carriera, autografando il suo gol, l’ex audacino, classe 1990, Luigi Privitera. E, prima che lui e i suoi compagni non fossero travolti dal grande ritorno dei sanperettiani, infallibili sotto rete con “Il Conte” Cristian Ugolini (1984), con il rigorista 1993 “Faina” Nicola Fainelli, ex CastelnuovoSandrà, e con il classe '90 ex Valgatara Devid Mignolli, al 92° minuto.
 
Alle spalle delle “giubbe rosso-nere” sanperettiane, “cospira un agguerrito trio a 46 punti: quello composto da Casteldazzano, Alpo Club ’98 e dalla Scaligera Lavagno, tutte con le 27 cartucce sparate. Per i lavagnesi di mister Ivan Benin, vittoria in riva al Mincio, all’altezza di Valeggio: 1 a 3, con hurrà del ’95 Alberto Vailati (doppia per lui!), preceduto da quello emesso dal socio, il difensore 1985, Gianluca Menini. Per i valeggiani di mister Giandonato Di Marzo, invece, ha segnato il solo 1990, l’ex arilicense Francesco “Salvo” D’Acquisto: troppo poco!
 
Al “Padovani”, vince il “padrone di casa” Casteldazzano di mister Riccardo Adami: 2 a 1 e ai danni del Real San Massimo del trainer uruguagio Gregory Donadel (in rete solamente con il neo-entrato Marcolini al posto del 1989 Simone Zerpelloni). Per i biancazzurri del castello, duplice vantaggio, a cura di “Amaro” Alessandro Giuliani, ex borgataro, classe ’95, imitato da Boaretto, appena entrato al posto di bomber Alfonso Giardino.
 
Al parrocchiale di Santa Maria di Zevio, l’ex zeviano, il classe 1998, Amedeo “Il Grande” Mainente (tre volte Mainente!!! Maccome, Mai…niente? Della serie, cosa vuoi dalla vita? Tre gol e un amaro Lucano) batte, sgretola, fa franare il già molto pericolante U.S. Cadore del nuovo presidente, l’ing. Giacomo Caserta, e di mister Ruggero Napoleone, messo da una Buonaparte per la 17ma volta dall’inizio del Torneo. Finisce così 3 a 0 per la Nuova Cometa di mister Cristian Cordioli.
 
In borgo Santa Croce, l’Ares Calcio Vr di mister Michele Barone cade in casa per 0 a 1 al cospetto del SommaCustoza di mister Hector Rodrigo Garçia “Lorca”: fa la differenza con quel suo tiro da 3 punti un bomber di antico pelo, di antica razza Piave, Nicolò Bolla…tutt’altro che di sapone sotto rete…, classe ’83, nella vita dirigente di un’importante azienda internazionale.

In Postumia, il Rosegaferro di mister Simone Mirandola, del presidente Federico “Da Montefeltro” Dal Gal e del diesse, il quadernese Alberto Ruzzenente, fa saltare, per la 14ma volta, il Ponte dell’Olimpia Crencano di mister Giordano Rossi da Isola della Scala, classe 1980. Nell'1 a 0 finale il mattatore è il navigato (1988) difensore Mattia De Nando…in gol una volta ogni tanto, ma in maniera pesante, importante, eh!
 
A Palazzolo, altra brutta battuta d’arresto per lo United Sona PSG di mister Antonio Sperani: 1 a 2 e passa l’Alpo Club ’98 di mister Stefano “Tiziano” Ferro. Per i rosso-neri della frazione di Alpo, esultano dal dischetto il 1986, l’ex poveglianese Lorenzo Mailli, imitato dal 1993 Francesco Derossi; per i palazzolesi, invece, ha urlato “gol!” il solo ex crozzino, il classe ’95 Valerio Longobardi.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(863)