ULTIMA - 19/3/19 - VEDIAMO CHI RISCHIA I PLAY-OUT IN 2^ CATEGORIA ..

Girando i campi per assistere a dei recuperi di Seconda categoria ci siamo accorti che molte squadre non erano al corrente del nuovo regolamento di quest'anno per quanto riguarda i play out di questi campionati che dovranno decidere chi retrocederà al Campionato di Terza categoria 2018-2019. Abbiamo quindi interpellato il delegato della FIGC di Verona
...[leggi]

PRIMA PAGINA

23/4/18
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI PROMOZIONE – 29^ GIORNATA

GARDA E SERATICENSE IN VETTA A BRACCETTO A 51 PUNTI A 90 MINUTI DAL TERMINE! TRIONFANO LE “PICCOLE”, CADONO LE “BIG” AURORA CAVALPONICA, CASTELBALDOMASI, OPPEANO E S.GIOVANNI LUPATOTO. IN CODA SPERANZE PER CAPRINO E LUGAGNANO, ALBARONCO QUASI SALVO!

Resta ancora un complicatissimo grattacapo il discorso-scudetto nel girone “A” della Promozione veneta. Ora come ora, a meno 90 e più minuti di bracciate al traguardo di domenica prossima, sono Seraticense (8^ vittoria di seguito) ed A.C. Garda – appaiate a 51 punti – le due sparring partners che si contendono la leadership del raggruppamento, mai così complicato in questi ultimi 40 anni.
 
Le “tigri giallo-nere” del veronesissimo trainer Luca Cortellazzi e del difensore, il brasiliano ex Cerea, Cesar Wesley Da Silveira (1983), i vicentini del Superbomber Federico Spessato (1989) – ieri in rete su rigore. Su azione, nel 2 a 0 con cui è stato licenziato l’A.C. Oppeano di mister Stefano Ghirardello, l’ha cacciata in fondo al sacco il ’94 Leonard Anghel – hanno, appunto, avuto la meglio sugli oppeanesi ora quarti a 44 punti.
 
I gardesani del coach mantovano Paolo Corghi hanno trionfato ai “Martiri di Villa Marzana” di Badia Polesine (ma i badiensi erano privi di ben 3 titolari, compreso bomber Erjon Derwishi; che non salterà il derby di domenica prossima, quello in calendario al "Donato-Smanio” di Castelbaldo, contro le avvelenate “tigri bianco-rosse” di “patron” Michele Ottoboni, fuori dai play off!) per 0 a 4, grazie ai piattelli polverizzati da Jeronimo Soares, Nicola Beverari – davvero un’ira di Dio sulla fascia destra, il classe 1994 -, dall’ex Alense, il 1988 Thiago Finazzi e dal difensore Sergiu Advullari.
 
Alle spalle del tandem Garda-Seraticense, a 49 punti, il San Giovanni Lupatoto, ieri battuto per 2 a 0 (marcatori Stefano Perlìni dal dischetto e su azione il vigasiano Davide Falavigna, classe ’87) dall’A.C. Cadidavid di mister, il pluridecorato Fabrizio Sona, e tutto ciò onorando l’addio al vecchio parrocchiale – caro fortino dei bianco e blu del diesse Adelino Biondani -, terreno spelacchiato e mandato in pensione dopo essere stato funzionante dal 1920.
 
A.C. Garda, che riceverà in casa sua il febbricitante A.C. Lugagnano di mister, l’avvocato Massimiliano Gasparato – ieri trionfatore a spese del Longare Castegnero – e Seraticense, la quale chiuderà a Longare la stagione. Al “Gugliemi”, dicevamo 3 a 0 ustionante e galvanizzante per i giallo e blu del mister ed avvocato Massimiliano Gasparato ai danni del Lonagare Castegnero dell’omologo Alessandro Sgrigna. Per “El Luga”, al bersaglio vanno l’ex Gozzano, il classe ’97 Andrea Oliboni, ancora Fusari ed ancora una volta il ’94 Francesco Gasparato.

A Caprino, cade l’Aurora Cavalponica del bravo trainer Flavio Carnovelli: 3 a 1 e passano i montebaldini sorretti da un devastante “leone del Maghreb”, al secolo Mohammed Rkaiba, classe ’89, autore ieri del suo gol n.16 ed anche dell’11mo assist vincente a beneficio dei suoi compagni, ieri l’ex Ambrosiana Enrico Rizzi, classe ’99, da noi apprezzato sabato pomeriggio a Nogara mentre segnava gol nel 4 a 4 con gli Juniores Regionali di mister, l’imprenditore Salvatore Piccinato, e dell’ex A.C. Cavaion, il ’94 Stefano Coppini. Cinque minuti di gloria, tra i caprinesi, anche per Farouk Haj Amor, 27 ottobre 2000, un esterno alto tunisino di buone speranze, tifoso milanista. Per i cavalponici non poteva altro che segnare il bomber più forte – assieme a Derwishi e a Federico Spessato -, ossia Luca Bonfigli.
 
All’”Esterino Avanzi” di borgo Roma, 1 a 1 tra l’Alba di mister Nino Russo e l’U.S. Croz Zai (come finirà la questione avanzata dal Garda circa il reclamo sulle porte crozzine, misurate dai reclamanti lacustri dai 2 ai 3 cm più basse del regolamento? La questione varrà se il reclamo i gardesani l’hanno fatto almeno entro la fine del primo tempo, per dar modo ai padroni di casa crozzini di poter ovviare all’inconveniente. Se, tale ricorso è stato inoltrato dopo la sconfitta di 4 a 3 dei rosso e blu del Benaco, ebbene, non ha più senso). Tutto si celebra nella ripresa: vantaggio giallo-rosso borgo-romano grazie al ’97 Andrea Vesentini, pari definitivo a firma dell’ingegnere Francesco Paiusco per l’undici guidato da “Ghepardo" Doriano Pigatto.
 
Sempre a forza 4 l’Albaronco di mister Emanuele Pennacchioni: dopo il 4 a 0 di Ronco rifilato domenica scorsa a spese della Montebaldina, ieri altro poker, 1 a 4, calato dai bianco-rosso-verdi in quel di Povegliano (in rete le “libellule” del mister, l’indio Marco Pedron, solo con il 1989 Pasquale Petillo). Per gli albaronchesani del vice presidente e mastro pasticcere Daniele Dall’Oca…Bianca, in rete vanno il vicentino Enrico Cavazza, il “bocia del ‘99” Matteo Pasìn, Nicolò Centomo e Matteo Soave, commercialista con tanto di studio in borgo Milano.
 
Sul sintetico di Lugo di Valpantena, vittoria della Polisportiva Virtus Borgo Venezia di mister Alberto Baù: cadono i più titolati bianco-rossi del CastelbaldoMasi di mister, il noventano Roberto Bassi, nero più della pece a fine gara e fuori dalla corsa play off. In vantaggio i poli-virtussini grazie all’ex Hellas Verona, “trottolino amoroso” Paolo Forgia, classe ’99, pareggio basso-padovano con Alex Montagnani, autore dello stesso rigore che si è procurato e giunto alla doppia cifra, poi, rete di Enrico Callino, che – a detta di molti – sbilanciava con la sua poderosa incornata l’estremo Alessandro Cattozzo, classe ’97, rientrato da infortunio, mentre costui stava abbrancando in presa area la sfera che lui stesso di pugni aveva precedentemente fatto schizzare verso il cielo con i guantoni riuniti.
 
Cocente la delusione del potente di Menà di Castagnaro di Verona, “patron” Michele Ottoboni, il quale l’anno prossimo con il suo CastelbaldoMasi, pur sempre una matricola, vuole ripartire con una stagione in più di esperienza, confermando alcuni meritevoli della “rosa” di quest’anno, e con una squadra di giovani levrieri, al posto di giocatori datati; che non hanno reso, in queste ultime 5-6 gare secondo le alte aspettative cullate alla vigilia del loro arrivo nella squadra basso-patavina.

Ricordiamo che mercoledì 25 aprile alle ore 15.30 ci sarà il recupero Povegliano - Cadidavid che metterà in palio tre punti importantissimi per i locali di mister Pedron in ottica salvezza e per gli ospiti di mister Sona per i play-off, visto che in caso di vittoria i bianco-blu aggancierebbero l'Oppeano al 4° posto a 44 punti.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1283)