ULTIMA - 24/5/19 - FABIO BRUTTI (CALDIERO): "LA ROSA NON SARA' STRAVOLTA"

Per il giovane direttore generale del Calcio Caldiero Terme, l'ex portiere Fabio Brutti, al suo 7° anno consecutivo nel direttivo team giallo-verde termale, la società del presidente Filippo Berti è in continua crescita di gioco e risultati: "Sono contentissimo" ci confida Brutti "di come abbiamo giocato quest'anno, facendo
...[leggi]

PRIMA PAGINA

23/4/18
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 1^ CATEGORIA (GIR. A) – 29^ GIORNATA

OH CHE BEL CASTEL...NUOVO IN PROMOZIONE! NEROVERDI CHE RITORNANO, FORTI DEL COLPACCIO INFERTO AL PEDEMONTE, SEMPRE 2° E A +5 DAL S.ZENO VR. IN CODA RETROCESSIONE MATEMATICA PER IL TEAM S.LORENZO E PER IL BUSSOLENGO. DOMENICA PROSSIMA SFIDA PLAY OFF MOZZECANE-PGS CONCORDIA B.M..

Torna, a distanza di qualche lustro, in Promozione il CastelnuovoSandrà del lippiano mister Fabrizio Gilioli. Un successo meritato, per aver guidato il gruppo per intere settimane, anche mesi, e vittoria con dedica per la cara mamma del trainer originario delle Golosine e da sposo catapultato in borgo Venezia, la battagliera, la sua prima grande tifosa Sandra. E, dedica anche allo zio Giuliano, ex Nardò di Lecce. Che bello – scusateci l’emozione, la confidenza! -. L’immagine che ritrae il mister vincitore, con in braccio il figlio Giacomo e circondato, assordato quasi, dagli incessanti “hurrà” di gioia, procrastinatisi fino all’alba, emessi dai suoi giocatori – davvero ragazzi: il merito della “linea verde” è solo del presidente Luca Sandri, industriale pastrenghese, il quale aveva rotto con la società dei suoi natali proprio perché ha sempre voluto dare la precedenza alla cura del vivaio, per dare la possibilità ai tanti giovani del basso lago di fare sport, socializzazione, calcio, stare insieme – ebbene, è questa l’icona che ci porteremo via del “CastelnuovoSandrà Day”.

61 i punti, 7 pareggi a fronte di sole 4 sconfitte e di 18 vittorie, compresa la vittoria riportata ieri al “Paolo Maggiore”, 0 a 1, contro quel Pedemonte di mister Stefano Modena, di cui avvertiamo la delusione di non essere salito per la sua prima volta nella storia in Promozione, ma al quale auguriamo davvero ogni bene nelle prossime decisive partite di fine stagione. Mattatore nero-verde è l’ex pescantinese, il classe ’92, Matteo Tommasi: che colpisce al cuore l’estremo bianco-rosso Giuseppe Speri ad una manciata di minuti alla conclusione.

“El Pede” ha un motivo in più per cercare a tutti i costi di salire in Promozione. Prima di tutto, la foga, la rabbia del cacciatore che ha cercato fino all’ultimo di braccare la lepre in fuga, poi, la sua valenza a livello di parco giocatori, la doppia esperienza del suo tandem tecnico (Stefano Modena-Giorgia Brenzan) e forse prima di tutte le altre motivazioni la dedica da fare, in caso di trionfo indiretto, ma pur sempre trionfo!, a chi ha speso una vita per il calcio di quelle parti: il mitico, indimenticabile “Cecco” Domenico Farina.

“Pede” secondo a 57 punti, 3° a 52 l’A.C. San Zeno Vr di mister Piergiorgio Troccoli, ieri vincitore nella sua “busa” per 3 a 2 contro il già salvo Arbizzano di mister Ivo Castellani (in gol Matteo Ferrari, anche su rigore). Per i “granata sanzenati”, in rete ci vanno l’immarcescibile (’74) Marian Ionita e Matteo Lui (classe 1993 ex Avesa, autore di una bella doppietta).
 
All’”Alberto Tosoni”, altro clamoroso scivolone del Mozzecane (una gara, contro “El Dosso”, da recuperare mercoledì per i “rosso e blu della Postumia” dell’abbastanza avvilito presidente Riccardo Montefameglio, classe ’78) di mister Nicola Santelli: 3 a 0 secco, ruvido, urticante dei casellini, al bersaglio pieno grazie a Lorenzo “Il Magnifico” “Il Mediceo” Meda, e al giovanissimo Juniores Regionale Roberto Brentegani, autore della doppietta che regala i tre punti ai gialloblu allenati da Massimiliano Canovo.
 
Al “Manuel Fiorito” caduta n.10 per il Pgs Concordia di mister Luca Righetti: 2 a 3 e passa quell’Olimpica Dossobuono che spera algebricamente in un posto al sole dei play off anche perché ha l’asterisco della trasferta di Mozzecane ancora da recuperare mercoledì 25 aprile alle ore 15.30. Doppietta concordiese a firma del ’91 Nicolò Masetti; “Lollo” Lorenzo Baraldi, l’archi-trave del gioco Giacomo “Jacky” Locatelli e il ’97 Niccolò Esposito per i giallo-rossi dossobuonesi di mister Armando “Che Ghevara” Corazzoli.
 
Nei bassifondi della classifica, più nessuna speranza di salvezza sia per il Team San Lorenzo Pescantina di mister Gianluca Marastoni – penultimi a 22 – che per il “fanalino di coda” Bussolengo di mister Roberto Pienazza, “corsaro” per 0 a 1 a Peschiera, match-winner ad un pugno di minuti allo scadere il difensore-goleador 1997 Nicolò Berzacola. Il “club del velodromo” pescantinese (al gol col difensore ’93 Raffaele Gandini e con l’”evergreen” Michele Bazzoni) si fa male a Fumane: 4 a 2, infatti, per il Valpolicella del rocciatore caprinese Simone Cristofaletti (doppia del ’93 Angelo Nicolis, assoli vincenti di bomber Nicola Vicentini, classe ’94, e del difensore ’91 Giovanni Resentera).
 
Successo interno a Grezzana, dopo un buon digiuno quaresimale, anche per il Real GrezzanaLugo di “Zaccheroni” Antonio Ferronato a spese del Parona del collega “baffo” Flavio Marai (realizzatori bianco-verdi: il 1991 Andrea Spada e l’avanti ’97 Francesco Camparsi). Per i “lupetti neroverdi” valpantenati: doppia del 1998 Angelo Cesareo e assolo del ’93 Christopher Taffarel.
 
In Postumia, all’altezza di quaderni, 1 a 1 tra i nero-verdi di mister Nicola Chieppe e il Calmasino di mister Luca Ponzini sempre più e bellamente Davide De Carli-dipendente, il “sollevatore degli entusiasmi bianco-verdi” realizza il gol del pareggio e della quasi matematica salvezza. Per i quadernesi aveva illuso, con la sua artigliata vincente, il tedescofono Ignacio Schults. Domenica Calmasino - Real GrezzanaLugo con le due squadre appaiate a 33 punti e matematicamente salve con un pareggio.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1972)