ULTIMA - 23/3/19 - MICHAEL DE SANTIS (ROSEGAFERRO) CREDE NELLA SALVEZZA

Domani si gioca al 26^ giornata dei campionati dilettantistici veronesi dove comincia ad infiammarsi la lotta per il titolo e per non retrocedere. In Seconda categoria quest'anno retrocederanno solo due squadre per girone quindi i play-out vedranno impegnate solo la 14^ e 15^ squadra classificata, da questo scontro uscirà la squadra che sarà
...[leggi]

PRIMA PAGINA

23/4/18
PUNTO SUL GIRONE "C" DI SERIE D - 32^ GIORNATA

LA VIRTUS VECOMP VINCE A BELLUNO ED E' AD UN PASSO DALLA LEGA PRO, IL LEGNAGO FA 2 A 2 IN CASA MENTRE L'AMBROSIANA PERDE DI MISURA (1-0) A ROVIGO
 
Si è giocata ieri la 32^ giornata del girone C del campionato di Serie D che ha visto La Virtus Vecomp di mister Gigi Fresco vincere 1 a 0 a Belluno ed allungare in classifica a +5 sul Campodarsego che ieri ha perso 2 a 1 in casa contro il disperato Tamai, 2 a 2 invece dell'ArzignanoChiampo ad Este e vicentini sempre terzi a -9 dalla vetta. Ieri allo Stadio Polisportivo di Belluno bella affermazione dei rossoblu veronesi che nonostante il primo grande caldo stagionale, che ha fiaccato le gambe ai 22 in campo, trova la forza di infliggere la stoccata vincente all'Ital Lenti di mister Da Riz. La Virtus parte meglio e costruisce una serie di buone occasioni che sfociano al meritato vantaggio che arriva al 24° quando un preciso cross di Demian viene capitalizzato in rete dalla testa di Paolo Grbac che batte il n.1 Colonna. La ripresa è di sofferenza per la capolista ma il fortino eretto davanti al n.1 Tosi resiste fino 96° minuto quando arriva finalmente il triplice fischio del signor De Tommaso di Rieti che innesca la grande festa dei Virtussini di mister Fresco dopo aver appreso i risultati a loro favorevoli provenienti dagli altri campi. Domenica prossima, allo Stadio Comunale "Gavagnin-Nocini” di Via Montorio, alla Virtus Vecomp basterà vincere contro la Liventina già quasi spacciata per salire in Lega Pro, ma potrebbe bastare anche un pari visto che il Campodarsego potrebbe anche non vincere in casa dell'Adriese impegnata a guadagnarsi una poltrona play-off e che ieri è andata a vincere 4 a 0 a Noale contro il Calvi.

Buon pareggio per il Legnago Salus di mister Manuel Spinale che ha giocato ieri una partita quasi amichevole contro il Cjarlins Muzane, visto che le due squadre sono tranquille a metà classifica. Il punto è prezioso per la classifica dei biancazzurri che con 43 punti raggiungono la certezza matematica della permanenza in Serie D per la stagione 2018-19. Ottimo l'approccio alla partita da parte dei giocatori biancazzurri che all'11' passano in vantaggio con un tiro dal limite dell'area di Bodini che sorprende il portiere ospite anche con l'aiuto del palo. Il Legnago continua a macinare gioco ma al 24' gli ospiti trovano la rete del momentaneo pareggio con un pallonetto di Spetic che beffa il portiere Cuoco. Da questo momento gli ospiti crescono e il Legnago accusa il colpo, le due squadre vanno al riposo sull'1 a 1. All'inizio della ripresa ingenuità di Parrino che "atterra" Bussi in area: l'arbitro non può far altro che decretare il calcio di rigore a favore degli ospiti. Sul dischetto si presenta Smrtnik che spiazza Cuoco con un destro secco, 1 a 2. Il Legnago non ci sta a perdere e ha subito una reazione che lo porta a collezionare diverse occasioni. L'assalto finale del Legnago viene premiato con il gol del definitivo pareggio in pieno recupero (al 48') quando il cross di Matei viene colpito di testa da Marchetti che beffa così il portiere ospite insaccando il 2 a 2 che, per quanto si è visto in campo, alla fine è il risultato più giusto. Nel prossimo turno il Legnago sarà ospite dell'Abano già matematicamente retrocesso in Eccellenza in una partita che la squadra biancazzurra cercherà comunque di vincere per chiudere bene la stagione.

Perde invece l'Ambrosiana di mister Tommaso Chiecchi a Delta Porto Tolle per 1 a 0. Niente da fare per i rossoneri che da questa partita volevano una risposta positiva per la salvezza ed invece la sconfitta e la contemporanea vittoria del Tamai sul Campodarsego rimettono tutto in discussione. Diventeranno quindi importantissimi i prossimi 180 minuti contro il Mantova al "Montindon" e contro il Calvi Noale in trasferta alla 34^ giornata. Della partita di ieri c'è il grande rammarico per i rossoneri del presidente Gianluigi Pietropoli di aver preso il gol a freddo da Gherardi, dopo solo 8 minuti, sull’unica azione importante del Delta e di non essere riusciti a capitalizzare la mezza dozzina di occasioni gol prodotte nei restanti 82 minuti. I rossoneri mantengono un punto sul Tamai e sono a -3 dalla Clodiense che ieri ha vinto 2 a 1 in casa della Liventina.

Nelle altre gare in programma ieri, valide per la 32^ giornata di campionato, hanno visto il Mantova battere (1-0) l'Union Feltre e l'Abano sconfitto 2 a 1 in casa dal Montebelluna. In vetta c'è sempre da sola la Virtus Vecomp con 70 punti seguita ora a -5 dal Campodarsego a 65 punti, al terzo posto c'è sempre l'Arzignano Valchiampo con 61 punti. Al quarto posto sale a 56 punti il Mantova che stacca l'Este quinto a 54 punti. Il Legnago è tranquillo al 9° posto con 43 punti mentre l'Ambrosiana è sempre sest'ultima con 37 punti e sempre virtualmente salva perchè a +12 dalla Liventina e dal Calvi Noale, penultime a 25 punti davanti al fanalino di coda Abano già retrocesso con 16 punti.

la redazione di www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(670)