ULTIMA - 23/3/19 - MICHAEL DE SANTIS (ROSEGAFERRO) CREDE NELLA SALVEZZA

Domani si gioca al 26^ giornata dei campionati dilettantistici veronesi dove comincia ad infiammarsi la lotta per il titolo e per non retrocedere. In Seconda categoria quest'anno retrocederanno solo due squadre per girone quindi i play-out vedranno impegnate solo la 14^ e 15^ squadra classificata, da questo scontro uscirà la squadra che sarà
...[leggi]

PRIMA PAGINA

17/9/18
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI PROMOZIONE – 2^ GIORNATA

SCATTI IN AVANTI DI CASTELBALDOMASI, ALBARONCO E MOZZECANE. COLPACCIO DEI CAVALPONICI DI MISTER CARNOVELLI.

E’ la domenica, la 2^, delle goleade: che si registrano a Giacciano con Baruchella, campo scelto dal Badia Polesine per disputare il derby contro i “cugini” basso-padovani del CastelbaldoMasi del vulcanico “patron” menarese Michele “Van Otto Bismark” Ottoboni, riconsegnati nelle sapienti mani della “leggenda della Spal”, del Castel di Sandro, Luca Albieri. Le “tigri bianco-rosse” patavine sbranano senza sconti con un secco 0 a 4 gli abbadiensi di mister Tessarin, l’anno scorso trainer delle giovanili dell’Este, ora in serie D, con il suo diesse, il roveretano Gabriel Maule. A bersaglio, ci vanno i precisi quanto spietati arcieri Enrico Bortolotto, classe 1981, l’albanese classe 2000 Dord Klinsi, l’interessantissimo giovane Lombardo e Djorjevic, ex di tanti club, anche basso-veronesi.
 
Al “poker” caraibico del club castellano va aggiunto il 6 a 1 di sapore tennistico confezionato all’”Erasmo Zamperlini” di Ronco all’Adige da parte dell’altrettanto papabile al titolo, l’Albaronco di mister, l’ex Mantova, Emanuele Pennacchioni (suo fido collaboratore è l’ex bomber del Cerea, Luca Moretto): a essere impallinate sono le “tigri giallo-nere” della Seraticense (in rete solamente grazie a Fracasso) dell’allenatore veronese Luca Cortellazzi, che ha iniziato la stagione alla maniera dei gamberi, dopo aver concluso quella appena trascorsa da vero gigante. Questi i granatieri albaronchesani: “Pinturicchio” Luca Avesani su rigore, il classe ’93 Enrico Cavazza, vero motorino il vicentino della squadra, il pari età Riccardo Carpene (ex Zevio), poi Nicolò Centomo, ancora Cavazza, grazie al velo di Cristophe Crinelli, e l'ex Bardolino Ronnie Otoo.

Non scherza, quanto a mitragliate di coriandoli, eh, la matricola Mozzecane di mister Nicola Santelli e del presidente, l’altrettanto mozzecanese Riccardo Montefameglio, ex diesse 4 anni fa del Calcio Trento: 2 a 4 in borgo Venezia, in casa della Pol. Virtus di mister Alberto Baù, che affida una rimonta di Pirro, cioè inutile, al solo Brizzi, autore della doppietta rossoblu. Per gli altrettanto rosso e blu, ma del bocciodromo o della Postumia, realizzano due volte Andrea “El Principe” Mileto, l'ex Daniele Romano e l’albanese, ex Calvina di Bs, il 1991 Arsid Selmani…o con i piedi, ma io, intanto, te la caccio dentro!...
 
Al “Romeo Soave” di Nogara, i “cosacchi bianco-rossi del Basso Tartaro” di mister Walter Bampa e del diesse Giulio Furlani, dopo essere passati in doppio vantaggio grazie ai colpi di Nicola Avesani, l’ex lupatortino, e del giovane (2000) Mattia Zaghini, si fanno raggiungere sul 2 a 2 dai vicentini del Sitland Rivereel 2005 di mister, il veronesissimo, dr Peter Taccardi, funzionario di banca, e nostro ex “seminatore d’argento”, da Alban. Che segna sia su azione che dal dischetto gessato.
 
Delude un pochino l’A.C. Cologna Veneta, dopo il devastante avvio di domenica scorsa: i “giallo e blu del mandorlato”, seguiti dal pubblico più numeroso e caloroso del Veronese, ma non superiore a quello altrettanto picaresco del CastelbaldoMasi, ebbene, i ragazzi di mister Salvatore Di Paola non ce la fanno a piegare la resistenza di quell’Alba Borgo Roma di mister Lucio Manganotti, che insegue la permanenza n.18 consecutiva della sua storia in Promozione. Più pericolosi sotto area i colognesi, ma se la sfera non varca la fatidica linea bianca, di gesso, resti con un pugno di moscerini in mano.
 
Altra sconfitta per il “rivoluzionato” A.C. Oppeano di mister Stefano Ghirardello: 0 a 1 in riva al Piganzo, nel territorio più leghista del Veronese, e passa quell’Aurora Cavalponica che domenica scorsa, oltre ad aver perduto i 3 punti, aveva perduto 3 giocatori, appiedati dal direttore di gara nel corso della partita. Per i cavalponici di trainer, il sambonifacese Flavio Carnovelli, decide dal dischetto il “freddo” Fernando Beltramo. Massima punizione decretata per punire un fallo sul dr commercialista Matteo Soave che regala i primi 3 punti ai ragazzi del presidente Stefano Bressan.

Zero a zero a Sandrà, tra il CastelnuovoSandrà di mister Fabrizio Gilioli, colpito in settimana dal gravissimo lutto per l’improvvisa scomparsa dell’unico ed amato fratello Maurizio, non ancora 50enne, e l’A.C. Cadidavid di mister Armando Corazzoli che domenica prossima, in occasione della gara interna, quella contro il Povegliano, dovrà rinunciare alla giovane punta Zocca, classe 2000, l’estate scorsa, non questa, partito in “rosa” con l’Ambrosiana, e figlio del mitico Franco, dirigente del Settimo, reo di aver totalizzato due gialli.
 
A Povegliano, le “libellule” biancazzurre di mister Lucio “Battisti” Beltrame, ex Sona, non in…ciampa con il Chiampo, buona matricola giallo-verde guidata da mister Alessandro Lovato. E, al pari definitivo di 1 a 1, dopo il gol-illusion di Gilbert “Becau” Cadete (ex virtussino, classe 1989), ci arriva grazie alla deviazione vincente di bomber Davide Vaccaretti, classe 1986.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1246)