ULTIMA - 19/1/19 - E' FABIO SINIGAGLIA (COLOGNA) IL RE DEI BOMBER

Domani si gioca la 3^ giornata di ritorno, vediamo com’è la situazione dei migliori bomber dei campionati dilettantistici della nostra provincia dopo 17 gare già giocate. In Eccellenza, dove si sono già giocate 18 partite, comanda il bomber del Borgoricco Edoardo Cappella con 13 reti, al 2° posto a 10 reti Mariano Mangieri (Pozzonovo) è raggiunto da
...[leggi]

PRIMA PAGINA

17/9/18
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. A) – 2^ GIORNATA

4 GRAFFI CORBIOLESI SPENNANO I “FALCHI”, MALCESINE DA SOLO IN TESTA, RISORGE IL LAZISE, IL LA VETTA PUNTA ALLA VETTA, IDEM “EL BUSSO”, IL BURE PASSA SU RIGORE!

Il Malcesine, primo assoluto in classifica, a punteggio pieno, sta, per ora, mantenendo quello che ha promesso a se stesso e alla nostra redazione, lassù in mezzo ai secolari ulivi, vicino allo “Speck Stube”, in zona funivia del Baldo. Proclami non certo decoubertiniani, quelli dell’importante è partecipare, casomai quelli dell’importante assolutamente è vincere. Ed arrivare primi: i concorrenti sono avvisati!
 
I bianco-granata alto-gardesani di mister Marco Martini si regalano un altro happy hour, andando a fare la voce grossa, 0 a 1, in casa del Gargagnago di mister Gianni Pierno e del presidente Stefano Sartori. Match winner il 1989 Nicola Lutterotti, figlio della “bandiera” del Trento in serie C, Piergiorgio. Altra magia e altri tre punti per i ragazzi del presidente Simeone "Giucas" Casella.
 
Tallonano la capolista a quota 4 punti il Bussolengo, la Pol. La Vetta, altra bella sorpresa di queste prime due bracciate di campionato, e il San Peretto, già artefice l’anno scorso di un ottimo campionato. Il Bussolengo del mister-corniciaio Roberto Pienazza supera in casa propria per 3 a 1 la Pol. Adolfo Consolini di bomber “Abba” Alberto Zanolli da Caprino: non è lui, però, ieri a cacciarla dentro, eh, bensì l’ala mancina Paoletti, su rigore. Per i vittoriosi rossoverdi del presidente Emilio Montresor segnano “San” Bonifacio Mochiah, la “gazzella ghanese”, Matteo Tezza, classe 1996, e Righetti.
 
Niente di fatto, 0 a 0, a Cavaion, tra i biancazzurri garda-montebaldini del rocciatore Chieregato e le “giubbe rosso-nere” sanperettiane di mister Franco Tommasi, ex Bussolengo a lungo in panca. La Pol. La Vetta di mister Simone Cristini si impone a Colà di Lazise, spremendo per 0 a 2 i “cedrini” del mister, l’avvocato Simone Ghirotto; reti? Il difensore, classe 1992, ed ex virtussino, Enrico Peroni, e Damiano Giacopuzzi.

Finisce 2 a 2 al “Lorenzo Bellamoli” di Poiano tra la Juventina Valpantena di mister Christian Campagnari e la super-corrazzata Pastrengo dell’omologo Paolo Brentegani: l'imprendibile Davide De Carli e Alberto Ronconi la cacciano dentro per i “carabinieri con gli scarpini”; l’ex semiprofessionista, l’ex Montorio, l’anno scorso invece zebrato, Michael Zago (1981) e il ’97 Giacomo Bragantini sul filo della sirena, segnano per i bianco-neri dei fratelli Malaffo e del diesse Michele Carcereri.
 
Al “Comunale” di strada Le Greghe, si rialza la quotazione del Lazise di mister Gelmetti: 2 a 1 ai danni di quell’F.C. Valdadige di mister Marzio Menegotti, che alla prima di stagione aveva tutt’altro che steccato. Per i lacisiensi, l’assordante, fastidioso, fatale, mortale “Ronzio” di Tommaso Ronzetti, preceduto da Ivan Bertoldi; per i valdadigini, invece, il solo…ma che è quel che io… Hodo (Ervis, 1988)…così il sommo Dante Alighieri nella “Divina Commedia”…Purgatorio, Canto XXIV…

In casa del più rapace (in fatto di vittorie, di tradizioni, di storia e di combattività) Sant’Anna d’Alfaedo del falconiere Francesco Corazzoli fa festa, 3 a 4, il mite Corbiolo del mister Paolo Mainente. Doppietta del 44enne Damiano Tommasi, a cui si aggiunge l’acuto del 1985 Simone Benedetti; per gli “scoiattolini” bianco-granata del presidente Sandro Zanini, invece, doppia di “Masaniello” Manuel Masenelli (1995), poi, il 1993 Emanuele Scibona, e infine il “bocia del ‘99”, Nicolò Spinelli.

A Castelrotto di Negarine di Corrubbio, 1 a 0 del Burecorrubbio del nuovo mister Mauro Gaburo (esordiente in categoria dopo aver allenato le giovanili del Negrar, Pieve S.Floriano e Valpolicella) a spese del Team San Lorenzo di mister Giandonato Di Marzo e del presidente Pietro Zangrandi. A bucare la “società del velodromo” è su rigore il classe 1999 Edoardo Savoia, verso la mezz’ora del primo round.
 
Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(872)