ULTIMA - 23/1/19 - LA VIRTUS VERONA CEDE CONTRO LA CAPOLISTA PORDENONE (1-2)

Per l'ennesima volta la Virtus Verona di mister Gigi Fresco viene beffata nei minuti finale della partita dopo essersi battuta alla pari contro la capolista incontrastata del girone B di serie C, il Pordenone di mister Attilio Tesser. A decidere la sfida a favore dei neroverdi friulani è stata una rete del 38enne Emanuele Berrettoni, ex Hellas Verona,
...[leggi]

PRIMA PAGINA

24/9/18
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. D) – 3^ GIORNATA

SCALIGERA PIGLIATUTTO CHE CREA GIA’ IL VUOTO DIETRO DI SE’! MACCACARESI TRIONFANTI IN CASA DEL GIPS SALIZZOLE, BONAVIGO ED ATLETICO VIGASIO DA EXPORT, IL RALDON AVVELENA IL BEVILACQUA, IL VIGO STENDE IL SUSTINENZA

Vola e stacca tutti la matricola, o meglio, la neo-retrocessa Scaligera di mister Alessandro Ghirigato: ora i punti sono 9, quindi, punteggio pieno per i giallo-rossi del paese dove sta culminando la celebre festa del riso. Il classico 2 a 0 secco ieri pomeriggio a Isola della Scala inflitto dai capolisti isolani ai danni dell’Aurora Marchesino di mister Andrea Calzolari ancora scossa per la morte del giocatore Marco Bisighin: reti a firma di Alessandro Pasotto, ex Sustinenza, e di Massimiliano Gramegna da Isola Rizza, tolto dall’armadio pregno di canfora e tornato a splendere.
 
Un quartetto, non Cetra, incalza a 6 punti: l’A.C. Raldon del diesse “El Ceti”, al secolo Daniele Lorenzetti, rifila un assordante 4 a 1 casalingo al neo-retrocesso Bevilacqua di mister Eros Crema; il quale, però, resta nella cordata dei primissimi inseguitori a quota 6 freccette. E’ il solo 1995 Fabio Olivieri a reggere “er moccolo” per la “Cremonese della Bassa” del presidente Marco Calonego; infatti, il display è tutto riempito da punteros nero-verdi, a partire dal 1987 Daniele Bendazzoli, per passare dal “doppio” realizzatore Schiavo…del gol, per finire al rinomato bomber classe 1994 Simone Garofolo.
 
Arresta il passo il lanciato Albaredo di mister, il “cagliaritano” Manuel Cuccu, ex trainer del Coriano: 1 a 2 e passa il quadrato, il quotato per noi da sempre, Atletico Vigasio di mister Fabrizio Saccomani e del presidente “baffo paulista” Gianfranco Pozza. Mai avrebbe pensato l’ex cazzanese, il 1995 Federico Billo Viola, dopo aver superato verso la mezz’ora del 1° round l’estremo Todeschini, che i suoi compagni albaretani venissero surclassati dagli atletici vigasiani, in gloria con il 1987, ex lupatotino Michele Adami e al raddoppio per “grazia ricevuta” da un gol all’incontrario, meglio, da un’imboscata tesa all’incontrario - dal n. 6 biancazzurro Pierluigi Dal Bosco.

Bene la matricola Pol. Bonferraro di mister Paolo Berardo: i proclami molto velleitari sbandierati alla vigilia del Torneo dal diesse “Taccio” Enrico Taccini si sta, per ora, eh – verificando. Ieri, al “G.R. Lombardi”, 2 a 0 a spese della Pol. Bonarubiana di mister, l’ex bancario ed ex portiere del Mantova, Paolo Mosca. Traversa che balla ancora quella colpita dall’ex Conca, l’ex Cerea Riccardo Giordani, classe 1996, ma, a varcare la linea bianca sono le conclusioni dell’ex nogarese “Sambuca” Luca Molinari (1992, baffetti alla Freddy Mercury: come vanno di moda oggi, e andarono di moda durante il Risorgimento italiano, vedi i soldatini sabaudi) e dal Superbomber Pietro Menegollo, classe 1991.
 
Spacca la classifica del girone "D" di 2^ categoria con i suoi 5 punti il Casteldazzano, ritornato a disputare questo Torneo: i castellani di mister Riccardo Adami impattano, 0 a 0, nella trasferta al parrocchiale di Santa Maria di Zevio, casa della Nuova Cometa di mister Ivan Benìn.

Finalmente, gustano la prima vittoria stagionale i Boys Gazzo di mister Matteo Gobbetti: 0 a 3 a Salizzole, in casa di un Gips di mister Andrea Bertelli davvero irriconoscibile ieri pomeriggio. Ma, con questo, non vogliamo minimizzare il colpaccio di una squadra tutto “anema e core” che sapevamo che prima – più prima – che poi sarebbe venuta fuori, avrebbe mostrato le bavose fauci agli avversari di turno, i maccacaresi. In rete per due volte con Michele Meoni, ed una sola volta con Rossignoli.
 
Il GSP Vigo 1944 di mister Stefano “El Cina” Rossignoli ha la meglio – 1 a 0 – sul proprio campo contro il molto quotato – almeno così in estate dai bookmakers – Sustinenza di mister Mohammed Mayate, imprenditore davvero in gamba nel suo lavoro. La differenza la fa lo spinimbecchese, il difensore datato 1981, l’ex Casaleone, Massimiliano Urban.
 
Infine, cade in casa, davanti al proprio pubblico il Cadeglioppi di mister “Fonzie” Nicola Bertozzo: 1 a 2 e passa il redivivo Bonavigo 1961 di mister Gianluca Corso, che vince il derby di famiglia, quello consumato ai danni del figlio Marco, difensore cadeglioppino della classe 1990. In vantaggio i biancazzurri di casa grazie al rigorista freddo e spietato Sebastiano Barini da Pellegrina di Isola della Scala, poi, raggiunti da Jhonatan Cavaler (che annuncia così gioiosamente l’arrivo de “L’estate dei…Cavalieri…: dei bachi da seta, circoscrivibile alla festività di San Martino, l’11 di novembre) ed infine superati da un’impallinata sferrata dal fucile da caccia per lepri dal bomber isolarizzano, il cuoco Andrea Pesarìn.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(914)