ULTIMA - 21/4/19 - BUONA PASQUA 2019 A TUTTI I NOSTRI LETTORI

La redazione sportiva di www.pianeta-calcio.it, assieme al suo direttore responsabile Andrea Nocini e a tutti i suoi collaboratori, porge a tutti i nostri sempre più numerosi lettori e lettrici, ai suoi fedelissimi sponsor, i migliori auguri di una serena Pasqua da trascorrere con i propri
...[leggi]

PRIMA PAGINA

24/9/18
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. A) – 3^ GIORNATA

MALCESINE, ALTRO SCATTO IN AVANTI, POL. LA VETTA E S.PERETTO NON ESCONO DAL RADAR. ECCE VICTORIA PER IL TEAM S.LORENZO, CONSOLINI E PASTRENGO SCATENATI, BURECORRIBIESI “CORSARI” IN MALGA.

Non accenna a fermarsi l’aliscafo del Malcesine; che ora solca a 9 nodi lo specchio di lago del girone “A” di 2^ categoria: 9 punti in 3 partite, e cosa vuoi di più dalla vita? Un Lucano! No, un Luciano, bomber di origini pugliesi, classe 1991, di nome Andrea, di fatto in rete anche ieri sul sintetico di Cassone. 3 a 0, infatti, il successo degli alto-gardesani riportato ai danni dei comunque simpatici “scoiattolini” corbiolesi di mister Paolo Mainente (…non è vero! Finora, 3 punti in classifica, frutto dell’ottimo avvio di stagione!); simpatici, perché non nutrono alcuna velleità, eppoi, fanno fatica, lassù, dalle loro parti, a fare calcio.

Decisi, partiti lancia in resta, i malcesinesi del presidente Simeone “Giucas” “Il Mago” Casella e dello skipper di Riva del Garda, Marco “happy hour” Martini & Dry, sanno – ed ottengono – quello che vogliono. In rete, non da pesca, di quelle vendute dall’ex bomber di quelle parti, Fabrizio Donatini (titolare in paese di un negozio di caccia e pesca; anche di gol). I precisi pescatori bianco-granata stendono fruttuosamente le proprie reti con Andrea Luciano, preceduto da Federico Battistoni (1991) e seguito, imitato dal difensore-goleador, il Mangiafuoco (per via della barba nera come la pece), Simone Nodari, classe 1995, uno dei più casinisti e dei più “veci de caserma” del Malcesine.
 
Secondi, a quota 7, inseguono la Pol. La Vetta di mister Nicola Martini e il San Peretto: i domegliaresi spengono, 2 a 0, le velleità del Bussolengo del mister-corniciaio con bottega in Porto san Pancrazio Roberto Pienazza: tutto si consuma nel 1° round, con l’uno-due griffato dal centrocampista classe 1996 Arledjo Laska e Damiano Giacopuzzi. 
 
Sul nuovo sintetico di Negrar, il San Peretto di mister Franco Tommasi ha la meglio sul Colà Villa dei Cedri di mister, l’avvocato Simone Ghirotto (in illusorio vantaggio grazie a Nobis “Vobiscum…”). Poi, ecco l’emergere delle “giubbe rosso-nere” del giovane presidente Paolo Menegazzi e del diggì Nicola Righetti, i cui arcieri - il 1994 Riccardo Turri e del 1988 Giacomo Zumerle - non fanno cilecca, bensì come lo svizzero Guglielmo Tell con la famosa mela issata sul capo del duellante.
 
All’ombra dei suoi pieni di storia forti austroungarici, il Pastrengo, 3 a 1, inanella la sua 2^ vittoria stagionale a spese del Gargagnago di mister Gianni Pierno e del primo tifoso dei “tricolori della Valpolicella”, l’Assessore presso il Comune di Sant’Ambrogio, Silvavo Procura…di non subire sconfitte… Doppia, ancora lui!, dell’ex Caldiero, il 1996 Alberto Ronconi, ed assolo dell’esperto classe 1983 Andrea Pignato, ex Croz Zai. Per la “società delle 4 G”, aveva illuso con quel suo bersaglio centrato in apertura Giannone.
 
All’”Adolfo Consolini” di Costermano, 3 a 1 della Pol. Consolini di mister Alessandro Saiani (ex trainer della Pol. La Vetta) a spese della vittima certamente illustri, e cioè della Juventina Valpantena di mister Christian Campagnari (in gol soltanto per i bianco-neri, firmato dal classe 1989 Thomas “Lando” Bertagna su rigore, ma quando i buoi avevano già lasciato da tempo la stalla: cioè sul 3 a 0 per i vincitori). Poianesi, incredibilmente, penultimi, a 1 solo punto: peggio di loro ha fatto solo il Colà Villa dei Cedri, ancora ibernato sotto lo zero… Per i giallo-blu-rossi del presidente Carlo Mirandola, vanno a segno il caprinese “Abba” Alberto Zanolli (1989 pure lui), e per due volte (anche dagli 11 metri), Mauricio Gaston Paoletti, classe 1996.
 
Riassapora il dolce gusto dei 3 punti in una botta unica al velodromo il Team San Lortenzo Pescantina di mister Giandonato Di Marzo: 1 a 0, e tiro da 3 punti di Stefano Mignolli, che manda al tappeto il Lazise di mister Gelmetti. Primi 3 punti per i rossoblu del presidente Zangrandi e del vice Claudio Zampini.
 
Lassù, tra le loro adorate malghe, scivola, 1 a 2, il Sant’Anna d’Alfaedo: a infilzare i “falchi bianco-granata” ci pensa il Burecorrubbio del massimo dirigente Massimiliano Zago, al doppio vantaggio grazie alle vincenti conclusioni di Adobah prima e dell’ex pedemontano, il classe 1990 Paolo Bendazzoli poi. Il tentativo di rimonta del Sant’Anna si materializza solo grazie al gol messo a segno da Segala: troppo poco anche per la minima posta in palio, ossia la spartizione equa della posta in palio.
 
A Rivalta di Brentino Belluno, l’F.C. Valdadige del rocciatore Marzio Menegotti si vede raggiungere sul 2 a 2 dall’A.C. Cavaion dello skipper Chieregato. L’ing. Yuri Brognara, ex MontebaldinaConsolini, classe ’88, e l’avanti 1994 Nicolò Colantonio (costui appena entrato al posto del maturo (1979) Massimo Vicentini), permettono ai cavaionesi di portare in salvo la pelle. Prima foracchiata dalle lance di “monsignor” Nicola Ravasi, classe ’96, e di Sartori.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(938)