ULTIMA - 23/1/19 - LA VIRTUS VERONA CEDE CONTRO LA CAPOLISTA PORDENONE (1-2)

Per l'ennesima volta la Virtus Verona di mister Gigi Fresco viene beffata nei minuti finale della partita dopo essersi battuta alla pari contro la capolista incontrastata del girone B di serie C, il Pordenone di mister Attilio Tesser. A decidere la sfida a favore dei neroverdi friulani è stata una rete del 38enne Emanuele Berrettoni, ex Hellas Verona,
...[leggi]

PRIMA PAGINA

1/10/18
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 1^ CATEGORIA (GIR. A) – 4^ GIORNATA

QUADERNI DI VITTORIE, PRIMA SCONFITTA PER IL PESCANTINA, IL “VALPO” NON MOLLA! IN RIPRESA “EL CALMA”, PIU’ CROZ CHE ZAI COL PARONA, PEDEMONTE IN FESTA AL GRIDO DI AVANTI…SAVOIA!

Nessuna capolista a punteggio pieno, solo la Pol. Quaderni in vetta a quota 10 punti in 4 gare. I “nero-verdi della Postumia” di mister, il bancario Nicola Chieppe, vincono anche lontano da casa, esattamente a Dossobuono, per 0 a 1, contro i giallo-rossi dell’Olimpica guidata da mister Matteo “Trap” Meneghetti e fa la differenza, per i neroverdi, il classe 1990 Andrea De Rossi.
 
Inseguono, a 9 punti, sia il PescantinaSettimo del riconfermato trainer lupatotino Gianni Canovo che il Valpolicella di mister Gianluca Marastoni, ex Team San Lorenzo: se per i rossoblu del presidente Ferdinando Boscaini le azioni ieri pomeriggio non si sono affatto affievolite, sì, invece, quelle dei bianco-rosso e blu dell’omologo Lucio Alfuso.

Infatti, prima sconfitta stagionale per i pescantinesi su quel sintetico di Grezzana, che ha già fatto e continuerà a fare vittime eccellenti (vi ricordate la Montebaldina?). Finisce 3 a 1 per i “lupi nero-verdi” di “Zaccheroni” Antonio Ferronato, con bersagli disintegrati da parte del “Trezeguet dei dilettanti”, Brahim El Hamich (1982), di Christopher Taffarel (1993) e di Luca Bilotta continua, centrocampista ex Pozzo. Per il PescantinaSettimo, invece, tiene alta la bandiera il solo Simone Bonetti, classe 1985.
 
Il Valpolicella va a vincere, 1 a 3, al “Manuel Fiorito” in borgo Milano: l’ex di turno era il tottiano nonché dottore in Legge Mario D’Aleo, ma non è lui a segnare il gol dell’ex, bensì, l'altro ex “Soldatino”, il 1985 Matteo Melchiori (doppia per lui!) e il solito bomber Nicola Vicentini, classe 1994. Eppure, il primo urlo gioioso l’aveva emesso per i bianco-viola di mister Luca Righetti il solito Giuseppe Blasi.
 
Vince largo, e fuori casa, 2 a 4, il Parona di mister “Sir Alex Ferguson” Flavio “baffo” Marai: al “Meneghello” si allunga la serie di risultati negativi per l’U.S. Croz Zai del pur bravo – riconosciuto da tutti gli addetti ai lavori – mister Doriano Pigatto. I giallo e blu di via Lussemburgo sono ancora a quota zero e la situazione comprensibilmente comincia a dare preoccupazione! In rete, per i bianco-verdi di Parona ci vanno “Dinamite” Daniele Begnoni, per due volte!, il 1997 Francesco Camparsi e il centrocampista Andrea Spada (fatale sul calcio di punizione); il 1995 Karim Twill preceduto da Zorzella, invece, per gli scorbacchiati, ma non rassegnati, crozzini del diesse Germano Pistori. Clamoroso palo scheggiato dall’ex Ares Calcio Vr, Francesco Paiusco, “uomo” di vecchia conoscenza e di grande fiducia di mister Pigatto.
 
Calmasino bel 4° a 7 freccette: ieri al “Belvedere” i bianco-verdi dello skipper pescantinese Alberto Pizzini hanno piegato per 3 a 2 l’Arbizzano del lupatotino trainer Massimiliano Canovo (in rete i suoi giallo e blu con bomber, il 1991 Nicola Vantini e l’appena entrato, l’ex Sona Calcio, il 1986 Riccardo Ferrari. Per quelli de “El Calma”, invece, hanno gioito Alessandro Marai su rigore, Nicola Sandrini e Juan Pablo Ometto, l’immarcescibile “puntero”, classe 1987.
 
Non riesce alla neo-retrocessa Montebaldina l’impresa di far suo il bottino a Caprino contro la matricola Real Lugagnano di mister Fabio Di Nicola: la gara termina sulla capocciata imperiosa di “case”, l’avvocato Nicola Mazzi (1988), e sulla replica “prepotente” di Zeni per i gialloblu di mister Simone Cristofaletti. Cartellino rosso comminato al caprinese Bonati che salterà l’insidiosa trasferta di Quaderni.
 
Al "Gugliemi", non si vede ancora quell’A.C. Lugagnano che uno si aspetta fin dalla vigilia del Torneo: 1 a 1 contro l’A.C. San Zeno Vr, proveniente dalla convalescenza, alla pari del suo avversario. Di Andreas Sbuciumelea, ex Nogara ed ex Team S.Lucia Golosine, l’illusorio vantaggio dei gialloblu di mister Massimo Gasparato; di testa e di Marco Pitondo (il gol…è sempre a tutto-tondo), ex Real Vigasio e caselle, il gol del definitivo pareggio per i granata di mister Piergiorgio Troccoli, capitanati dal plurigraduato Riccardo De Pizzol.
 
Al “Paolo Maggiore”, il Pedemonte supera, 2 a 0, il Peschiera dello skipper Cartesan, ancora una volta alla resa. Un gol nella porta sbagliata dall’arilicense, il giovane (1999) e sfortunato difensore Alessio Gallina finisce per spalancare definitivamente l’autostrada della vittoria ai bianco-rossi del tandem tecnico Stefano Modena-Giorgia Brenzan. E, così, al grido di “Avanti…Savoia”…il goleador pedemontano che ha preceduto il harakiri del Peschiera, “El Pede” del team manager Claudio Farina torna nella mischia e raggiunge il centro-classifica, a -5 dal a capolista Quaderni.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(875)