ULTIMA - 19/3/19 - VIAREGGIO CUP: MINUTO DI SILENZIO IN RICORDO DI CINO MARCHESE

In occasione delle gare degli ottavi di finale della 71ª Viareggio Cup in programma domani (martedì 19 marzo) sarà osservato un minuto di raccoglimento in memoria di Cino Marchese, il noto manager sportivo, amico da sempre della rassegna giovanile, scomparso domenica. L’iniziativa è stata adottata dal consiglio direttivo del Centro Giovani Calciatori, la
...[leggi]

PRIMA PAGINA

15/10/18
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. B) – 6^ GIORNATA

UNA “CINQUINA” CONFERMA IL PRIMATO ILLASIANO. SCIVOLA “EL BORGO”, “EL PONTE” S’ABBATTE SUL PALAZZOLO, IL REAL S.MASSIMO STRARIPA SUL MINCIO, PRIMA VITTORIA PER L’INTREPIDA, FRANA IN CASA IL CADORE, ESULTANO I COLLIGIANI.

L’ancora ed unica imbattuta nel girone “B” di 2^ categoria riservato alle veronesi, l'A.C. Illasi di mister Beppe Castagna festeggia, conferma il primato – ora a 14 punti – mandando in frantumi, 5 a 3, il “fanalino di coda” a zero punti, la Pol. Rosegaferro di mister Simone Mirandola (immaginiamo che il navigato quanto ambizioso diesse quadernese Alberto Ruzzenente sia già pronto a correre ai ripari nel mercato di fine novembre!). Ma, il primato delle maggiori reti – 17 – spetta però al Real San Massimo: gli illasiani ne hanno realizzati, fino ad ora, 16, più di una media di 3 reti a gara, mica male!
 
Per i biancazzurri di “patron” Renato Cengia, al “Venturi”, fantastico “poker caraibico” di Luiz Henrique Herber, imitato solo una volta (e che vuoi di più dalla vita? Un Lucano tanto amaro!) da Andrea Antonelli. Per i “rosso e blu della Postumia”, ha fatto centro per 3 volte il ’95 Tommaso Garbujo, ex poveglianese. Alle spalle dell’Illasi a 14 punti, a 12 alitano ben 4 avversarie: il Real san Massimo, il BorgoPrimomaggio, l’A.C. Colognola ai Colli e l’U.S. Cadore.
 
I “draghi rossi” borgatari di mister Tiziano “Titti” Salvagno scivolano, 1 a 2, al “Monterotondo” per la 2^ volta fin qui , al cospetto dell’Alpo Club ’98 di mister “Tiziano” Stefano Ferro (in rete e in rimonta i suoi atleti rosso-neri con il 1985 Marco Migliorini e con Matteo Lucenti). Illusorio vantaggio per i ragazzi del diggì Enrico Sgreva con l'ex Alba Borgo Roma Leonardo Pighi.
 
I nero-verdi del Real San Massimo del tandem tecnico Gregory Donadel-Roberto Sorio maramaldeggiano in riva al Mincio, all’altezza di Valeggio contro i rossoblu di mister Luca Carletti: 1 a 4. Eppure, in vantaggio i valeggiani del presidente, l’immobiliarista Gianni Pasotto con …chiamami…Fortunato (l’ex poveglianese, il classe ’97, Alessandro), ma, poi, raggiunti e bombardati dalle reti messe a segno da Omar “Sivori” Jmili, dal “bomber tascabile” Michele Marchesan, ed ancora dalla doppietta imbracciata e fatta esplodere dallo stesso Jmili (tris da incorniciare ieri pomeriggio per l’ex Pgs Concordia B.M. classe 1996 al suo 7° sigillo in 6 gare).

Frana, invece, l’U.S. Cadore di mister Adamo Urbano all’”Avesani” nel sentito derby, 0 a 1, per mano dell’Avesa HSM di mister Stefano Leso, ex sanzenate e mancata promessa del Perugia. Mattatore per i rosso e blu-crociati colligiani del dittì Walter Bucci e del capitano e suo figlio Marco, è Accordi…vincenti, alla Uto Ughi, il più grande violinista dei nostri tempi.
 
Prima vittoria della matricola Intrepida: 0 a 2 in casa dell’altra matricola, la nobile decaduta giallo-verde (sì, come il nostro attuale Governo!), l’Alpo Lepanto del presidente Andrea Pozzerle e guidata dal decano dei nostri allenatori, l’ex Catania, Adelchi Malaman. Per i trionfatori rosso-neri di mister Andrea Ferrari fanno garrire la rete avversaria il centrocampista 1996 Luca Notaro e bomber Stefano Ferrarese, borgo veneziano, ex anche PescantinaSettimo e Juventina.
 
All’”Alberto Tosoni” di Caselle di Sommacampagna, 2 a 2 tra i giallo e blu di mister Giuseppe Bozzini e la Scaligera Lavagno del mister-professore di greco e di Latino Dionisio Zamperini, classe 1961. Il duplice vantaggio lavagnese – quello procurato dal classe 1995 Alberto Vailati e da Juliano “Garçia Lorca” Ortega – viene annullato dall’uno-due casellino siglato da Matteo Tosi (1997) e dall'ex san Marco Pietro Padovani.
 
Al “Tino Guidotti”, l’Olimpia Ponte Crencano di mister Giordano Rossi crolla pesantemente, 4 a 1 addosso allo United Sona PSG di mister Michele Barone, in momentaneo pareggio (1 a 1) soltanto con il ’95 Andrea Cordioli. Per i ritornati “geniali pontieri” del diesse Nicola "Cix" Testi l’hanno cacciata dentro l’ex borgo trentino Elia Casolai (1990), Pietro “Sheva” Bellé (1987), l’ex montoriese Matteo Beltrame, classe ’91 e figlio del “Rivera di borgo Venezia”, Fabio, classe 1959, tutti compagni di squadra preceduti da Matteo Feroni.
 
Al “Comunale” di via Bassa, il SommaCustoza capitola, 1 a 2, davanti all’A.C. Colognola ai Colli di mister Tiziano Barbieri (collabora per la parte tecnica anche Silvano Peruzzi). Tiziano pure il massimo dirigente dei nerazzurri colligiani, Tregnaghi, ieri ancora di più contento perché il gol vincente l’ha griffato il figlio Luca, classe ’86. L’altro autore del vantaggio dei collinari era stato Michele Gugole; mentre, aveva illuso al pareggio per i “tamburini sardi” di mister Massimiliano Signoretto il solito bomber Nicolò Bolla di... Spumante (sia quando si vince sia quando, purtroppo, si perde). Del resto, una famosa reclame, la Stock 84, raccomandava di brindare lo stesso al termine della gara, indipendentemente dall’esito del verdetto. Si era, involontariamente, annunciato, sposato il terzo tempo rugbistico.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(818)