ULTIMA - 21/4/19 - BUONA PASQUA 2019 A TUTTI I NOSTRI LETTORI

La redazione sportiva di www.pianeta-calcio.it, assieme al suo direttore responsabile Andrea Nocini e a tutti i suoi collaboratori, porge a tutti i nostri sempre più numerosi lettori e lettrici, ai suoi fedelissimi sponsor, i migliori auguri di una serena Pasqua da trascorrere con i propri
...[leggi]

PRIMA PAGINA

22/10/18
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. B) – 7^ GIORNATA

RISALE LA CIMA IL CADORE, ILLASI INFERMABILE ED ANCORA IMBATTUTO A LAVAGNO, L’AVESA TORMENTA IL CASELLE (3-2), CUSTOZANI, BORGATARI, “GENI PONTIERI” E VALEGGIANI IN FESTA PER GLI STREPITOSI COLPACCI ESTERNI!

Difende la leadership del girone "B” di Seconda categoria, forte del suo primato sia di classifica – ora a 17 punti, davvero molto scaramantici! – e di quello dell’imbattibilità stagionale dopo 630 minuti. Parliamo dell’Illasi del tregnaghese trainer Beppe Castagna, vittorioso anche ieri, per quinta volta in 7 gare, per 0 a 2 al “Lorenzo Molinaroli” di Lavagno, casa della Scaligera Lavagno di mister Dionisio Zamperini. Uno per tempo, i gioiosi squilli di tromba dei colligiani del presidente Renato Cengia, costruttore edile, emessi con gran fiato dall’ex Tregnago, il 1996, Luiz Henrique Herber prima e da Filippo Minati poi.
 
Alle spalle, fanno sentire la propria schiumosa rabbia, le appaiate a quota 15 punti Borgoprimomaggio e l'U.S. Cadore di mister Adamo Urbano, la vera sorpresa, fino ad ora, di questo raggruppamento “B” di 2^ categoria. I cadorini del presidente, il foggiano ingegnere Giacomo Caserta, va a vincere sull’ostico campo dell’Alpo Club ’98 di mister Stefano “Tiziano” Ferro, e lo fa grazie alla conclusione del…”Furioso” Orlandi. Tal Luca, classe ’95, ex Quinzano.
 
I “draghi rossi” borgatari di mister Tiziano “Titti” Salvagno si superano, andando a far la voce grossa, 1 a 3, più precisamente all”Ugo Fano”: per i ragazzi del diggì Enrico Sgreva, esultano il ’96 Nicolas Torni, preceduto nell’impresa dal socio Leonardo Pighi, e seguito, imitato da Matteo Frediani, chiamato a sostituire Vendramini. Per i padroni di casa del Colognola ai Colli di mister Tiziano Barbieri, invece, l’ha cacciata in rete il solo, il classe ’98, Niccolò Pittondo. Ma, quando oramai i puledri avevano già abbandonato la stalla.
 
Al “Vignola”, in riva al Lorì, sgorga, scaturisce la vittoria stagionale n. 2 per l’Avesa HSM di mister Stefano Leso: 3 a 2 ai danni del non affatto arrendevole e del molto attrezzato, ma a corrente alternata, Caselle di mister Beppe Bozzini. Giallo e blu casellini, addirittura, in doppio vantaggio per l’uno-due Cristian Molas, la “vedova nera paraguagia”, e il giovane Samuele Olioso, classe 1998. Poi, la poderosa “remuntada”, frutto dei bersagli rosso-blu avesani, colligiani, realizzati da Marco Bucci, classe ’84, Lonardi e dall’ex Olimpia Ponte Crencano, il broker Andrea Righetti, classe ’87. Il quale ci dovrà due caffè…per averlo incrociato in settimana assieme al dirigente dell’Olimpia Ponte Crencano Gabriele Ferrari e a bomber Pietro “Sheva” Bellè.

A proposito del Ponte, commentiamo subito cosa ha fatto! I “geniali pontieri” di mister Giordano Rossi hanno maramaldeggiato a Madonna di Campagna, in casa dei rosso-neri dell'Intrepida, matricola di questo girone B di 2^ categoria: 2 a 4. Al bersaglio pieno, i giallo e blu “pontieri” Pietro “Sheva” Bellè, autore della doppia, nonché fratello maggiore, 31enne, dell’attuale stella del cinema, la 25enne Valentina, maestosa nell’interpretazione di Lucrezia Tornabuoni nella seguitissima fiction de “I Medici” (in programma domani sera sulla Rai), e sigilli di Matteo Feroni e Matteo Beltrame, mentre per i “madonnari” di mister Andrea Ferrari l’hanno cacciata dentro il 1995 Ludovico Bee, preceduto dal coetaneo e centrocampista Enrico Righetti.
 
Il tutto è stato consumato dai geniali pontieri del presidente Roberto Donà al “Comunale”, dal quale si può ammirare la cupola sanmicheliana della chiesa di Madonna di Campagna. Dove si è sposato il talentuoso Carlo Zambaldo, classe 1967, campione d’Italia Under 23 con il Chievo del compianto mister Fausto Nosè, e trionfatore poi con l’A.C. Tregnago – sempre guidato da Nosè – e salito per la prima volta in Interregionale (stagione 1987-88).

Inatteso, davvero!, scivolone interno al “Benali-Bonomo” di San Massimo per il Real San Massimo del tandem tecnico Gregory Donadel-Roberto Sorio: 1 a 2 e a passare è l’Alpo Lepanto di mister Bragantini, che giovedì sera bye night, passando per caso di lì, abbiamo sentito il gruppo divertirsi e gridare dalla gioia nella partita d’allenamento. Giallo-verdi alpesi in duplice vantaggio grazie ai mirini ben posizionati del ’95 Andrea Adami e di Diego Sgaravato; per i nero-verdi rionali soltanto il gol in inutile rimonta effettuato dal bomber tascabile, Michele Marchesan. Della serie: troppo poco per vincere!
 
Colpaccio, 0 a 1, anche per il SommaCustoza 08 di mister Massimiliano Signoretto: i “tamburini sardi” violano Palazzolo, e battono lo United Sona del “maresciallo”, non Radetzsky, ma, Michele Barone grazie a un tema…di Greco, assegnato …e segnato verso la fine del 1° round.
 
Anche la Gabetti Valeggio va a far festa, 1 a 3, in casa altrui: il terzo successo dei rosso e blu del Mincio, allenati da Luca Carletti scocca in casa del Rosegaferro passato dalle mani di Simone Mirandola a quelle di mister Roberto Tellaroli, ex giovanili del Villafranca. E, l’avvicendamento, inizialmente, sembra sortire il giusto effetto, per via del gol messo a segno prima di tutti gli altri dall’ex poveglianese Tommaso Garbujo. Ma, col proseguo della gara, i valeggiani del presidente ed immobiliarista Gianni Pasotto trovano per 3 volte la breccia del gol, con Giuseppe Finazzo, il brasiliano Josimar Orlando Cavalari e il giovanissimo Davide Tovazzi.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(809)