ULTIMA - 21/1/19 - GLI ACCOPPIAMENTI DELLA COPPA DELEGAZIONE DI VERONA

Si è chiuso ieri il 1° turno della Coppa Verona 2018-19 riservata alla formazioni di Terza categoria, denominata “Memorial Gianni Segalla”, che ha visto il passaggio ai quarti di finale delle prime classificate dei 7 gironi, Lessinia, Saval Maddalena, Borgo Trento, Dorial, Gazzolo 2014, Roverchiara, Ausonia Calcio e la migliore seconda classificata
...[leggi]

PRIMA PAGINA

29/10/18
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI PROMOZIONE – 8^ GIORNATA

A CADIDAVID SCATTA IL GIALLO PER IL CASTELBALDOMASI, A +3 SULL’ALBARONCO SCONFITTO DAL COLOGNA. POLIVIRTUSSINI DEVASTANTI A BORGO ROMA, NOGARA CON LA FRECCIA DEL SORPASSO A CASTELNUOVO. “EL MOZZE” MOZZATO 4 VOLTE IN CASA DALLA SERATICENSE.

All’8^ giornata di andata del girone “A” di Promozione, il CastelbaldoMasi vede accendere alla sua marcia trionfale di 7 vittorie consecutive il semaforo giallo del pareggio dell’1 a 1 in trasferta. Capita negli impianti del Rione Scara Famiglia – ex residenza…della Primavera -, e l’A.C. Cadidavid di mister Armando Corazzoli riesce a recuperare sul gol del vantaggio delle “tigri bianco-rosse” basso-padovane del coach Luca Albieri e “giocattolo” di “patron” Michele Ottoboni. Infatti, l’undici capitanato dall’ex Piovese Deinite era passato in vantaggio grazie ad Alex Montagnani, il “puffo al tritolo di Boschi Sant’Anna”, classe 1991, che nel primo tempo si è fatto parare un rigore dall'ottimo Simone Chesini; poi, ad una manciata di secondi al termine, i bianco e blu cadidavidesi pervenivano al pari definitivo con il solito Alberto Menini.

Ma, la fortuna vuole che alla prima mezza battuta d’arresto dei meritevoli capolisti - ora a quota 22 punti - coincida anche la prima caduta del suo più immediato inseguitore, l’Albaronco di mister Emanuele Pennacchioni, con il club di Ronco all’Adige che si vocifera aver già individuato delle pedine importanti del rinforzo dicembrino. A infliggere il primo grosso dispiacere agli albaronchesani è la matricola A.C. Cologna Veneta di mister Salvatore Di Paola: il verdetto è assai pesantuccio per gli sconfitti: 3 a 0, in riva al Guà. Frutto della doppia realizzata da Alessandro “Bugatti” Borgatti, ex Sitland Rivereel, classe 1992, entrambe le reti costruite e concluse su azione, e del rigore trasformato dal 1990 Michele Gasparetto, ex Bevilacqua.
 
Albaronco, dunque, che continua ad inseguire a quota 19, poi, a 14 punti un trittico, quello formato dalla Pol. Virtus Borgo Venezia di mister Alberto Baù, dallo stesso Cologna Veneta e dalla Seraticense. A proposito delle “tigri giallo-nere” vicentine sguinzagliate da mister Luca Cortellazzi, all’ombra del bocciodromo sito sulla via Postumia, all’altezza di Mozzecane, quattro graffi piuttosto pesanti sferrati ai danni della matricola del mozzecanese trainer Nicola Santelli. “Mozze” che resta in dieci a causa dell’espulsione, aggiungigli poi un gol all’incontrario dello sfortunatissimo difensore 1999, l’ex villafranchese Nicolò Bortolotti, quindi, sempre e tutte le marcature scaturiscono nella ripresa, ecco il diluvio dei giallo-neri vicentini con al bersaglio Manganotti, Borriero (Simone, difensore 1981) ed Alan Anghel, classe 1994.
 
Quel Povegliano, che pareva aver orgogliosamente rialzato il capo, scivola in casa sua per 0 a 1 per mano dello Sitland Rivereel di mister Peter Taccardi. Il gol-partita scocca nel cuore della ripresa, autore Sacconi. Biancazzurri di mister Lucio Beltrame ora ultimi a 5 punti agganciati dal Badia Polesine che va a pareggiare in riva al Piganzo, contro l’A.C. Oppeano di mister Stefano Ghirardello che ha accarezzato a lungo l’ipotesi di incamerare la terza vittoria stagionale contro il più basso in classifica Badia Calavena di mister Tessarin, ex coach delle giovanili del lanciatissimo oggi Este in serie D. Ma, all’acuto emesso da Yari Trombin fa da esatta èco il “puma” badiense, l’albanese Erjon Dervishi, classe 1983, autentico pericolo delle aree avversarie.
 
Vittoria esterna, per 1 a 3, della Polisportiva Virtus Borgo Venezia, secondo miglior attacco con i suoi 17 bersagli (il CastelbaldoMasi è a 26, l’A.C. Cadidavid è a 16), all’”Esterino Avanzi” di Borgo Roma. Per i giallo-rossi dell’Alba di mister Lucio Manganotti non la caccia dentro nessuno, in quanto il gol-bandiera è frutto di un’infelice autorete commessa dal n.2 poli-virtussino De Boni, Marco, classe 1990. Per i rosso e blu borgo-veneziani esultano invece il “bocia del 99” Alberto “trottolino” Forgia, l’avanti 1998 Denis Valentin Butucaru ed ancora il talento Forgia, questa volta dal plotone di esecuzione dei calci di rigore il suo 6° sigillo stagionale.
 
L’Aurora Cavalponica di mister Flavio Carnovelli apre e chiude i titoli di coda dei cannonieri, nel 2 a 2, ottenuto a Chiampo. Ancora l’ex A.C. Sambo di C2, quel lungagnone, classe 1986, di Nicola Pimazzoni, poi, ancora una volta il dottore e commercialista, l’ex albaronchesano, Matteo Soave, classe 1989. Per la matricola giallo-verde del Chiampo di mister Lovato, hanno fatto “bingo!” il 1986 Davide Vaccaretti e Maddalena.
 
Nel derby tra le due matricole veronesi ritornate a giocare in Promozione, la spunta il Nogara di mister Walter Bampa: 0 a 2 a Castelnuovo del Garda contro la squadra locale di mister Fabrizio Gilioli, e questo grazie alle reti realizzate dal 1987 Mattia Facci, ex Aurora Cavalponica ed ex anche CastelbaldoMasi, e dall’ex Berretti del Mantova, Diego “de la Vega” Grigoli, classe 1992.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(802)