ULTIMA - 24/1/19 - VITTORIO BETTINARDI PASSA ALL’OLTREPOVOGHERA!

Il trequartista di Villafontana di Bovolone, Vittorio Bettinardi, classe 1999 (14 febbraio), ha da alcuni giorni firmato il trasferimento all’OltrepoVoghera, club pavese di serie D, interessante collettivo di giovani che sta cercando di evitare i play out e guadagnarsi la permanenza nella massima categoria dilettantistica italiana. Bettinardi, studente alla
...[leggi]

PRIMA PAGINA

29/10/18
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. A) – 8^ GIORNATA

COLPITO ED AFFONDATO L’ALISCAFO DEL MALCESINE DALLE “GIUBBE ROSSO-NERE” SANPERETTIANE, LE QUALI BALZANO AL COMANDO A +3. PASTRENGO E CAVAION, VITTORIOSE, ACCOSTANO GLI ALTO-GARDESANI, ANCORA UN SUCCESSO IN BIANCO E NERO, “QUATERNA” DEL GARGAGNAGO. NON SI GIOCA A CORBIOLO E COSTERMANO

Ma, cosa succede in casa Malcesine? Si è rotto il bel giocattolo che ci ha abituati dopo un inizio storicamente – crediamo – senza precedenti per il calcio di lassù? Speriamo proprio di no, perché proprio il calcio, specchio dell’esistenza umana, ci ha abituato a cadute e a sorprendenti rialzate.

Ieri, sul sintetico di Cassone, andava in onda il match clou, quello tra il Malcesine, l’ex capolista, contro il San Peretto: ha vinto non la lepre alto-gardesana, ma il cacciatore, meglio, le “giubbe rosso-nere” sanperettiane di mister Franco Tommasi, le quali hanno impallinato per sei volte a una la compagine di mister Marco Martini. Al quale è stata concesso di far breccia soltanto con il 1990 Nicola Zanotti.

Per i valpolicellesi, al bersaglio pieno, alla mousse, sono andati: l’ex F.C. Valgatara, il 1994 Elia Mignolli, per ben due volte “Il Conte” Cristian Ugolini (1984), il difensore 1991 Marco Mastropasqua, il 1996 Martino Brunelli e Luca Sarravalli. San Peretto, che festeggia il suo primato stagionale e forse della sua giovane storia (era stato fondato negli anni 80-90 da Beppone Righetti, il “re della porchetta”, già, il padre di bomber Niccolò Righetti oggi in forza all’Ambrosiana, in serie D, classe 2000; poi, il club della frazione di Negrar della Valpolicella aveva sospeso l’attività, ed è risorto nel 2011 grazie anche alla volontà di Nicola Righetti e dei suoi amici), ora a 20 carati, 3 in più rispetto alla vittima catturata, il Malcesine.
 
Tengono il passo sia il Pastrengo che l’A.C. Cavaion, entrambe vincitrici, la prima delle due terza da sola a quota 16 punti, l’altra un gradino più sotto, a quota 15 punti. I “carabinieri con gli scarpini” di mister Paolo Brentegani superano all’ombra dei loro forti austroungarici per 1 a 0 (mattatore Domenico Marino, nel primo quarto d’ora della ripresa) la sorpresa del girone “A” di 2^ categoria, la matricola Pol. La Vetta di mister Nicola Martini. Il presidente ospite Dario Zampini lamenta un gol annullato per fuorigioco e da lui ritenuto regolarissimo perchè c'erano due uomini del Pastrengo a difendere sulla linea di porta. I gialloverdi del presidente Segattini affermano invece che il direttore di gara, il signor Tacconi, ha fischiato un fallo prima che il calciatore del La Vetta tirasse in porta, per questo motivo il goal non è stato convalidato.
 
Il Cavaion di mister Chieregato va a vincere, 1 a 2, a Colà di Lazise, in casa del Villa dei Cedri del mister-avvocato Simone Ghirotto (in rete soltanto con “Taibi” Luca Sias, portiere ex CastelnuovoSandrà, classe 1994), ma quando già i puledri di razza – il bomber classe 1979 Massimo Vicentini e il giovane classe 1998 Cristian Daducci - cavaionesi avevano già abbandonato la stalla.
 
Al “Comunale” di via Pigna, il Gargagnago di mister Gianni Pierno surclassa, smacchia con un secco 4 a 0 il “co-fanalino di coda” a 3 soli punti (assieme al Corbiolo e al Sant’Anna, entrambe però con l’asterisco della gara rinviata ieri) Corbiolo di mister Paolo Mainente. Le reti dei tricolori sono a firma del 1987 Mattia Galvani (doppietta con gol anche su rigore), poi sigilli di Marco Masconale e Matteo Ferrari.
 
Al “Lorenzo Bellamoli” di Poiano, la Juventina Valpantena di mister Christian Campagnari ha ragione – 3 a 1 – del BureCorrubbio di mister Mauro Gaburo. Per i bianco-neri esultano bomber, il 1989 Thomas Bertagna e per due volte il classe 1993 Cesare Falsirollo… per reti autentiche.

Finisce 1-1 tra Bussolengo e Lazise, con i rosso-verdi di mister Roberto Pienazza in illusorio vantaggio grazie al colpo vincente sferrato da Matteo Tezza, classe 1996, prodotto doc del proprio vivaio. Per i lacisiensi dello skipper Gabriele Gelmetti, invece, ha gioito Azzolini. Rinviate a date da destinarsi le gare di Pol. Adolfo Consolini-Sant’Anna d’Alfaedo e quella tra Corbiolo ed F.C. Valdadige.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(638)