ULTIMA - 21/1/19 - GLI ACCOPPIAMENTI DELLA COPPA DELEGAZIONE DI VERONA

Si è chiuso ieri il 1° turno della Coppa Verona 2018-19 riservata alla formazioni di Terza categoria, denominata “Memorial Gianni Segalla”, che ha visto il passaggio ai quarti di finale delle prime classificate dei 7 gironi, Lessinia, Saval Maddalena, Borgo Trento, Dorial, Gazzolo 2014, Roverchiara, Ausonia Calcio e la migliore seconda classificata
...[leggi]

PRIMA PAGINA

12/11/18
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI PROMOZIONE – 10^ GIORNATA

LA POL.VIRTUS FA VENIRE I BRIVIDI AL CASTELBALDOMASI, COLOGNA ORA 2° ALLA PARI DELL’ALBARONCO. COLPACCI DI OPPEANO E SITLAND RIVEREEL, UN MOZZECANE…ROMANO SI FA RAGGIUNGERE DAL NOGARA…MANTOVANO (DOPPIA DI GRIGOLI!)

Al “Donato-Smanio”, una spavalda Pol. Virtus Borgo Venezia di mister Alberto Baù, vittoriosa alla 30^ giornata dell’anno scorso per 2 a 1 sul sintetico di Lugo di Valpantena, fa scorrere i brividi alla capolista CastelbaldoMasi del mister-opinionista Luca Albieri.
 
La tenzone termina sul 2 a 2, ma il vantaggio virtussino era doppio per via dei gol firmati da Armin Mezildzic e da Yuri Brizzi. 0 a 2 era il verdetto maturato alla fine del 1° round, poi, nella pausa del thé il “patron” di Menà di Castagnaro di Verona Michele Ottoboni e l’ex spallino Albieri devono aver trasmesso la scossa giusta alle “tigri bianco-rosse” basso-patavine; e, così la rimonta, con le reti di Dejan Djordjevic e del forte e fantasioso Roberto Lombardo, classe 1998.
 
CastelbaldoMasi sempre e con merito al vertice della classifica di un girone “A”, che non lo ha ancora visto a terra dopo 10 feste: i “castellani”, con il punticino di ieri pomeriggio, si portano a quota 26, ossia a +6 dall’Albaronco, il quale per la seconda volta non sa approfittare del semaforo giallo scattato alle “tigri padovane”.

I bianco-verdi-granata di mister Emanuele Pennacchioni non vincono a Povegliano, ma devono accontentarsi del 2 a 2. Per le “libellule” poveglianesi biancazzurre di mister Lucio Beltrame la cacciano dentro l'ex Ambrosiana Alin Birlea e l'ex Villafranca Alessandro Peralta; per gli albaronchesani, invece, l’ex U.S. Provese nonché classe ’87, “Pinturicchio” Luca Avesani, e il 1993 Enrico Cavazza.
 
A 20 punti, ora, anche l’A.C. Cologna Veneta di mister Salvatore Di Paola: i “giallo e blu del mandorlato”, in riva al Guà, superano, 1 a 0, il Badia Polesine di mister Ruggero Ricci, ora penultimo a 8 freccette, e sopra di un punto alla matricola vicentina Chiampo. La quinta vittoria di fila per i colognesi la firma Michele Gasparetto.
 
Yari Trombin, atleta di Castelbaldo, firma il tiro da 3 punti, che consente all’A.C. Oppeano di mister Stefano Ghirardello e del portiere Jacopo Scolaro – figlio di “Hans Peter Briegel” dell’A.C. Tregnago, trionfatore allora (stagione 1987-88) in Promozione e catapultatosi direttamente nell’allora Interregionale - di espugnare il campo del CastelnuovoSandrà di mister Fabrizio Gilioli.

All’ombra del bocciodromo, sulla via Postumia, fragoroso, pirotecnico 3 a 3 tra il Mozzecane di mister Nicola Santelli e la matricola Nogara di mister Walter Bampa. Favoloso tris del mozzecanese Daniele Romano, simpatico atleta del 1992 ex Virtus ed Alba B.Roma; i “cosacchi del Basso Tartaro” rispondono con la doppietta infuocata fatta esplodere dall’ex Berretti del Mantova, il 1992 Diego Grigoli, e dal corno della carica soffiato a perdifiato e a pieni polmoni dal 1999 Carlo Olivieri.
 
Il Sitland Rivereel 2005, club in cui ha cominciato a vincere campionati l’attuale mister, il bancario Peter Taccardi, fa suo il derby vicentino, rifilando alla matricola giallo-verde del Chiampo ben 3 reti a zero. Sul poligono dei precisi tiri salgono M. Pegoraro, Sacconi e Feltrìn.
 
Ancora una volta il “Bell’Alberto” Menini cerca di spingere l’A.C. Cadidavid di mister Armando Corazzoli alla vittoria, sul campo della Primavera, ma c’è anche la Seraticense di mister Luca Cortellazzi, che tira fuori la zampata di “tigre giallo-nera” grazie Al 1994 Leonard “Ghepardo”Angel.
 
All’”Esterino Avanzi”, in borgo Roma, 1 a 1 tra l’Alba di mister Lucio Manganotti e l’Aurora Cavalponica di mister Flavio Carnovelli. Il vantaggio dei “cavalponici” a cura dell’ex Ben Hur De Rafaela, Alejandro Nicolas Musso, classe 1995, viene annichilito dal bolide sganciato direttamente su punizione e da una trentina di metri dall’ussaro giallo-rosso Goran Ivanov.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(784)